Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Caimano nano di Cuvier
Dwarf Caiman in Paignton Zoo
Paleosuchus palpebrosus
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Crocodylia
Famiglia Alligatoridae
Genere Paleosuchus
Specie P. palpebrosus
Nomenclatura binomiale
Paleosuchus palpebrosus
Cuvier, 1807
Areale

Paleosuchus palpebrosus Distribution.png

Il caimano nano di Cuvier (Paleosuchus palpebrosus Cuvier, 1807) è un rettile appartenente alla famiglia degli alligatoridi.

Indice

DescrizioneModifica

Il caimano nano di Cuvier è il crocodilide più piccolo del Nuovo Mondo. I maschi arrivano ad una lunghezza massima di circa 1,6 m, mentre le femmine di solito non superano 1,2 m. Gli esemplari più grandi mai registrati misuravano 1,72 m di lunghezza. Un adulto in genere pesa 6–7 kg. Il caimano nano del Cuvier ha una forte armatura sia sul dorso sia sul ventre. La testa ha una forma insolita per un coccodrillo, simile a quella di un cane. La mascella si estende nettamente più avanti rispetto alla mandibola. In tutto ha circa ottanta denti. Il collo è relativamente sottile e le placche dorsali non sono molto evidenti. La colorazione varia dal marrone scuro al nero.

Distribuzione e habitatModifica

Il caimano nano di Cuvier è originario della zona tropicale settentrionale e centrale del Sud America. È presente nel fiume Orinoco, il fiume São Francisco, il Rio delle Amazzoni, il corso superiore del fiume Paraná e il fiume Paraguay. Si trova in Perù, Ecuador, Colombia, Venezuela, Guyana, Suriname, Guyana Francese, Brasile, Bolivia e Paraguay. Il caimano nano di Cuvier è una specie d'acqua dolce, abita nelle zone fluviali boschive e nelle zone di foresta allagata intorno ai laghi. Sembra preferire fiumi e torrenti con corrente forte, ma si vive anche in acque tranquille povere di nutrienti in Venezuela e Brasile sudorientale. È in grado di viaggiare per distanze abbastanza grandi via terra di notte. Alcuni individui sono stati visti in isolati e piscine temporanee.

BiologiaModifica

Il caimano nano di Cuvier è prevalentemente notturno. Gli adulti si nutrono di pesci, anfibi, piccoli mammiferi, uccelli, granchi, gamberi, molluschi e altri invertebrati, che catturano in acqua o sulla terraferma. La preda è spesso inghiottita intera. I caimani nano di Cuvier adulti sono solitari o vivono in coppia. La femmina costruisce un nido di vegetazione e fango e depone da 10 a 25 uova, nascondendoli sotto ulteriore vegetazione. Il periodo di incubazione è di circa 90 giorni e il sesso dei giovani dipende dalla temperatura del nido durante quel periodo. I loro principali predatori sono i giaguari (Panthera onca), anaconda verdi (Eunectes murinus) e i boa (Boa constrictor).

ConservazioneModifica

Molti caimani sono cacciati per la loro pelle, ma questo non è il caso del caimano nano del Cuvier. Questo può essere perché la pelle ventrale di questa specie è troppo pesante e dura. La maggior minaccia per questa specie è dovuta alla distruzione dell'habitat. La popolazione totale stimata è di oltre un milione di esemplari. L'IUCN cataloga questa specie come a rischio minimo.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Crocodile Specialist Group, Paleosuchus palpebrosus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018.

Altri progettiModifica