Miseria e nobiltà (film 1914)

film del 1914 diretto da Enrico Guazzoni
Miseria e nobiltà
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1914
Durata533 metri (20 min circa)
Dati tecniciB/N
film muto
Generecommedia
RegiaEnrico Guazzoni
SoggettoEduardo Scarpetta
SceneggiaturaEduardo Scarpetta, Enrico Guazzoni
Interpreti e personaggi

Miseria e nobiltà è un film italiano muto del 1914 diretto da Enrico Guazzoni. Il film è andato perduto, di esso restano solo alcune fotografie di scena. Anche l'attribuzione della regia a Guazzoni non è del tutto certa. Il film, tratto dalla commedia omonima di Eduardo Scarpetta del 1888, fu interpretato dallo stesso Scarpetta e da Gennaro Della Rossa e Rosa Gagliardi, nonché da una giovanissima Titina De Filippo.

TramaModifica

Nella Napoli di fine XIX secolo, il poveraccio don Felice Sciosciammocca ha finalmente la possibilità di guadagnarsi un po' di soldi per la famiglia. Infatti un noto nobiluomo della città: il marchesino Eugenio, si è appena innamorato di donna Gemma, giovane e bella figlia di don Gaetano, un cuoco che ha fatto anni prima un grande affare diventando immediatamente ricco sfondato. Tuttavia Eugenio è ostacolato dal padre il marchese Ottavio riguardo l'idea di sposarsi con Gemma e così il Marchesino si rivolge a don Felice affinché egli assieme alla famiglia si spaccino per la nobile famiglia di Eugenio. Don Felice accetta subito, tuttavia l'abito non fa il monaco e a casa di don Gaetano, invitati tutti per un gustoso pranzo, la famiglia Sciosciammocca darà dimostrazione della bassa casta a cui è legata.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema