Apri il menu principale
Rutte di Gracova
insediamento
Rut
Rutte di Gracova – Veduta
Localizzazione
StatoSlovenia Slovenia
Regione statisticaGoriziano
ComuneTolmino
Territorio
Coordinate46°12′19.61″N 13°53′27.08″E / 46.205447°N 13.890856°E46.205447; 13.890856 (Rutte di Gracova)Coordinate: 46°12′19.61″N 13°53′27.08″E / 46.205447°N 13.890856°E46.205447; 13.890856 (Rutte di Gracova)
Altitudine670,3 m s.l.m.
Superficie10,17 km²
Abitanti60 (2002)
Densità5,9 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale5242
Fuso orarioUTC+1
Provincia storicaTolmino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovenia
Rutte di Gracova
Rutte di Gracova

Rutte di Gracova[1][2][3][4] (in sloveno Rut o Nemški Rut[5][6], in tedesco Deutschruth[5][7]) è un piccolo paese della Slovenia, frazione del comune di Tolmino.

La località è situata a 26,0 km dal capoluogo comunale, alle pendici sud delle Alpi Giulie, sulla parte nord della valle della Bàccia, e più precisamente nella valle del torrente Coritenza (Koritnica/Huda grapa)[1].
L'insediamento (naselje) è inoltre costituito dagli agglomerati di fienili di Persenica (Pri senikih)[1][8] e Sàitler (Zajtel)[1][9]. La chiesa parrocchiale è dedicata a San Lamberto e appartiene alla Diocesi di Capodistria.[10]

Indice

StoriaModifica

Il villaggio venne fondato nel XIV secolo da elementi tedeschi provenienti dalla Val Pusteria con il nome di Teutsch Gereuth (lett. Cantone dei Tedeschi). Durante il dominio asburgico fu comune autonomo[11]. Il paese è stato un'enclave tedesca fino al XVIII secolo.

Tra le due guerre mondiali fu per un periodo frazione del comune di Gracova Serravalle della Provincia del Friuli[2] per poi passare, nel 1927, alla ricostituita Provincia di Gorizia[12] nel medesimo comune.

Alture e passi principaliModifica

Cima Novi (Raskovec)[1][9], 1956 m; Monte Alto[1][13] (Matarjurski vrh), 1936 m; Laite (Lajte)[9], 1056 m.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Rutte di Gracova, Cima Novi, Monte Alto, T. Coritenza, F.li di Persenica, Sàitler in: Carta geologica delle Tre Venezie – Tolmino, Foglio 26 della Carta d'Italia al 100.000 dell'Istituto Geografico Militare – Firenze; Carta ufficiale dello Stato, Legge N.° 68 del 2-2-1960, aggiornamento 1991
  2. ^ a b Regio Decreto 29 marzo 1923, G.U. 27 aprile 1923, n.99
  3. ^ Cfr. a p. 105 in Istituto Geografico De Agostini, Atlante Metodico De Agostini 2002-2003, Novara, 2002, ISBN 88-511-0179-5.
  4. ^ Cfr. a p. 83 sull'Atlante geografico, fisico, politico, economico, Paravia, Torino, 1975.
  5. ^ a b Bischoflack und Idria (1912) - K.u.K. Militärgeographisches Institut - 1:75 000 - ZONE 21 - KOL X
  6. ^ da non confondersi con l'attuale Nemški Rovt (Deutschgereuth – catasto austriaco franceschino[collegamento interrotto] attualmente parte del comune di Bohinj
  7. ^ Deutschruth – in Mappa della Comune di Deutschruth, nel Litorale, Circolo di Gorizia, Distretto di Tolmino, Catasto austriaco franceschino 1822[collegamento interrotto]
  8. ^ Persenica e Zaitlerech – in Mappa della Comune di Deutschruth, nel Litorale, Circolo di Gorizia, Distretto di Tolmino, Catasto austriaco franceschino 1822[collegamento interrotto]
  9. ^ a b c Arturo De Varda, Francesco Blasi e Guido Randich, Carte geologica e pedologiche delle provincie di Gorizia e Trieste e del territorio delle bonifiche della Bassa Friulana, Firenze, Fondazione per la Sperimentazione agraria, 1938.
  10. ^ Koper Diocese list of churches Archiviato il 6 marzo 2009 in Internet Archive.
  11. ^ Gemeinde Deutschruth, Kreis Görz, Steuer Berzirk Tolmein – Catasto austriaco franceschino[collegamento interrotto]
  12. ^ Archivio di Stato di Gorizia, su archiviodistatogorizia.beniculturali.it. URL consultato il 28 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2010).
  13. ^ Cime e valichi alpini ordinati da Tarvisio al Quarnero, Vallo alpino del littorio in Slovenia e Croazia

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN142474114 · LCCN (ENn84069934 · GND (DE4090738-7
  Portale Slovenia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Slovenia