Proca è, secondo la mitologia romana, il tredicesimo dei leggendari re latini. Figlio di Aventino e padre di Numitore ed Amulio[1], regnò su Alba Longa per trentasette anni, dall'819 a.C. al 782 a.C.,[2].

Su questo personaggio si hanno notizie diverse e frammentarie:

Albero genealogicoModifica

Anchise[6]
Afrodite/Venere
Latino
Creusa
Enea[6]
Lavinia[6]
Ascanio,[6] o Iulo
Silvio
Silvio
Enea Silvio
Bruto di Troia
Latino Silvio
Alba
Atys
Capys
Capeto
Tiberino Silvio
Agrippa
Romolo Silvio
Aventino
Proca
Numitore[6]
Amulio[6]
Rea Silvia[6]
Ares/Marte
Hersilia
Romolo
Remo
re di Roma

NoteModifica

  1. ^ Tito Livio, Ab Urbe Condita, Liber I, 3.
  2. ^ Dionigi di Alicarnasso, Antichità romane, I 71.1
  3. ^ Il pensiero storico-religioso antico, di Fabio Mora, L'ERMA di BRETSCHNEIDER, 1995, ISBN 88-7062-887-6, 9788870628876, pag. 157
  4. ^ Il pensiero storico-religioso antico, di Fabio Mora, L'ERMA di BRETSCHNEIDER, 1995, ISBN 88-7062-887-6, 9788870628876, pag. 162
  5. ^ Libro sesto
  6. ^ a b c d e f g Strabone, Geografia, V, 3,2.

BibliografiaModifica