Apri il menu principale
Santa Croce
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaTrieste Trieste
CittàTrieste-Stemma.svg Trieste
Circoscrizione1
Codice postale34151
Abitanti1 452 ab.
PatronoSan Pietro

Coordinate: 45°44′03″N 13°41′33″E / 45.734167°N 13.6925°E45.734167; 13.6925

Santa Croce (Križ in sloveno) è un quartiere[1] del comune di Trieste.

Storicamente, gli abitanti di Santa Croce hanno fatto parte della comunità linguistica slovena. Secondo l'ultimo censimento austriaco del 1911, l'85,8% della popolazione era di madrelingua slovena.[2]

È la frazione di Trieste più lontana dal centro della città.

La squadra calcistica locale è il Vesna che milita nel campionato di Eccellenza.

Indice

GeografiaModifica

Si trova sull'Altopiano Carsico, a lato della strada provinciale 1, tra Prosecco, quartiere di Trieste, e Aurisina, sede comunale di Duino-Aurisina.

 
La chiesa parrocchiale

Monumenti e luoghi di interesseModifica

Chiesa parrocchiale dell'Invenzione della Santa CroceModifica

Questa chiesa fu costruita tra i secoli XVI e XVII e fu ampliata nel Settecento.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa dell'Invenzione della Santa Croce.

Chiesa di San RoccoModifica

Piccola chiesetta del Seicento con campaniletto a vela, attualmente chiusa al pubblico poiché è in ristrutturazione.

Chiesa parrocchiale dei Santi Quirico e GiulittaModifica

Chiesa di recente costruzione situata nell'omonima borgata.

CuriositàModifica

Santa Croce ha dato i natali a personaggi celebri nel campo della cultura, dell'architettura, della finanza e della filantropia. Ricordiamo tra gli altri il famoso tenore Carlo Cossutta, il poeta Miroslav Košuta, l'architetto Viktor Sulcic, l'attore Livio Bogatec, la collezionista d'arte e filantropa sig. Josa Sedmach ved. Finney.

Attività ed economiaModifica

Per quanto riguarda le attività produttive, nel campo dell'artigianato Santa Croce è rinomata per la lavorazione del cuoio e delle pelli.[3]

NoteModifica

  1. ^ Comune di Trieste - Statuto
  2. ^ Spezialortsrepertorium der Oesterreichischen Laender. VII. Oesterreichisch-Illyrisches Kuestenland. Wien, 1918, Verlag der K.K. Hof- und Staatsdruckerei
  3. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 1, Roma, A.C.I., 1985, p. 19.