Apri il menu principale

One More Light (singolo)

singolo dei Linkin Park del 2017
One More Light
One More Light.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaLinkin Park
Tipo albumSingolo
Pubblicazione2 ottobre 2017
Durata4:15
Album di provenienzaOne More Light
GenereBallata
Soft rock
EtichettaWarner Bros., Machine Shop
ProduttoreMike Shinoda, Brad Delson
Registrazionenovembre 2015–febbraio 2017,[1] Larrabee Studios e Sphere Studios, North Hollywood (California)
Voce di Chester: The Pool Recording Studio, Londra (Regno Unito)
Voce di Mike: The Warehouse Studio, North Hollywood (California)
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi d'oroItalia Italia[2]
(vendite: 25 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[3]
(vendite: 500 000+)
Linkin Park - cronologia
Singolo successivo

One More Light è un singolo del gruppo musicale statunitense Linkin Park, pubblicato il 2 ottobre 2017 come quarto estratto dall'album omonimo.[4]

AntefattiModifica

Verso la fine del 2016 il rapper Mike Shinoda ha rivelato di aver lavorato insieme al compositore britannico Eg White (già collaboratore di Florence and the Machine e Adele) alla realizzazione di un brano,[5] rivelatosi essere One More Light in una successiva intervista concessa da Shinoda a 102.1 The Edge.[6]

DescrizioneModifica

One More Light è il primo brano nella carriera del gruppo a dare il proprio titolo a un loro album in studio. Come spiegato da Shinoda, il brano rappresenta il «cuore dell'album» ed è stato composto in ricordo di un'amica del gruppo morta di cancro.[6] Quando White gli ha chiesto cosa volesse scrivere, il rapper gli ha spiegato che l'unica cosa a cui poteva pensare era l'amica scomparsa.[6] Più tardi è stato spiegato dal gruppo che l'amica in questione era Amy Zaret,[7] dipendente per 25 anni della Warner Bros. Records scomparsa nell'ottobre 2015.[8]

Secondo il rapper, il messaggio che vuole lasciare il brano è che «attraverso qualcosa di veramente, davvero traumatico, una delle cose più importanti che puoi fare è far sapere alle persone che ti importa».[7]

PromozioneModifica

Il brano è stato eseguito per la prima volta dal vivo il 9 maggio 2017 durante un concerto in Cile,[7] per poi eseguirla nuovamente dieci giorni più tardi al Jimmy Kimmel Live! in omaggio a Chris Cornell dei Soundgarden, scomparso il giorno prima.[9] In seguito alla scomparsa del frontman Chester Bennington, il 26 luglio 2017 l'emittente radiofonica statunitense KROQ-FM ha inserito il brano nella propria programmazione radiofonica.[10] Nel mese di settembre è stato rivelato che il brano sarebbe stato pubblicato come singolo nelle principali stazioni radiofoniche statunitensi a partire dal 2 e dal 3 ottobre;[4][11] riguardo alla scelta di pubblicarlo come singolo, Shinoda ha spiegato:[12]

«One More Light è stato scritto con l'intenzione di inviare il proprio amore a coloro che hanno perso qualcuno. Adesso ci troviamo dalla parte opposta. Negli eventi commemorativi, arte, video e immagini, i fan di tutto il mondo hanno gravitato verso questo brano in segno di dichiarazione di amore e supporto per il gruppo e per la memoria del nostro caro amico Chester. Siamo così grati e non vediamo l'ora di rivedervi.»

Il 25 ottobre il singolo è stato pubblicato per il download digitale in una versione remixata dal DJ statunitense Steve Aoki come tributo alla memoria di Bennington.[13]

Video musicaleModifica

Il videoclip, diretto dal DJ del gruppo Joe Hahn e da Mark Fiore, è stato pubblicato il 18 settembre 2017 attraverso il canale YouTube del gruppo.[14] Esso è un tributo alla memoria di Bennington e mostra numerose scene tratte sia dai precedenti video musicali dei Linkin Park sia con altre tratte da concerti, retroscena e momenti di vita quotidiana del sestetto californiano.[15] Riguardo alla realizzazione del video, Hahn ha commentato con la seguente dichiarazione:[16]

«È stato incredibilmente emozionante lavorare a questo video, e soprattutto a vederlo. Sentivo che facendolo, non abbiamo affrontato solo alcuni dei nostri più grandi timori, ma ci ha permesso di usare i nostri talenti per dare luce a chi ne ha bisogno.»

TracceModifica

  1. One More Light (Chester Forever Steve Aoki Remix) – 4:10

FormazioneModifica

Gruppo
Altri musicisti
Produzione
  • Mike Shinoda – produzione, ingegneria del suono
  • Brad Delson – produzione
  • Emily Wright – produzione vocale
  • Ethan Mates, Josh Newell – ingegneria del suono
  • Alejandro Baima, Warren Willis, Jerry Johnson – assistenza tecnica
  • Manny Marroquin – missaggio
  • Chris Galland – ingegneria al missaggio
  • Jeff Jackson, Robin Florent – assistenza

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Rich Chamberlain, Linkin Park's Brad Delson talks One More Light: "There really is a ton of guitar on this album", MusicRadar, 3 aprile 2017, p. 2. URL consultato il 1º luglio 2017.
    «We started writing these songs in November 2015 and worked on these songs every day from then until February 2017».
  2. ^ One More Light (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 14 maggio 2018.
  3. ^ (EN) Linkin Park, One More Light – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato l'11 marzo 2019.
  4. ^ a b (EN) Hot/Modern/AC Future Releases, All Access. URL consultato il 17 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2017).
  5. ^ (EN) Abby Hassler, Linkin Park's Mike Shinoda Talks Pop Co-Writes, su radio.com, 18 aprile 2017. URL consultato il 6 agosto 2017.
  6. ^ a b c   (EN) 102.1 The Edge, FB LIVE - LINKIN PARK, 17 marzo 2017, a 9 min 11 s. URL consultato il 6 agosto 2017.
  7. ^ a b c (EN) One More Light, Genius. URL consultato il 6 agosto 2017.
  8. ^ (EN) Amy Zaret, Warner Bros. Records Veteran, Dies, Billboard, 14 ottobre 2015. URL consultato il 6 agosto 2017.
  9. ^ (EN) Joe DiVita, Linkin Park Dedicate 'One More Light' Performance on 'Jimmy Kimmel Live' to Chris Cornell, Loudwire, 19 maggio 2017. URL consultato il 6 agosto 2017.
  10. ^ (EN) Linkin Park's "One More Light" and The Lumineers' "Angela" Added to KROQ Playlist, KROQ-FM, 26 luglio 2017. URL consultato il 6 agosto 2017.
  11. ^ (EN) Top 40/M Future Releases, All Access. URL consultato il 17 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2017).
  12. ^ (EN) Luke Morgan Britton, Linkin Park to reunite for Chester Bennington tribute concert and share new 'One More Light' video, New Musical Express, 17 settembre 2017. URL consultato il 17 settembre 2017.
  13. ^ (EN) John Hill, Steve Aoki Honors Chester Bennington in New Remix of Linkin Park's 'One More Light', Loudwire, 25 ottobre 2017. URL consultato il 3 novembre 2017.
  14. ^ (EN) Linkin Park's "One More Light" Official Music Video, Warner Bros. Records, 18 settembre 2017. URL consultato il 18 settembre 2017.
  15. ^ (EN) LINKIN PARK Announce Hollywood Bowl Concert In Honour Of CHESTER BENNINGTON; "One More Light" Music Video Posted, BraveWords, 18 settembre 2017. URL consultato il 18 settembre 2017.
  16. ^ (EN) Linkin Park Announce Chester Bennington Memorial Show, Kerrang!, 18 settembre 2017. URL consultato il 18 settembre 2017.
  17. ^ a b c (NL) Linkin Park - One More Light, Ultratop. URL consultato il 6 agosto 2017.
  18. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Billboard Canadian Hot 100), Billboard. URL consultato il 6 agosto 2017.
  19. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Canadian Digital Songs), Billboard. URL consultato il 6 agosto 2017.
  20. ^ (FR) Le Top de la semaine : Top Singles Téléchargés: Semain du 28 Juillet, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 6 agosto 2017.
  21. ^ Classifica settimanale WK 30 (dal 2017-07-21 al 2017-07-27), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 6 agosto 2017.
  22. ^ (EN) Official Singles Downloads Chart Top 100: 28 July 2017 - 03 August 2017, Official Charts Company. URL consultato il 6 agosto 2017.
  23. ^ (EN) Official Scottish Singles Chart Top 100: 28 July 2017 - 03 August 2017, Official Charts Company. URL consultato il 6 agosto 2017.
  24. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Bubbling Under Hot 100), Billboard. URL consultato il 7 agosto 2017.
  25. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Adult Top 40), Billboard. URL consultato il 3 novembre 2017.
  26. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Alternative Songs), Billboard. URL consultato il 3 novembre 2017.
  27. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Digital Songs), Billboard. URL consultato il 6 agosto 2017.
  28. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Hot Rock Songs), Billboard. URL consultato il 3 novembre 2017.
  29. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Rock Airplay), Billboard. URL consultato il 15 agosto 2017.
  30. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Rock Digital Songs), Billboard. URL consultato il 6 agosto 2017.
  31. ^ (EN) Linkin Park - Chart history (Rock Streaming Songs), Billboard. URL consultato il 6 agosto 2017.
  32. ^ (EN) Single (track) Top 40 lista: 2017. 07. 21. - 2017. 07. 27, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 10 agosto 2017.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock