San Pietro di Brazza

località della Dalmazia
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Supetar" rimanda qui. Se stai cercando l'omonimo scoglio situato vicino al porto di Ragusa Vecchia, vedi Scoglio San Pietro.
San Pietro di Brazza
comune
(HR) Supetar
San Pietro di Brazza – Veduta
Localizzazione
StatoCroazia Croazia
RegioneHRV Split-Dalmatia County COA.svg Spalatino-dalmata
Amministrazione
SindacoTonči Kirigin
Territorio
Coordinate43°23′04″N 16°33′19″E / 43.384444°N 16.555278°E43.384444; 16.555278 (San Pietro di Brazza)Coordinate: 43°23′04″N 16°33′19″E / 43.384444°N 16.555278°E43.384444; 16.555278 (San Pietro di Brazza)
Altitudinem s.l.m.
Superficie30 km²
Abitanti4 096 (31-03-2011, censimento 2011)
Densità136,53 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale21400
Prefisso021
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
San Pietro di Brazza
San Pietro di Brazza
Sito istituzionale

San Pietro di Brazza[1][2][3][4][5][6] (in croato Supetar), in passato San Pietro della Brazza[7], con i suoi 4.096 abitanti[8], è la principale località sull'isola di Brazza, in Dalmazia.

La principale attività è il turismo e San Pietro è il principale porto dell'isola per i collegamenti in traghetto con la terraferma, in particolare con la città di Spalato.

SocietàModifica

La presenza autoctona di italianiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Dalmati italiani, Esodo giuliano dalmata, Italiani di Croazia e Unione Italiana.

A San Pietro di Brazza esiste una piccola comunità di italiani autoctoni, che rappresentano una minoranza residuale di quelle popolazioni italiane che abitarono per secoli ed in gran numero, le coste dell'Istria e le principali città di questa, le coste e le isole della Dalmazia, e il Quarnaro, che erano territori della Repubblica di Venezia. La presenza di italiani autoctoni a San Pietro di Brazza è drasticamente diminuita in seguito all'esodo giuliano dalmata, che avvenne dopo la seconda guerra mondiale e che fu anche cagionato dai "massacri delle foibe". Stando ai dati del censimento austriaco, nel 1900 la popolazione del comune di San Pietro di Brazza era nella quasi totalità (98,6%) di lingua croata, mentre appena lo 0,9% degli abitanti era di lingua italiana. La proporzione varia appena se si considera solamente il capoluogo senza le quattro frazioni (98,0%/1,3%)[9].

Geografia antropicaModifica

LocalitàModifica

 
Lungomare a San Pietro

Il comune di San Pietro di Brazza è costituito da 4 insediamenti (naselja): San Pietro di Brazza, Mirzé[10] o Mirza (Mirca), Splisca[11] o Porta di Spalato (Splitska) e Scirpea (Škrip).

NoteModifica

  1. ^ Grande atlante d'Europa e d'Italia, Istituto geografico de Agostini, Novara 1994, p. 180.
  2. ^ Cfr. a p. 247 in Istituto Idrografico della Marina Portolano del Mediterraneo, volume 6, Adriatico Orientale (edizione 1994, nuova tiratura febbraio 2002), Genova. (Pubblicazione annessa alla cartografia ufficiale dello Stato - legge 2 febbraio 1960, n. 68).
  3. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 1209, 1271-1275.
  4. ^ Usporedno Talijansko-Hrvatsko nazivlje mjestat ("Tabella comparativa italiano/croato dei toponimi") pubblicata su Fontes (ISSN 1330-6804 (WC · ACNP), rivista scientifica croata edita dall'Archivio di Stato), giugno 2000.
  5. ^ Touring Club Italiano, Istria, Quarnaro, Dalmazia. Escursioni, sport, divertimenti, enogastronomia, arte e cultura, Touring Editore, Milano 2004, pp. 162-163, ISBN 9788836530441.
  6. ^ Touring Club Italiano, Croazia. Zagabria e le città d'arte. Istria, Dalmazia e le isole. I grandi parchi nazionali, Touring Editore, Borgaro Torinese (TO) 2004, p. 111.
  7. ^ Almissa und S. Pietro della Brazza (1912) - K.u.K. Militärgeographisches Institut - 1:75 000 - ZONE 32 - KOL XV
  8. ^ Censimento Croazia 2011 - 31/03/2011
  9. ^ Gemeindelexikon der im Reichsrate vertretenen Königreiche und Länder. Bearbeitet auf Grund der Volkszählung vom 31. Dezember 1900 - XIV - Dalmatien, ed. K. K. Staats- und Hofdruckerei, Vienna 1908.
  10. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 1274.
  11. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, pp. 1266-1269.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN145495578 · LCCN (ENn85384162 · GND (DE4244944-3 · WorldCat Identities (ENlccn-n85384162