Apri il menu principale

Michele Antonio Vibò

arcivescovo cattolico italiano
Michele Antonio Vibò
arcivescovo della Chiesa cattolica
ArchbishopPallium PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Torino
 
Nato1630, Torino
Consacrato vescovo21 novembre 1690
Deceduto12 febbraio 1713, Torino
 

Michele Antonio Vibò (Torino, 1630Torino, 12 febbraio 1713) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Era figlio di Pietro Vibò, cancelliere del duca Vittorio Amedeo I di Savoia.

Intrapresi gli studi ecclesiastici, frequentò il Collegium Romanum di Roma e si laureò a Torino in utroque iure e in teologia. Divenne successivamente abate commendatario di San Pietro di Rivalta, nonché primo segretario dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro e consigliere ducale.

In seguito, divenne governatore di Carpentras (possedimento pontificio in Francia, retaggio del periodo avignonese), incarico che resse per dieci anni.

Il 21 novembre 1690 fu eletto arcivescovo di Torino, carica che resse sino alla propria morte, sopraggiunta in Torino, il 12 febbraio 1713.

StemmaModifica

Immagine Blasonatura
Michele Antonio Vibò
Arcivescovo di Torino

Inquartato, al 1º e 4º d'argento, al tralcio di vite, di verde, con tre pampini e tre grappoli d'uva, di nero, posti in banda, al 2º e 3º d'azzurro, al sole d'oro. Lo scudo, accollato a una croce astile patriarcale d'oro, posta in palo, è timbrato da un cappello con cordoni e nappe di verde. Le nappe, in numero di venti, sono disposte dieci per parte, in quattro ordini di 1, 2, 3, 4.

Collegamenti esterniModifica