Punta di Verzel

Punta di Verzel
Quinseina e verzel da Cintano.jpg
La Punta di Verzel (sulla destra) vista da Cintano
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaTorino Torino
Altezza2 406 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate45°28′38.88″N 7°39′03.72″E / 45.477466°N 7.651033°E45.477466; 7.651033Coordinate: 45°28′38.88″N 7°39′03.72″E / 45.477466°N 7.651033°E45.477466; 7.651033
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Punta di Verzel
Punta di Verzel
Mappa di localizzazione: Alpi
Punta di Verzel
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Graie
SottosezioneAlpi del Gran Paradiso
SupergruppoGruppo della Rosa dei Banchi
GruppoCostiera del Monte Giavino
CodiceI/B-7.IV-B.7

La Punta di Verzel (2.406 m s.l.m.) è una montagna appartenente alle Alpi Graie (e, più in dettaglio, alle Alpi del Gran Paradiso). Si trova in provincia di Torino tra i comuni di Frassinetto e Castelnuovo Nigra. Il monte è collocato tra la Val Soana, la Val Sacra e la Val Savenca; quest'ultima è una vallata laterale della Val Chiusella mentre le prime due fanno parte del bacino dell'Orco.[1]

DescrizioneModifica

La Punta di Verzel si trova sullo spartiacque che separa ad est la Val Soana da tre brevi valli aperte sulla pianura (Val Chiusella, Val Savenca e Val Sacra). Verso sud-ovest è separata dalla Quinseina dalla depressione del Piano dei Francesi (2.168 m) mentre a nord il crinale continua con la vicina Punta Prafoura (2.362 m) e con il Monte Cavallo (2.355 m). Oltre allo spartiacque principale dalla Punta di Verzel si diparte verso est una terza cresta che separa tra loro la Val Sacra e la Val Savenca e che, dopo aver formato il Monte Calvo (1.323 m), si esaurisce appena a nord del centro di Castelnuovo Nigra.

 
La punta Verzel con in secondo piano la punta Quinseina

Dalle pendici sud-orientali della Punta di Verzel nasce il Torrente Piova, mentre il versante nord-est ospita il piccolo Lago Asnì.[1] Sulla cima sorge un piccolo traliccio metallico sormontato da una croce e ornato con vetri colorati. Data la posizione avanzata la montagna è un ottimo punto panoramico ed è a sua volta ben visibile da gran parte del Canavese.

Accesso alla cimaModifica

 
La croce di vetta

La via più comoda per l'accesso escursionistico alla cima parte parte dall'Alpe Frera in Val Sacra, sfiora una vecchia cava di quarzite e, passando per il Rifugio Fornetto, raggiunge la cima da sud. Esistono due possibili varianti per la parte alta dell'itinerario; quella di sinistra è valutata di difficoltà E mentre quella di destra di difficoltà EE.[2]

Il collegamento escursionistico tra la Punta di Verzel e la Quinseina, per tracce di sentiero nei pressi dello spartiacque, è anch'esso valutato di difficoltà EE.[3]

Punti di appoggioModifica

Non molto a sud della cima sorge il Rifugio Fornetto, collocato in un vecchio alpeggio acquistato e restaurato dalla Comunità Montana Valle Sacra negli anni ottanta. Il dormitorio è sempre aperto e dispone di una ventina di posti letto su tavolato.[4]

NoteModifica

  1. ^ a b Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  2. ^ Scheda sulla montagna di Giovanni Sapetti, 2007, sul sito pano.ica-net.it, consultato nel marzo 2010
  3. ^ Scheda dell'utente mar del 22/2/2010 su www.gulliver.it[collegamento interrotto], consultato nel marzo 2010
  4. ^ Rifugio Fornetto (2130 m), scheda sul sito del CAI Intersezionale Canavese-Valli di Lanzo www.caicvl Archiviato il 6 marzo 2016 in Internet Archive., consultato nel marzo 2010

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica