Apri il menu principale

Munke o Möngke Khan (in tartaro: Мунке pron.Munke) (12081259) è stato un condottiero mongolo. Figlio di Tolui e Sorgaqtani Beki, fu quarto Gran Khan dell'Impero Mongolo.

BiografiaModifica

Nipote di Gengis Khan, fratello di Hulagu e di Khubilai Khan, si fece notare come generale nelle scorrerie in Europa tra il 1236 ed il 1241 partecipando nell'incursione in Ungheria e nella caduta di Kiev; lasciò la battaglia per accorrere alla successione di Güyük, che in quel momento vedeva avvantaggiato Batu.

Dopo la sua elezione ufficiale a Gran Khan, Mongke si dedicò più all'espansione ad est piuttosto che alle incursioni in Europa, andando a cercare gloria in Cina.

Mongke è anche il Khan che Gugliemo di Rubruck ha incontrato in Mongolia durante il suo viaggio nell'impero mongolo. Il frate latinizza il suo nome in Mangu e con lui ha un colloquio su questioni religiose (gli espone la sua fede tengrista) e politiche su un'eventuale amicizia col re di Francia Luigi IX, inoltre gli permette di tornare a Karakorum non appena avrà consegnato una lettera al suo re; cosa che però non avverrà per motivi a noi ignoti.

Morì l'11 agosto 1259 durante l'assedio dell'odierna Chongqing (Cina), colpito da un proiettile sparato dall'artiglieria cinese.Gli succedette il fratello minore Kublai.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN50027343 · ISNI (EN0000 0001 1657 4306 · LCCN (ENn85284733 · GND (DE119063557 · CERL cnp00546324 · WorldCat Identities (ENn85-284733