Apri il menu principale

Rudy Salvagnini

fumettista e scrittore italiano

Rudy Salvagnini, pseudonimo di Rodolfo Salvagnini (Padova, 16 marzo 1955[1]), è un fumettista e scrittore italiano autore di oltre 500 storie a fumetti della Disney.[2]

BiografiaModifica

Esordì come autore nel 1971 collaborando alla realizzazione dell'inserto a fumetti della rivista cattolica Il Santo dei Miracoli; a questo seguì nel 1972 il fumetto horror sulla rivista Sorry, Sicilia 1972: vampiri? disegnato da suo fratello Gianni Salvagnini; durante gli anni settanta collaborò con molte altre riviste di fumetti come Horror Pocket, Corrier Boy e Il Mago. Nel 1979 esordì come autore di sceneggiature per il settimanale a fumetti Topolino, collaborazione che si protrarrà fino al 2011, realizzando oltre 500 storie e ideando diversi cicli di storie come I Mercoledì di Pippo.[2]

Durante gli anni novanta affianca alla collaborazione con Topolino, quella con altre riviste di fumetti come il Giornalino, riprende la serie di Claudio Nizzi, Rosco e Sonny, che realizzerà dal 1990 al 2012; per la rivista Il Messaggero dei Ragazzi, scrivendo la serie Ronnie Camera, disegnata dal fratello Gianni Salvagnini, dal 1993 al 2003; tra il 1996 e il 1998 realizza tre storie della serie promozionale Prezzemolo con lo pseudonimo Rodano Volpi; è inoltre autore dal 2004 delle strisce a fumetti "Men at Work" per l'inserto satirico dell'Unione sarda, disegnate da Stefano Intini e, nel 2011, raccolte nel volume "Men at Work".[2] Successivamente scrisse per il Messaggero dei Ragazzi la serie “La banda”; riprese la collaborazione col Messaggero nel 2014, quando venne ristampato un storia a fumetti pedagogica, La scelta, che era stata realizzata per un opuscolo dell'AVIS con i disegni di Davide Perconti; realizzò anche un opuscolo informativo per la Provincia di Padova, "La lotta al PM10 di Edo e Giulia".[senza fonte]

Dopo aver tentato e abbandonato in gioventù la carriera di giornalista, per il quotidiano locale,[senza fonte] Salvagnini si è occupato di cinema scrivendo articoli e recensioni per le riviste SegnoCinema, Aliens e Nosferatu e per il quotidiano Il Mattino di Padova.[2] Ha scritto inoltre diversi libri: oltre al suo esordio nel 1992 con una monografia sul regista Hal Ashby e il Cinema di Bob Dylan, il Dizionario dei Film Horror, pubblicato nel 2007 da Corte del Fontego con seconda edizione nel 2011. In seguito, sempre nel filone cinematografico, ha pubblicato per Crac un'opera in due volumi, Il cinema dell'eccesso (2015-2016). Nel 2018 esce per Alcheringa il suo primo romanzo, Il vortice dei ricordi, indirizzato a un pubblico giovanile e la cui trama si sviluppa a partire da un improvviso vuoto di memoria collettivo di un’immaginaria cittadina. È stato tra i candidati per il premio Bancarellino 2018.[senza fonte]

OpereModifica

  • Hal Ashby, La Nuova Italia, 1992
  • Il Dizionario dei Film Horror, Corte del Fontego Editore, 2007
  • Il Cinema di Bob Dylan, Le Mani Editrice, 2009
  • Il Cinema dell'eccesso vol. 1: Europa, Crac Edizioni (2015)
  • Il Cinema dell’eccesso vol. 2: Stati Uniti e resto del mondo, Crac Edizioni (2016)
  • Il vortice dei ricordi, Alcheringa (2018)

NoteModifica

  1. ^ Odds & Ends - Il blog di Rudy Salvagnini, su rudysalvagnini.blogspot.it. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2018).
  2. ^ a b c d Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 25 giugno 2019.

Collegamenti esterniModifica