Joe Hahn

disc jockey e regista statunitense
Joe Hahn
Joe-hahn-linkinpark-singapore-2011.jpg
Joe Hahn in concerto con i Linkin Park nel 2011
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereRock alternativo[1][2]
Nu metal[3][4]
Rap rock[3]
Alternative metal[3]
Rock elettronico[5][6]
Periodo di attività musicale1996 – in attività
Strumentogiradischi, campionatore, mixer, tastiera
EtichettaWarner Bros., Machine Shop
Gruppi attualiLinkin Park
Album pubblicati1
Colonne sonore1

Joseph Hahn, noto anche come Mr. Hahn (Dallas, 15 marzo 1977), è un disc jockey e regista statunitense, famoso per essere il DJ del gruppo musicale alternative metal Linkin Park.

BiografiaModifica

Vita personaleModifica

Di origini coreane[7] e ultimo di tre figli (ha due sorelle più grandi),[8] è nato a Dallas (Texas) ma si trasferì ancora giovane con la famiglia a Glendale, in California.[8][9]

Il 15 febbraio 2005 Hahn si sposò con Karen Benedit, da cui divorziò nel 2009.[10] Hahn si risposò il 21 ottobre 2012 con Heidi Woan.[11]

CarrieraModifica

Divenne disc jockey ai tempi del liceo[12] e studiò illustrazione all'Art Center College of Design a Pasadena.[9] Al college incontrò Mike Shinoda, il quale lo invitò ad entrare nel suo gruppo, gli Xero (che diventeranno più tardi i Linkin Park).[12]

Inizialmente Hahn avrebbe voluto specializzarsi nell'illustrazione, ma preferì a questa la realizzazione di effetti speciali televisivi. Questo gli permise di lavorare, oltre che in ambito musicale, nella realizzazione di effetti speciali per film come X-Files - Il film e Dune - Il destino dell'universo.[13]

Hahn diresse la maggior parte dei videoclip dei Linkin Park, tra i quali quelli Numb, What I've Done, Somewhere I Belong, New Divide e Burn It Down.[14] Diresse anche alcuni video di Story of the Year, Xzibit e Alkaline Trio.[9] In un'intervista a MTV nel 2003, Hahn disse che il suo sogno sarebbe quello di dirigere un film.[14] Inoltre fu il primo artista coreano/statunitense a ricevere un Grammy Award, quando nel 2002 i Linkin Park vinsero il Grammy Award alla miglior interpretazione hard rock con il brano Crawling.[7][15]

Nel 2005 collabora con i Fort Minor (progetto parallelo fondato dal rapper dei Linkin Park Mike Shinoda) al brano Slip Out the Back. Nello stesso anno dirige The Seed un cortometraggio dalla durata di 12 minuti, co-diretto da Ken Mercado, mentre l'anno più tardi nel sobborgo della moda di Los Angeles, apre un piccolo negozio di abbigliamento di nome "SURU".[16]

Il 2010 è un anno di cambiamento per i Linkin Park grazie alla pubblicazione di A Thousand Suns, quarto album in studio del gruppo statunitense che vede un'importante partecipazione di Hahn per quanto riguarda il grande utilizzo dell'elettronica. Nel 2014, nonostante l'abbandono da parte del gruppo delle sonorità elettroniche a cui egli aveva particolarmente contribuito, corona il suo sogno di regista dirigendo Mall, film che vede la partecipazione di Vincent D'Onofrio.

DiscografiaModifica

Con i Linkin ParkModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia dei Linkin Park.

Colonne sonoreModifica

CollaborazioniModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

  • The Seed (2005)

Video musicaliModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Linkin Park Biography, su Artistdirect. URL consultato il 26 maggio 2012.
  2. ^ (EN) Linkin Park revews, music, news, su Sputnikmusic. URL consultato il 25 aprile 2013.
  3. ^ a b c (EN) Linkin Park, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 25 aprile 2013.
  4. ^ Riccardo Bertoncelli, Cris Thellung, Ventiquattromila dischi, novembre 2006, p. 691, ISBN 88-6018-151-8.
  5. ^ (EN) Linkin Park - Living Things, su musicreview.co.za, 20 giugno 2012. URL consultato il 25 aprile 2013.
  6. ^ (EN) Linkin Park Blends Rock And Electronic Music In Tour Opener, su Blabbermouth.net, 24 gennaio 2011. URL consultato il 25 aprile 2013.
  7. ^ a b (EN) Han Hyun-Woo, A Band's Linkin Korea, su english.chosun.com, 23 ottobre 2003. URL consultato il 14 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2008).
  8. ^ a b (EN) Joe Hahn, su lpamerican.com. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  9. ^ a b c (EN) Linkin Park's Joseph Hahn releases The Seed on iTunes, su Monster & Critics, 27 marzo 2008. URL consultato il 14 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2012).
  10. ^ (EN) Jessica, Karen Benedit, su linkinlady.net. URL consultato il 14 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2016).
  11. ^ (EN) Jen Brockwell, Heidi Woan, su linkinlady.net. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  12. ^ a b (EN) Marinel R. Cruz, Curse-free music for the young and the restless, su Philippine Daily Inquirer, 2 giugno 2002. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  13. ^ (EN) Joe D'Angelo, Why Linkin Park, Disturbed, Foo Fighters Just Say No To Video Directors, su MTV, 27 agosto 2002. URL consultato l'11 novembre 2014.
  14. ^ a b (EN) Jon Wiederhorn, In The End, Linkin Park's Joseph Hahn Wants To Be A Filmmaker, su MTV, 11 agosto 2003. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  15. ^ (EN) Bobby Kim, Linkin Park: Not Some Korean Kid's Name, su yellowworld.org, 9 maggio 2002. URL consultato il 14 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  16. ^ Biografie: Joseph Hahn, su linkinpark.it.
  17. ^ (EN) Corey Moss, Linkin Park MC Gets Director With Flair For Video With Flares, su MTV, 20 ottobre 2005. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  18. ^ (EN) LPLive Exclusive: Vegas Baby (Uncle Kracker & Mr. Hahn), su Linkin Park Live. URL consultato il 14 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2013).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84965875 · ISNI (EN0000 0003 8593 9916 · Europeana agent/base/61121 · GND (DE135297265 · WorldCat Identities (ENviaf-84965875