Proca

monarca mitologica

Proca è, secondo la mitologia romana, il tredicesimo dei leggendari re latini. Figlio di Aventino e padre di Numitore ed Amulio[1], regnò su Alba Longa per trentasette anni, dall'819 a.C. al 782 a.C.,[2]. Era inoltre il bisnonno di Romolo e Remo.

Illustrazione di Procas Silvius dalle Cronache di Norimberga

Su questo personaggio si hanno notizie diverse e frammentarie:

EtimologiaModifica

I nomi dei re latini, si basano sui toponomi intorno a Roma, sotto forma di figure mitologiche correlate alla storia di Roma. Le genealogie fittizie in cui essi appaiono riflettono sul desiderio delle gens (famiglie romane) della tarda repubblica di rivendicare l'ascendenza troiana. Il nome Proca (in latino Procas), può essere collegato alla figura mitologica Procida (in latino Prochyta), un parente di Enea[6], che morì durante il trasporto dei rifugiati troiani in Italia su un isolotto, che prese il suo nome una volta sepolto.[7]

Albero genealogicoModifica

Anchise[8]
Afrodite/Venere
Latino
Creusa
Enea[8]
Lavinia[8]
Ascanio,[8] o Iulo
Silvio
Silvio
Enea Silvio
Bruto di Troia
Latino Silvio
Alba
Atys
Capys
Capeto
Tiberino Silvio
Agrippa
Romolo Silvio
Aventino
Proca
Numitore[8]
Amulio[8]
Rea Silvia[8]
Ares/Marte
Hersilia
Romolo
Remo
re di Roma

NoteModifica

  1. ^ Tito Livio, Ab Urbe Condita, Liber I, 3.
  2. ^ Dionigi di Alicarnasso, Antichità romane, I 71.1
  3. ^ Il pensiero storico-religioso antico, di Fabio Mora, L'ERMA di BRETSCHNEIDER, 1995, ISBN 88-7062-887-6, 9788870628876, pag. 157
  4. ^ Il pensiero storico-religioso antico, di Fabio Mora, L'ERMA di BRETSCHNEIDER, 1995, ISBN 88-7062-887-6, 9788870628876, pag. 162
  5. ^ Libro sesto
  6. ^ Gary D. Farney, Ethnic Identity and Aristocratic Competition in Republican Rome (Cambridge University Press, 2007), p. 57.
  7. ^ Pierre Grimal, The Dictionary of Classical Mythology (Blackwell, 1986, 1996), p. 392.
  8. ^ a b c d e f g Strabone, Geografia, V, 3,2.

BibliografiaModifica