Apri il menu principale

Santuario di Portonaccio

Santuario di Portonaccio
Tempio di veio.JPG
Ruderi del santuario di Portonaccio a Veio
CiviltàEtrusca, Romana
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneRoma Capitale
Amministrazione
EnteParco Regionale di Veio, Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale.
ResponsabileGiacomo Sandri
(Commissario Straordinario), Alfonsina Russo (Soprintendente)
Mappa di localizzazione

Coordinate: 42°01′16″N 12°23′27″E / 42.021111°N 12.390833°E42.021111; 12.390833

L'Apollo detto di Veio, trovato a Portonaccio

Il santuario di Portonaccio è situato nei pressi dell'antica città etrusca di Veio, a nord di Roma, ed era fra i più venerati di tutta l'Etruria.

La costruzione risale ai primi decenni del VII secolo a.C. ma l'assetto finale è raggiunto intorno alla metà del V secolo a.C., dopo l'erezione nel 510 a.C. circa del tempio dedicato alla dea Menerva, la latina Minerva, ricordata da iscrizioni votive accanto ad altre divinità[1].

Negli scavi del santuario fu ritrovata la famosa statua fittile dell'Apollo di Veio, attribuito allo scultore etrusco Vulca.

NoteModifica

  1. ^ Il santuario di Portonaccio, su www.etruriameridionale.beniculturali.it, 1º luglio 2011. URL consultato l'8 maggio 2019.

BibliografiaModifica

  • Giovanni Colonna (a cura di), Il Santuario di Portonaccio a Veio. Gli scavi di Massimo Pallottino nella zona dell'altare (1939-1940), vol. 1, Roma, Giorgio Bretschneider Editore, 2002, ISBN 978-88-7689-209-7.
  • Laura Ambrosini, III. La cisterna arcaica con l'incluso deposito di età ellenistica, in Giovanni Colonna (a cura di), Il Santuario di Portonaccio a Veio, Roma, Giorgio Bretschneider Editore, 2010, ISBN 978-88-7689-246-2.
  • Luciana Drago Troccoli (a cura di), Veio: i santuari di Portonaccio e piano di comunità, in Scavi e ricerche archeologiche dell'Università di Roma "La Sapienza", Roma, L'Erma di Bretschneider, 1998, pp. 139-143, ISBN 978-88-8265-015-5.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Etruschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Etruschi