Apri il menu principale

Quaglietta

frazione del comune italiano di Calabritto
Quaglietta
frazione
Quaglietta – Stemma
Quaglietta – Veduta
La Rocca di Quaglietta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Avellino-Stemma.svg Avellino
ComuneCalabritto-Stemma.png Calabritto
Territorio
Coordinate40°44′43″N 15°14′08″E / 40.745278°N 15.235556°E40.745278; 15.235556 (Quaglietta)Coordinate: 40°44′43″N 15°14′08″E / 40.745278°N 15.235556°E40.745278; 15.235556 (Quaglietta)
Altitudine240 m s.l.m.
Abitanti465 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale83040
Prefisso0827
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantiquagliettani
PatronoSan Rocco
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Quaglietta
Quaglietta
Sito istituzionale

Quaglietta è l'unica frazione di Calabritto in provincia di Avellino nell'Alta Valle del Sele. Nel 1927 il comune autonomo di Quaglietta fu accorpato a quello di Calabritto, diventandone una sua frazione.

Geografia fisicaModifica

L'abitato sorge su uno sperone roccioso posto nell'Alta Valle del Sele fra il Monte Marzano e il Monte Boschetiello. Si trova sulla ex Strada statale 91 della Valle del Sele, nel punto in cui parte la diramazione stradale per la vicina Senerchia (5 km) e sorge a ridosso del confine con la Lucania precisamente con il comune di Valva. Pur essendo in provincia di Avellino l'abitato di Quaglietta non fa parte dell'Irpinia ma dell'Alta Valle del Sele ed inoltre, per la vicinanza geografica alla Lucania (a meno di 1 km, oltre il fiume Sele) ha affinità con i comuni vicini oggi facenti parte della provincia di Salerno. Ha fatto parte del Principato Citra che ha fatto parte per secoli il folklore, le tradizioni e il dialetto di questa terra sono di gran lunga più simili a quest'ultima che all'attuale provincia di appartenenza.

StoriaModifica

L'abitato vanta un ricco passato. Feudo dei Rossi da Gesualdo,dei Senerchia, dei Marchesi di Santa Lucia "i De Vicariis",dei Nobilore, dei Baroni del Plato, dei D'Ayala-Valva, dei Viscido e di altre importanti e nobili famiglie, rivestì notevole importanza grazie alla sua posizione strategica per il controllo della Valle del Sele. Simbolo dell'abitato è il possente castello normanno, attualmente ricostruito nella planimetria ma senza coperture.

Durante il Regno di Napoli e il Regno delle Due Sicilie fu un comune appartenente al Distretto di Campagna, della Provincia di Principato Citra. Con l'unità d'Italia fu comune e venne assegnato alla provincia di Avellino.

Nel 1928, il Comune di Quaglietta fu soppresso e dopo il rifiuto di Senerchia, fu unito a quello di Calabritto.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Il castello con il suo borgo
  • La chiesa di San Rocco (Sul portale di ingresso riporta la

data 1713)

  • La chiesa della Madonna del Carmine, più recente
  • La chiesa della Madonna delle Grazie in località Cantariello

Infrastrutture e trasportiModifica

  • La mobilità è affidata, per i trasporti extraurbani, alla società Sita Sud.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

.

Collegamenti esterniModifica