DescrizioneModifica

Sono alberi di medie dimensioni, che raggiungono i 10-17 metri. La maggior parte dei Pyrus sono decidui, ma una o due specie nell'Asia sud-orientale sono sempreverdi.

Le foglie sono lunghe circa 2-12 cm, di colore verde lucido in alcune specie, argenteo-pelose in altre; la forma delle foglie varia dall'ovale al lanceolato stretto.

I fiori sono di colore giallo o rosa bianco e raramente tinto, di diametro 2-4 cm e hanno cinque petali. Sbocciano fra aprile e maggio, fino ad una quota di 1.000 metri.

Il frutto si chiama pera; è grande come la mela, con diametro di 1-4 cm, ma in certe forme coltivate è lungo fino a 18 cm e largo 8.

DistribuzioneModifica

I peri sono natali delle regioni temperate del vecchio Mondo, dall'Europa occidentale e dall'Africa del Nord fino all'Asia.
Gran parte delle specie tollerano il freddo polare, con temperature fra -25 °C e -40 °C in inverno, tranne le specie sempreverdi, che tollerano solo temperature fino a -15 °C.

Alcune specieModifica

AvversitàModifica

I più importanti insetti che colpiscono il pero sono Cacopsylla pyri ed Eriosoma lanuginosum. Le malattie da funghi più importanti sono la ticchiolatura del pero (causata da Venturia pirina), la moniliosi, il cancro delle pomacee, l'oidio, la maculatura bruna del pero (causata da Stemphylium vesicarium), il marciume rosa delle pere (causato da Trichothecium roseum). Tra i batteri assume una notevole importanza l'Erwinia amylovora, agente del colpo di fuoco.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàLCCN: (ENsh85099008 · GND: (DE4006940-0
  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica

Collegamenti esterniModifica