Apri il menu principale

Nuova Aquitania

regione amministrativa francese
Nuova Aquitania
regione
Région Nouvelle-Aquitaine
Nuova Aquitania – Stemma Nuova Aquitania – Bandiera
Localizzazione
StatoFrancia Francia
Amministrazione
CapoluogoCoat of Arms of Bordeaux (Chief of France Moderne).svg Bordeaux
Presidente del Consiglio regionaleAlain Rousset (PS) dal 2015
Data di istituzione2016
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°50′16.48″N 0°34′46.35″W / 44.837912°N 0.579541°W44.837912; -0.579541 (Nuova Aquitania)Coordinate: 44°50′16.48″N 0°34′46.35″W / 44.837912°N 0.579541°W44.837912; -0.579541 (Nuova Aquitania)
Superficie84 061 km²
Abitanti5 808 594 (2012)
Densità69,1 ab./km²
Dipartimenti12
Altre informazioni
Linguefrancese
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2FR-NAQ
Codice INSEE75
Cartografia
Nuova Aquitania – Localizzazione
Nuova Aquitania – Mappa
Sito istituzionale

La Nuova Aquitania[1] (in francese Nouvelle-Aquitaine, in occitano Aquitània Nava, in basco Akitania Berria, in pittavino-santongese Novéle Aguiéne) è una delle regioni della Francia. È stata istituita nel 2016 in seguito alla riforma territoriale del 2014 accorpando le precedenti regioni Aquitania, Limosino e Poitou-Charentes. Ha assunto, con questa fusione, il nome provvisorio di Aquitania, Limosino e Poitou-Charentes[1]. Il 30 settembre 2016, dopo l'approvazione da parte del governo, ha preso la denominazione corrente. È la regione francese più estesa.

È suddivisa in dodici dipartimenti e il suo capoluogo è Bordeaux. Le città principali della regione, oltre a Bordeaux, sono Poitiers e Limoges.

È composta dai dipartimenti: Charente (16), Charente-Maritime (17), Corrèze (19), Creuse (23), Dordogna (24), Gironda (33), Landes (40), Lot-et-Garonne (47), Pirenei Atlantici (64), Deux-Sèvres (79), Vienne (86) e Haute-Vienne (87). Sono inclusi nella regione 258 cantoni e 4505 comuni.

NoteModifica

  1. ^ a b Unione europea, 2017/C 358/11 (PDF), in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. C. Comunicazioni e informazioni, C 358, Lussemburgo, Ufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunità europee, 24 ottobre 2017, p. 17, ISSN 1725-2466 (WC · ACNP). URL consultato il 12 gennaio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica


  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia