Apri il menu principale

Owen Farrell

rugbista a 15 inglese
Owen Farrell
Owen Farrell (2014) (cropped).jpg
Farrell nel 2014
Dati biografici
Paese Regno Unito Regno Unito
Altezza 188 cm
Peso 90 kg
Familiari Andy Farrell (padre)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Inghilterra Inghilterra
Ruolo Utility back
Squadra Saracens
Carriera
Attività di club¹
2010 Bedford 2 (8)
2010- Saracens 111 (1190)
Attività da giocatore internazionale
2012-
2013-
Inghilterra Inghilterra
British Lions
61 (690)
4 (31)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 2 ottobre 2018

Owen Andrew Farrell (Wigan, 24 settembre 1991) è un rugbista a 15 internazionale per l'Inghilterra, apertura-centro dei Saracens.

BiografiaModifica

Figlio dell'ex internazionale inglese di rugby a 13 e a 15 Andy Farrell, Owen Farrell crebbe rugbisticamente nei Saracens, club in cui suo padre si trasferì nel 2005[1]; nel 2008 stabilì il record di più giovane professionista allora esordiente del rugby a 15 del suo Paese: debuttò infatti con la maglia dei Saracens il 2 ottobre di quell'anno, a 17 anni e 11 giorni, in un incontro di coppa Anglo-Gallese contro gli Scarlets[2].

Concesso in prestito per un breve periodo all'inizio della stagione 2010-11 ai Bedford Blues in seconda divisione[3], fu richiamato quasi subito ai Saracens dopo gli infortuni delle aperture titolari Andy Goode e Derick Hougaard[3] ed esordì in Premiership nel novembre 2010; con 17 incontri disputati in stagione fu tra i protagonisti della conquista del campionato, nella cui finale fu proprio Farrell a mettere a segno 17 dei 22 punti con cui i Saracens sconfissero Leicester[4].

A livello internazionale, già avente rappresentato l'Inghilterra fin dal livello Under-16[1], Farrell fu convocato dal C.T. della Nazionale maggiore Stuart Lancaster nella rosa per il Sei Nazioni 2012, nella cui partita inaugurale debuttò contro la Scozia a Edimburgo realizzando 8 punti (una trasformazione e due calci piazzati).

Nel 2013 prese parte al vittorioso tour dei British Lions in Australia[5], scendendo in campo nell'ultimo dei tre test match contro gli Wallabies, vinto 41-16 che diede ai Lions la vittoria per 2-1 nella serie; in tale tour suo padre Andy era presente come assistente tecnico del C.T. Warren Gatland in qualità di allenatore dei tre quarti[6].

Nel 2015 si laureò nuovamente campione d'Inghilterra con Saracens e prese parte alla Coppa del Mondo in cui la sua nazionale non passò il primo turno; l'anno successivo conseguì con Saracens l'accoppiata campionato - Coppa Europa, torneo che rivinse l'anno successivo.

Il 2017 fu anche l'anno della sua seconda convocazione nei British Lions, per il loro tour in Nuova Zelanda[7], in cui venne schierato, tra gli altri incontri, anche in tutti e tre i test match contro gli All Blacks nella serie che terminò in parità con una vittoria per parte e un pareggio.

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Gavin Mairs, Six Nations 2012: the day the boy Owen became Farrell the man, in The Daily Telegraph, 3 febbraio 2012. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  2. ^ (EN) Mick Cleary, History boy Owen Farrell proves a chip off old block for Saracens, in The Daily Telegraph, 5 ottobre 2008. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  3. ^ a b (EN) Farrell continues remarkable rise, in Bedfordshire News, 12 gennaio 2012. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  4. ^ (EN) Leicester 18-22 Saracens, in BBC, 28 maggio 2011. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  5. ^ (EN) Bryn Palmer, British and Irish Lions 2013: Gatland's squad has the X factor, in BBC, 30 aprile 2013. URL consultato il 22 maggio 2013.
  6. ^ (EN) Lions assistants named as Rob Howley, Andy Farrell and Graham Rowntree, in The Guardian, 12 dicembre 2012. URL consultato il 22 maggio 2013.
  7. ^ (EN) Barry Glendenning, Warren Gatland names British & Irish Lions squad for New Zealand tour, in The Guardian, 19 aprile 2017. URL consultato il 16 agosto 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica