Capi di Stato dell'Islanda

lista di un progetto Wikimedia
(Reindirizzamento da Presidente dell'Islanda)
Bandiera del Presidente dell'Islanda

Questa lista raccoglie i capi di Stato dell'Islanda, dall'indipendenza ad oggi.

L'Islanda divenne indipendente il 1º dicembre 1918, dopo aver siglato con la Danimarca, che governava l'isola sin dal 1380, l'Atto di Unione, che prevedeva che il Regno d'Islanda sarebbe stato in unione personale con il Regno di Danimarca. Il 17 giugno 1944, a seguito di un referendum, divenne una Repubblica parlamentare, con un presidente come capo di Stato cerimoniale; il primo fu Sveinn Björnsson, eletto dall'Althing. I suoi successori invece vennero eletti a suffragio universale.

Re d'IslandaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sovrani di Danimarca.
Re Regno Casa Reale
Inizio Fine
1    
Cristiano X
(1870-1947)
1º dicembre 1918 17 giugno 1944 Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg

A causa dell'occupazione tedesca della Danimarca, il 10 aprile 1940 il Parlamento islandese scelse di prendere il controllo degli affari esteri, eleggendo un governatore provvisorio, Sveinn Björnsson, che divenne poi il primo presidente.

Presidenti islandesiModifica

Presidente Mandato Elezioni
Inizio Fine
1   Sveinn Björnsson
(1881-1952)
17 giugno 1944 25 gennaio 1952 1944
1945
1949
(Nota: morto in carica)
2   Ásgeir Ásgeirsson
(1894-1972)
1º agosto 1952 1º agosto 1968 1952
1956
1960
1964
3   Kristján Eldjárn
(1916-1982)
1º agosto 1968 1º agosto 1980 1968
1972
1976
4   Vigdís Finnbogadóttir
(1930- )
1º agosto 1980 1º agosto 1996 1980
1984
1988
1992
5   Ólafur Ragnar Grímsson
(1943- )
1º agosto 1996 1º agosto 2016 1996
2000
2004
2008
2012
6   Guðni Thorlacius Jóhannesson
(1968- )
1º agosto 2016 in carica 2016

TitolaturaModifica

Stemma Capo dello Stato Capo del Governo Periodo
  Re dell'Islanda
(IS) Konungur Íslands
(DA) Konge af Island
Primo ministro dell'Islanda
(IS) Forsætisráðherra Íslands
1918-1944
  Presidente dell'Islanda
(IS) Forseti Íslands
1944-oggi

Collegamenti esterniModifica

  • Iceland.org. URL consultato l'8 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2009).