Seconda Divisione Lazio 1930-1931

Seconda Divisione Lazio 1930-1931
Competizione Seconda Divisione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIGC e Direttorio Regionale Laziale.
Luogo Italia Italia
Cronologia della competizione
1931-1932 Right arrow.svg

Seconda Divisione 1930-1931 fu il IV livello del XXXI campionato italiano di calcio.

Con lo spostamento di competenza dai Direttori Inferiori ai Direttori Regionali la composizione dei gironi di Seconda Divisione subì dei notevoli stravolgimenti.

Una grande novità di questa stagione fu rappresentata dalla presenza di squadre riserve: difatti con l'eliminazione del torneo regionale loro dedicato, le società militanti in Serie A e in Serie B avevano l'obbligo di iscrivere le loro squadre riserve in Seconda Divisione, escluse però dal meccanismo di promozione (rappresentato come gli anni precedenti dalla disputa della fase finale) poiché il loro campionato di merito era la Serie A o la Serie B.

Per assegnare i titoli di "Campione Regionale", ove si disputavano più gironi, era necessaria la disputa di un girone di finale (al quale potevano partecipare anche le squadre riserve). Le finali per il titolo regionale potevano essere disputate anche dalle società impegnate alle finali per la promozione alle Prima Divisione.

Questo è il campionato che fu gestito dal Direttorio Regionale Laziale avente sede a Roma.

Girone unicoModifica

Squadre partecipantiModifica

Club Città Stadio Stagione 1929-1930
S.S. Ardita Roma
S.S. Augusta Roma
S.S. Civitavecchiese Civitavecchia (RM)
S.S. Francesco Di Biagio Terracina (RM)[1]
G.U.F. Roma Roma
S.S. Lazio (B = riserve) Roma
U.S. Pippo Massangioli Chieti
U.S. Ostiense Roma-Ostia
Rieti F.C. Rieti
A.S. Roma (B = riserve) Roma
S.E.F. Torres Sassari

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Roma B 39 20 19 1 0 71 13 +58
2. Lazio B 27 20 11 5 4 47 13 +34
  3. Torres 26 20 11 4 5 31 18 +13
4.   Ostiense 22 20 8 6 6 39 21 +18
5. Rieti 21 20 8 5 7 29 30 -1
5. Civitavecchiese 21 20 9 3 8 32 38 -6
7.   Francesco Di Biagio 19 20 9 2 9 38 40 -2
8.   Ardita 15 20 6 3 11 25 44 -19
  9.   G.U.F. Roma 11 20 4 5 11 15 35 -20
10.   Augusta (-1)[2] 8 20 2 5 13 11 41 -30
  11. Pippo Massangioli (-3)[3] 5 20 3 2 15 13 58 -45

Legenda:

      Campione Laziale riserve 1930-1931.
      Ammesso alle finali per la promozione in Prima Divisione.
  Non iscritto la stagione successiva.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

RisultatiModifica

CalendarioModifica

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (12ª)
12 ott. 1-1 Ardita-Torres 0-2 18 gen.
2-1 Augusta-Massangioli 1-2
3-4 Di Biagio-Roma B 1-5
6-2 Lazio B-Rieti 3-1
5-1 Ostiense-Civitavecchiese 0-0
Riposa: GUF Roma


Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (13ª)
19 ott. 2-0 Ardita-Lazio B 1-1 1º feb.
0-0 Augusta-GUF Roma 2-0
2-2 Civitavecchiese-Massangioli 0-1
0-0 Rieti-Ostiense 0-3
0-2 Torres-Roma B 0-2
Riposa: Di Biagio


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (14ª)
26 ott. 1-5 Ardita-Roma B 0-3 15 mar.
2-0 Di Biagio-Augusta[4] 2-0 8 feb.
1-3 GUF Roma-Civitavecchiese 0-1
1-1 Lazio B-Ostiense 0-1
1-3 Massangioli-Rieti 0-0
Riposa: Torres


Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (15ª)
2 nov. 3-0 Civitavecchiese-Augusta 1-0 15 feb.
3-0 GUF Roma-Ardita 1-3
0-1 Massangioli-Di Biagio 2-8
1-0 Roma B-Lazio B 1-1
1-0 Torres-Ostiense[4] 2-0
Riposa: Rieti


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (16ª)
9 nov. 3-2 Civitavecchiese-Torres 0-3 1º mar.
1-3 Di Biagio-Rieti 0-2
0-1 GUF Roma-Lazio B 0-6
3-6 Massangioli-Ostiense 0-4 19 mar.
6-2 Roma B-Augusta 1-1
Riposa: Ardita


Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (17ª)
16 nov. 2-1 Ardita-Massangioli 0-1 8 mar.
2-4 Civitavecchiese-Roma B 1-5 28 mar.
1-1 Di Biagio-Lazio B 0-4 8 mar.
6-1 Ostiense-GUF Roma 0-0
1-1 Torres-Rieti 1-0 28 mar.
Riposa: Augusta
Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (18ª)
23 nov. 3-0 Ardita-Augusta 0-1 22 mar.
2-1 Di Biagio-Ostiense 0-1
1-0 GUF Roma-Massangioli[4] 2-0
4-0 Lazio B-Torres 0-0
2-0 Roma B-Rieti 4-2
Riposa: Civitavecchiese


Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (19ª)
30 nov. 1-2 Ardita-Rieti 1-3 12 apr.
0-0 Augusta-Ostiense 2-2
1-0 Di Biagio-Torres 1-4
6-2 Lazio B-Civitavecchiese 1-2
3-0 Roma B-GUF Roma 6-0
Riposa: Massangioli Chieti


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (20ª)
7 dic. 5-1 Di Biagio-Ardita 4-5 19 apr.
1-1 GUF Roma-Torres 2-3
2-1 Lazio B-Augusta 3-0
1-5 Massangioli-Roma B 0-11
2-0 Rieti-Civitavecchiese 1-3
Riposa: Ostiense


Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (21ª)
14 dic. 1-1 Ardita-Civitavecchiese 0-1 26 apr.
1-0 Di Biagio-GUF Roma 1-1
2-0 Roma B-Ostiense 3-0
2-0 [4]Torres-Massangioli[4] 2-0
4 gen. 2-2 Augusta-Rieti 1-4
Riposa: Lazio B


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (22ª)
21 dic. 0-2 [4]Augusta-Torres 0-4 3 mag.
4-0 Civitavecchiese-Di Biagio 2-4
4-0 Lazio B-Massangioli 2-0
4 gen. 9-0 Ostiense-Ardita 0-3
21 dic. 1-0 Rieti-GUF Roma[4] 2-0
Riposa: Roma B

NoteModifica

A parità di punti le squadre erano classificate a pari merito.
In caso di assegnazione di un titolo sportivo (per la promozione o la retrocessione) si effettuava uno spareggio in campo neutro.

  1. ^ La Provincia di Littoria fu istituita il 18 dicembre 1934.
  2. ^ Penalizzata di un punto per una rinuncia.
  3. ^ Penalizzata di 3 punti per tre rinunce.
  4. ^ a b c d e f g A tavolino per delibera del Direttorio. All'epoca non esisteva la figura del "giudice sportivo", ma erano i componenti del Direttorio in seduta collegiale a prendere le decisioni disciplinari.

BibliografiaModifica

Giornali

Libri

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio