Apri il menu principale

Nervo faciale

Nervo
Nervo facciale
Gray790.png
Si mostrano i nervi del viso e del collo
Anatomia del Gray(EN) Pagina 901
SistemaSistema nervoso periferico
Innervamuscolo stapedio
Identificatori
MeSHA08.800.800.120.250
TAA14.2.01.099
FMA50868
Cranial nerve VII.svg

Il nervo faciale, o facciale, costituisce il VII paio di nervi cranici e comprende due distinti nervi: il facciale e l' intermedio.

AnatomiaModifica

Le due branche del facciale sono pertanto:

  • Il nervo faciale propriamente detto, che contiene fibre motrici somatiche per l'innervazione dei muscoli mimici e degli altri muscoli derivati del secondo arco branchiale.
  • Il nervo intermedio (del Wrisberg), che comprende fibre sensitive somatiche e viscerali che hanno una origine comune nel ganglio genicolato e si portano ai 2/3 anteriori della lingua e a una ristretta area del padiglione auricolare, e fibre parasimpatiche pregangliari per le ghiandole lacrimali, per le ghiandole salivari sottomandibolare e sottolinguale e per le ghiandole della mucosa del naso e del palato. Viene considerato un nervo a sé stante[1].

Origina anteriormente al peduncolo cerebellare, a livello dell'estremità caudale del ponte, attraversa il meato acustico interno ed entra nel canale facciale, dove si trova il ganglio genicolato. All'uscita dal canale facciale, a livello della parotide si divide in diverse diramazioni che raggiungono il cuoio capelluto, il padiglione auricolare, il volto, il platisma, il muscolo stiloioideo e il ventre posteriore del muscolo digastrico.

PatologiaModifica

Può essere sede di tumori, che più spesso si sviluppano nell'angolo pontocerebellare. Molto frequente tra le patologie a carico di questo nervo risulta essere la paralisi facciale, che può essere centrale o periferica, a seconda che questa colpisca i centri nervosi centrali o periferici.

  • La paralisi facciale centrale è dovuta a lesioni delle vie piramidali legate al nucleo del nervo; causa la paresi dei muscoli mimici della metà inferiore del viso dal lato controlaterale a quello della lesione.
  • La paralisi facciale periferica è dovuta a lesioni del nucleo del nervo, della sua radice o delle sue fibre. Causa la paresi di tutti i muscoli mimici della metà del viso colpita da lesione.
 Lo stesso argomento in dettaglio: Paralisi periferica del nervo facciale.

NoteModifica

  1. ^ A.Alfieri u.a.: History of the nervus intermedius of Wrisberg. in Annals of Anatomy - Anatomischer Anzeiger 2010,

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica