Mildgita

Santa Mildgita

Badessa

 
Morte676
Venerato daChiesa cattolica, Chiesa cristiana ortodossa, Chiesa anglicana
CanonizzazionePre-Congregazione
Ricorrenza17 gennaio

Mildgita, conosciuta anche come Mildgyth (in inglese antico: Mildgyð) (VII Sec. – 676), è stata una principessa e una badessa di un'abbazia del regno anglosassone di Northumbria, vissuta nel settimo secolo. È venerata come santa dalla Chiesa cattolica, dalla Chiesa ortodossa e dalla Comunione anglicana.

Vita e famigliaModifica

Mildgita era la più giovane delle figlie di Merewalh, re del Magonsete, un sub-regno del regno anglosassone di Mercia, e di Santa Ermenburga (conosciuta anche come Domne Eafe)[1]; in quanto pronipote di re Etelberto del Kent, anch'egli santo, appare anch'essa nella raccolta di testi medievali denominata Kentish Royal Legend (letteralmente: leggenda reale del Kent).

Anche le sue sorelle Mildburga (Santa Mildburga di Much Wenlock) e Mildred (Santa Mildred) sono state dichiarate sante e appaiono con lei nella sopraccitata Kentish Royal Legend, conosciuta anche come Leggenda di Mildred.[2] Le tre sorelle sono state associate alle tre virtù teologali: Mildburga alla fede, Mildred alla carità e Mildgita alla speranza.[3]

Si sa che, ancora adolescente, divenne monaca benedettina e poi badessa in un convento del Regno di Northumbria, nell'Inghilterra settentrionale, dove trovò poi la morte in giovanissima età. Proprio una morte così precoce è forse il motivo per cui così poco si sa di lei, soprattutto rispetto a quanto si sa invece delle sue sorelle.[3] Tutto ciò che ci è pervenuto circa Mildgita è infatti soltanto che era una monaca i cui "miracolosi poteri si manifestavano spesso presso la di lei tomba", nel Regno di Northumbria.[4]

Albero genealogicoModifica

L'albero genealogico di questa parte della famiglia reale del Kent nel settimo secolo è derivato dalle vecchie cronache latine e anglosassoni. Eadbald divenne re nel 616 e regnò fino alla sua morte, nel 640, quando gli succedette suo figlio Eorcenberht (che secondo alcuni regnò assieme a Eormenred, nonno di Mildgita). Egberto salì sul trono nel 664 e morì nel 673 quando sul trono del Kent salì suo fratello Hlothhere, che regnò fino al 685. Il figlio di Egberto, Eadric, regnò dal 685 al 686 (forse anche insieme a suo zio Hlothhere).[5]

Santo
Etelberto I
re del Kent
Santa
Bertha
Edvino
re di Northumbria
Santa Etelburga
di Liminge
Eadbaldo
re del Kent
Emma
Santa Sexburga
di Ely
Eorcenberht
re del Kent
Santa Eanswida
di Folkestone
Eormenred
? re del Kent
Oslafa
Egberto
re del Kent
Hlothhere
re del Kent
Merewalh
re del Magonsete
Domne Eafe
Santo Etelredo
Santo Etelberto
Eormenburg
Eormengyth
Eadric
re del Kent
Merefin
Santa Mildred
Santa Mildburga di Wenlock
Santa Mildgita

NoteModifica

  1. ^ St. Augustine's Abbey, The Book of Saints, A&C Black, Ltd., 1921. URL consultato il 4 maggio 2017.
  2. ^ S. Baring-Gould, S. Mildgytha V., in Lives of the Saints, I, John Grant, 1914. URL consultato il 3 maggio 2017.
  3. ^ a b Saint Mildred and her Kinsfolk, in Virgin Saints of the Benedictine Order, Catholic Truth Society, 1903. URL consultato il 3 maggio 2017.
  4. ^ St. Milburga, Diocese of Shrewsbury. URL consultato il 3 maggio 2017.
  5. ^ D. W. Rollason, The Mildrith Legend: a study in early medieval hagiography in England, in Studies in Early History of Britain, Leicester University Press, 1982, p. 16.