Monte Albergian

Monte Albergian
MonteAlbergian0001.jpg
Il monte Albergian dal colle delle Finestre
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaTorino Torino
Altezza3 041 m s.l.m.
Prominenza428 m
CatenaAlpi
Coordinate44°58′58.8″N 6°58′58.8″E / 44.983°N 6.983°E44.983; 6.983Coordinate: 44°58′58.8″N 6°58′58.8″E / 44.983°N 6.983°E44.983; 6.983
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Albergian
Monte Albergian
Mappa di localizzazione: Alpi
Monte Albergian
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Cozie
SottosezioneAlpi del Monginevro
SupergruppoCatena Bucie-Grand Queyron-Orsiera
GruppoGruppo Queyron-Albergian-Sestrière
SottogruppoGruppo Ghinivert-Albergian
CodiceI/A-4.II-A.2.b/b

Il monte Albergian (3.041 m s.l.m.) è una montagna delle Alpi del Monginevro nelle Alpi Cozie collocato in Piemonte (provincia di Torino).

ToponimoModifica

Il nome Albergian potrebbe derivare da quello della popolazione celtica degli Egyans (in italiano Egidini) e significherebbe Alto monte degli Egini (Alberg-Egyan) nel loro antico linguaggio.[1] Secondo un'altra ipotesi il nome della montagna deriverebbe dalla divinità solare romana Giano.[2]

CaratteristicheModifica

 
Il monte Albergian visto dal Grand Puy, frazione di Pragelato.

L'Albergian si trova lungo la dorsale tra la val Chisone e la Valle di Massello. In particolare salendo la Val Chisone, all'altezza di Pragelato, lo si vede sulla sinistra e si presenta come una massiccia montagna visibile da tutta la valle.

La vetta è costituita da una cresta lunga una decina di metri e sormontata da una grande croce metallica.

Un battaglione del 3º Reggimento alpini, che durante la Prima guerra mondiale ottenne una Medaglia d'argento al valor militare, venne chiamato Monte Albergian.[3] Anche un noto Genepy, liquore alle erbe tipico delle Alpi Piemontesi, porta lo stesso nome ed è stato prodotto dapprima sotto l'Albergian, nel paese di Pragelato.

Salita alla vettaModifica

È una meta ambita da tutti gli escursionisti a piedi per la facilità del percorso e per la visione su tutta la vallata. La via di salita parte normalmente dall'abitato di Pragelato e presenta un dislivello di circa 1500 m.

Il sentiero (n. 316) è ben segnalato lungo il percorso con le consuete marcature bianco/rosse; attualmente mancano le indicazioni ai punti di partenza, sia da Pragelato centro che dalla fraz. Ruà, e resta quindi difficile trovarne l'attacco senza informazioni.

In alternativa dalla valle di Massello è possibile salire sulla vetta partendo da Balziglia, frazione di Massello.

NoteModifica

  1. ^ Preistoria valdese (TXT), in Bollettino della Società di studi valdesi, nº 70, Società di Studi Valdesi, 1938, p. 14. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  2. ^ Ugo Marino, Storia di Pinerolo e dei Principi d'Acaja, Tipografia Vescovile, 1966, p. 15.
  3. ^ Storia del Terzo Alpini, su alpinidelsusa.altervista.org. URL consultato il 23 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Panorama con la vetta dell'Albergian.