Prascorsano

comune italiano

Prascorsano (Spracorsan in piemontese) è un comune italiano di 706 abitanti della città metropolitana di Torino in Piemonte.

Prascorsano
comune
Prascorsano – Stemma
Prascorsano – Veduta
Prascorsano – Veduta
Vista da frazione Pemonte (sullo sfondo il Monte Soglio)
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Piemonte
Città metropolitana Torino
Amministrazione
SindacoPiero Rolando Perino (lista civica Insieme per Prascorsano) dal 26-5-2014 (2º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate45°22′03.91″N 7°37′00.89″E
Altitudine590 m s.l.m.
Superficie6,24 km²
Abitanti706[1] (30-6-2023)
Densità113,14 ab./km²
FrazioniCerialdo, Galassola, Pemonte, Prabasone, Tetti, Comunie
Comuni confinantiCanischio, Cuorgnè, Pertusio, Pratiglione, Rivara, San Colombano Belmonte, Valperga
Altre informazioni
Cod. postale10080
Prefisso0124
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001206
Cod. catastaleG988
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 239 GG[3]
Nome abitantiprascorsanesi
Patronosant'Andrea
Giorno festivo30 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Prascorsano
Prascorsano
Prascorsano – Mappa
Prascorsano – Mappa
Localizzazione del comune di Prascorsano nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Storia modifica

 
La chiesa cimiteriale del Carmine

Simboli modifica

Lo stemma del Comune di Prascorsano è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica del 30 marzo 2004.[4]

«Partito: il 1°, di azzurro, al campanile coperto, di argento, murato di nero, finestrato di cinque, due, due, una, dello stesso, fondato sulla pianura di verde; il 2°, d'oro, alle tre fasce di rosso, con la pianticella di canapa sradicata e attraversante, d'argento.»

Nello scudo è raffigurato il campanile della locale chiesa di Nostra Signora del Carmine mentre nella partizione sinistra è riprodotto lo stemma dei Valperga che furono signori del luogo.[5]

Il gonfalone è un drappo di rosso.

Monumenti e luoghi d'interesse modifica

  • La chiesa cimiteriale del Carmine (XII secolo) che contiene affreschi del XV e XVI secolo (tra i quali gli Apostoli del cosiddetto Maestro degli Apostoli di Prascorsano)[6]
  • A 3 km da Prascorsano si trovano il Santuario di Belmonte e l'omonimo Sacro Monte

Società modifica

Evoluzione demografica modifica

Abitanti censiti[7]

Amministrazione modifica

 
Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Marcello Beccari lista civica Sindaco
2009 2014 Carlo Rolando Perino lista civica Sindaco
2014 2019 Piero Rolando Perino lista civica Insieme per Prascorsano Sindaco
2019 in carica Piero Rolando Perino lista civica Insieme per Prascorsano Sindaco

Altre informazioni amministrative modifica

Prascorsano era uno dei dodici comuni della ex Comunità Montana Alto Canavese, oggi assieme a cinque comuni costituenti la Unione montana Val Gallenca; inoltre è uno dei comuni alle pendici del Sacro Monte di Belmonte, uno dei sette Sacri Monti del Piemonte e Riserva Naturale Speciale con una legge regionale del 1991.

Note modifica

  1. ^ Bilancio demografico mensile anno 2023 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Emblema del Comune di Prascorsano, su Governo Italiano, Ufficio Onorificenze e Araldica. URL consultato il 22 aprile 2021.
  5. ^ Cosa vedere, su Comune di Prascorsano. URL consultato il 22 aprile 2021.
  6. ^ Comune di Prascorsano, Chiesa di Nostra Signora del Carmine, su comune.prascorsano.to.it; Prascorsano (TO) : Chiesa della Madonna del Carmine, su archeocarta.org. URL consultato il 22 aprile 2021.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

Controllo di autoritàVIAF (EN233925203
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte