Pavone Canavese

comune italiano

Pavone Canavese (Pavon in piemontese) è un comune italiano di 3 597 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte.

Pavone Canavese
comune
Pavone Canavese – Stemma
Pavone Canavese – Bandiera
Pavone Canavese – Veduta
Pavone Canavese – Veduta
Veduta di Pavone e del castello
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Piemonte
Città metropolitana Torino
Amministrazione
SindacoEndro Giacomo Bevolo (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate45°26′15.21″N 7°51′06.17″E
Altitudine262 m s.l.m.
Superficie11,54 km²
Abitanti3 597[1] (30-6-2023)
Densità311,7 ab./km²
Comuni confinantiBanchette, Colleretto Giacosa, Ivrea, Perosa Canavese, Romano Canavese, Samone, San Martino Canavese
Altre informazioni
Cod. postale10018
Prefisso0125
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001181
Cod. catastaleG392
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 751 GG[3]
Nome abitantipavonesi
PatronoNatività della Beata Vergine Maria
Giorno festivo8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pavone Canavese
Pavone Canavese
Pavone Canavese – Mappa
Pavone Canavese – Mappa
Localizzazione del comune di Pavone Canavese nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Geografia Fisica

modifica

Nel territorio comunale di Pavone Rientra in buona parte il sito Sic della Paraj Auta con il suo punto più elevato il monte appareglio (quota 354 m.)su cui cima sono stati rinvenute tracce di presenze umane fin dalla presitoria. Poco a nord di quest'ultimo si trova il monte delle banche con il rispettivo passo delle banche (281 m.) Che segna il confine con Ivrea. I versanti dei colli sono ricoperti di Boschi e Vigne. A sud dell'abitato nella pianura il Torrente Ribes confluisce nel Chiusella. In questa sono sono presenti del laghetti artificiali e zone Boscose giungendo poi a Confinare con Romano Perosa e San Martino. A est invece sono presenti parecchi cantoni e gruppi di cascine che vanno a confinare con San Bernardo d'Ivrea. Mentre a Ovest si trovano Samone Banchette e Colleretto Giacosa.

Villaggio fondato dai Romani da cui il toponimo Pagus[4] (villaggio, borgo), o pagone (grosso villaggio) o podoascum (luogo palustre adibito al pascolo), mentre «è da scartare (…) l'origine della parola Pavone dal relativo volatile», nonostante il pavone compaia sullo stemma comunale, scelto da Alfredo d'Andrade[5], che nel 1885 acquistò il Castello di origine medievale riservandoselo «come propria residenza».[6]

Simboli

modifica

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 15 luglio 1982. Lo stemma rappresenta su campo d'oro un pavone roteante d'azzurro; con il capo di rosso, alla croce d'argento. Il gonfalone è un drappo partito di bianco e di azzurro.

Monumenti e luoghi d'interesse

modifica
  • Il castello
  Lo stesso argomento in dettaglio: Castello di Pavone Canavese.

Società

modifica

Evoluzione demografica

modifica

Abitanti censiti[7]

Amministrazione

modifica
 
Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Maria Francesca Cornelio lista civica Sindaco
2009 2014 Maria Aprile lista civica Sindaco
2014 2018 Alessandro Andrea Perenchio lista civica Sindaco
2019 in carica Endro Giacomo Bevolo lista civica Sindaco
  1. ^ Bilancio demografico mensile anno 2023 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Sandra Reberschak, Enciclopedia dell'Italia antica e moderna. Piemonte e Valle d'Aosta, Volume secondo, Firenze - Novara, Sansoni - De Agostini, 1961, p. 446.
  5. ^ Italo Salvan (Direzione editoriale), Il Piemonte paese per paese, in Enciclopedia dei comuni d'Italia, vol. V, Firenze, Casa editrice Bonechi, 1995, pp. 263-266.
  6. ^ L'Italia. Piemonte, vol. 18, Roma, La Biblioteca di Repubblica - Touring Club Italiano, 2005, pp. 136-137.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN315530992 · GND (DE7523398-8
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte