Organi della Chiesa Superiore di Kampen

Sono due organi costruiti per la Chiesa Superiore (Bovenkerk) di Kampen, nei Paesi Bassi.

L'organo monumentale della chiesa Bovenkerk a Kampen.

L'organo monumentaleModifica

StoriaModifica

Le prime notizie circa la presenza di un organo nella chiesa risalgono al 1400, e, nel 1403, un tale Nicolaus Koleman viene menzionato nel ruolo di organista. Johan van Kovelens, fra il 1520 e il 1523, realizzò un nuovo organo, strumento che venne largamente ampliato da Casper Noster nel 1570. Alcune riparazioni furono eseguite nel 1581 da Cornelis e Michael Slegel, alle quali ne seguirono altre fra il 1626 e il 1647 a opera di Johan Morleth.

L'organo venne sostituito nel 1676 da Johan Slegel, il quale riutilizzò i cinque mantici a cuneo e parte del materiale di van Kovelens per la realizzazione di un nuovo strumento, la cui disposizione fonica era la seguente:

Primo manuale - Rugpositief
Quintadeen 8'
Prestant 4'
Holfluit 4'
Octaaf 2'
Quintfluit 1' 1/2
Sifflet 1'
Trompet 8'
Sesquialter II-III
Mixtuur II-III
Scherp 2'
Secondo manuale - Bovenstewerk
Prestant 8'
Holpijp 8'
Prestant 4'
Fluit 4′
Quint 3'
Superoctaaf 2'
Gemshoorn 2'
Nasard 1' 1/2
Sifflet 1'
Mixtuur II-III
Scherp II-III
Tertiaan 1'
Pedaal
Bourdon 16'
Octaaf 8'
Octaaf 4'
Mixtuur 2'
Trompet 8'
Vox humana 8'

Fra il 1694 e il 1712 Johan Duyschot eseguì diverse riparazioni. Albertus Anthoni Hinsz fece alcuni interventi fra il 1741 e il 1743, realizzando una nuova cassa e restaurando somieri e catenacciatura. Inoltre, Hinsz aggiunse alcuni registri e rese la pedaliera non indipendente. La nuova disposizione fonica era la seguente:

Primo manuale - Rugwerk
Prestant 8 H
Holpijp 8'
Octaaf 4 H
Fluit 4'
Gedekte Quint 3'
Octaaf 2'
Sifflet 2' P
Mixtuur III-IV P
Sexquialter III P
Dulciaan 8' H
Tremulant
Secondo manuale - Hoofdwerk
Prestant 16' H
Bourdon 16' H
Prestant 8'
Holpijp 8'
Octaaf 4'
Fluit 4′
Quint 3'
Octaaf 2'
Mixtuur III-V H
Scherp III
Tertiaan II
Trompet 16' H
Trompet 8' H
Terzo manuale - Bovenwerk
Prestant 8' H
Quintadeen 8'
Roerfluit 8' H
Octaaf 4'
Fluit 4′
Speelfluit 3' H
Gemshoorn 2'
Nasard 1' 1/2
Scherp III
Vox humana 8'
Tremulant
Pedaal
Costantemente unito ai manuali
H = Nuovo di Hinsz.
P = Parzialmente di Hinsz.

Fra il 1788 e il 1790 Heinrich Hermann Freytag e Franz Caspar Schnitger, nipote di Arp Schnitger, aggiunsero una pedaliera indipendente. Albertus van Gruisen, nel 1825, aggiunse alcuni registri. Nel 1866 Zwier van Dijk montò un quarto manuale e altri registri. La Bakker & Timmenga, fra il 1967 e il 1975, eseguì un restauro completo dello strumento.

Caratteristiche tecnicheModifica

Attualmente l'organo è a trasmissione interamente meccanica, il corista del La corrisponde a 448 Hz e il temperamento è equabile. La disposizione fonica è la seguente:

Primo manuale - Rugwerk
Prestant 8' H
Holpijp 8' S
Octaaf 4' H
Fluit 4' S/H
Gedakt Quint 3' H/BT
Octaaf 2' S
Fluit 2' H/BT
Sifflet 1' BT
Sexquialter III BT
Mixtuur III-IV S/H
Fagot 16' FS
Tremulant
Secondo manuale - Hoofdwerk
Prestant 16' H
Bourdon 16' S
Prestant 8' S/H
Holpijp 8' S
Octaaf 4' S
Fluit 4' S
Quint ' S
Superoctaaf 2' S
Mixtuur III-V S
Tertiaan II BT
Scherp III BT
Trompet 16' H
Trompet 8' H
Terzo manuale - Bovenwerk I
Prestant 8' S/H
Roerfluit 8' H
Quintadeen 8' S
Fluit 4' M
Octaaf 4' BT
Speelfluit 3' H
Germshoorn 2' M
Nassat 1' 1/3 BT
Scherp III BT
Vox humana 8' S/H
Tremulant


Terzo manuale - Bovenwerk II
Holpijp 8' G
Salicionaal 8' G
Fluittravers 8' G
Principaal 4' G
Spitsfluit 2' G
Flageolet 1' G
Carillon III G
Trompet 8' G
Quarto manuale - Borstwerk
Gedakt 8' FS
Fluit 4' FS
Woudfluit 2' FS
Dulciaan 8' H
Tremulant
Pedaal
Prestant 16' H
Subbas 16' FS
Octaaf 8' FS
Gedekt 8' FS
Roerquint 6' FS
Octaaf 4' FS
Open Fluit 2' BT
Bazuin 16' FS
Trompet 8' FS
Cornet 4' FS
M = Johan Morleth (1629).
S = Fratelli Slegel (1676).
H = Albertus Antonius Hinsz (1743).
FS = Heinrich Hermann Freytag e Franz Caspar Schnitger (1790).
G = Albertus van Gruisen (1825).
BT = Bakker & Timmenga (1975).

L'organo del coroModifica

 
L'organo del coro.

Oltre all'organo monumentale è presente nella chiesa, dal 1999, anche un organo di dimensioni minori. Caratteristica singolare di questo strumento -dotato di 28 registri distribuiti su 2 manuali- è quella di avere le canne della tromba posizionate all'esterno della cassa. Il temperamento è il Kellner con La di 440 Hz. a 16 °C. La disposizione fonica è la seguente:

Primo manuale - Hoofdwerk
Praestant 8' Diskant
Quintadeen 16'
Gedekt 8'
Octaaf 4' Diskant
Spitsfluit 4'
Quint 3'
Octaaf 2′
Sesquialter II
Cornet IV
Mixtuur IV-V 2'
Trompet 16'
Trompet 8'
Secondo manuale - Bovenwerk
Praestant 4' Diskant
Gedekt 8'
Quintadeen 8'
Roerfluit 4'
Nasard 3'
Gemshoorn 2'
Octaaf 2'
Quintfluit 1' 1/3
Mixtuur III-IV 1'
Dulciaan 8'
Terzo manuale - Récit
Klaroen II
Pedal
Octaaf 8'
Subbas 16'
Octaaf 4'
Nachthoorn 2'
Bazuin 16'
Trompet 8'

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

  • Wilhelm Dirk van der Kleij, Willem Hendrik Zwart, Orgels en organisten in Kampen, Kampel, Ijsselacademie, 1995, ISBN 90-6697-080-4.
  • Marteen Vente, Die Brabanter Orgel. Zur Geschichte der Orgelkunst in Belgien und Holland im Zeitalter der Gotik und der Renaissance, Amsterdam, H.J. Paris, 1963, ISBN 978-3761808269.
  • Bovwnkerk Kampen, Albertus Hinsz 1743 [collegamento interrotto], su pleasuresofthepipes.info. URL consultato il 30 ottobre 2012.
  • Oudste orgel, su debovenkerk.nl. URL consultato il 30 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2013).
  • Dispositie in 1670, su debovenkerk.nl. URL consultato il 30 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  • Hinsz, su debovenkerk.nl. URL consultato il 30 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2013).
  • Dispositie in 1743, su debovenkerk.nl. URL consultato il 30 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  • Dispositie in 1975, su debovenkerk.nl. URL consultato il 30 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  • Speeltafel en dispositie, su debovenkerk.nl. URL consultato il 30 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Altri progettiModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica classica