Apri il menu principale

Selva mala

bosco naturale nell'Appennino meridionale
Selva mala
Silva-Mala forest viewed from Consini highlands.jpg
La selva osservata dall'altipiano dei Consini, tra Ariano e Monteleone
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàMonteleone di Puglia
Indirizzocontrada Bosco Selvamala
Caratteristiche
Tipobosco naturale
Superficie0,44 k
Notealtitudine compresa tra 730 e 806 m s.l.m.
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°09′56.28″N 15°13′00.38″E / 41.165633°N 15.216773°E41.165633; 15.216773

Selvamala (in latino medievale Silva mala) è un complesso boschivo ubicato nei monti della Daunia all'interno del territorio comunale di Monteleone di Puglia e a stretto confine con i comuni irpini di Savignano e Ariano.[1]

ToponimoModifica

Si presume che l'origine del nome sia da ricondurre alla località di Silva Marca, ove nel 1142 si tenne la seconda sessione delle Assise di Ariano (la prima si era tenuta nel 1140 sul vicino altopiano di Camporeale)[2]; infatti, benché il sito di Silva Marca non sia mai stato localizzato con esattezza, si ritiene comunque plausibile che potesse trovarsi sull'altopiano della Ferrara o della Difesa[3] che si estende lungo il margine occidentale della selva.[1]

StoriaModifica

Il bosco di Silva mala è citato per la prima volta nel 1269 in un diploma di re Carlo I d'Angiò quale dipendenza della contea di Ariano, di cui anche la terra di Monteleone faceva parte[4]. A partire dagli inizi del Seicento lo sfruttamento forestale della selva fu però oggetto di lunghe controversie legali[5] tra le universitates di Monteleone e Ariano, finché nel 1875 fu riconosciuto ufficialmente il possesso integrale e definitivo del bosco al comune di Monteleone[6].

DescrizioneModifica

La selva si estende per 440 000 [7] a ridosso del confine regionale tra Puglia e Campania nell'alta valle del Cervaro, 4 km a ovest del centro abitato di Monteleone[1] e ad altitudini comprese tra 730 e 806 m s.l.m.. La vegetazione è costituita essenzialmente da latifoglie decidue a dominanza di cerro, mentre il sottobosco è caratterizzato da piante arbustive o fruticose miste[8].

NoteModifica

  1. ^ a b c Istituto Geografico Militare, Monteleone di Puglia 174 II NO, in Foglio 174 della Carta d'Italia, M 891, 1ª ed., Firenze, 1954/1955.
  2. ^ Centro europeo di studi normanni, Le Assise di Ariano 1140-1990, a cura di Ortensio Zecchino, Convegno internazionale di studi ad 850 anni dalla promulgazione, Ariano Irpino, 1994, pp. 70-78.
  3. ^ (EN) The valley of Cervaro, su Dauniatur, 2014 (archiviato il 25 luglio 2018).
  4. ^ T. Vitale, pp. 379-380.
  5. ^ T. Vitale, p. 141.
  6. ^ Nicola Flammia, Storia della Città di Ariano, Ariano di Puglia, 1893, pp. 100-101.
  7. ^ Manifestazione d'interesse per la concessione in affitto di terreni boscati di proprietà comunale, su Comune di Monteleone di Puglia.
  8. ^ Piano di sviluppo socio-economico 2000-2006, su Comunità montana dei Monti Dauni meridionali. URL consultato il 26 dicembre 2018 (archiviato il 26 dicembre 2018).

BibliografiaModifica