Apri il menu principale
Senales
comune
(IT) Senales
(DE) Schnals
Senales – Stemma Senales – Bandiera
Senales – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaSuedtirol CoA.svg Bolzano
Amministrazione
SindacoKarl Josef Rainer (SVP) dal 10-5-2015 (2º mandato)
Lingue ufficialiTedesco, Italiano
Territorio
Coordinate46°42′N 10°55′E / 46.7°N 10.916667°E46.7; 10.916667 (Senales)Coordinate: 46°42′N 10°55′E / 46.7°N 10.916667°E46.7; 10.916667 (Senales)
Altitudine1 317 m s.l.m.
Superficie209,84 km²
Abitanti1 231[2] (30-9-2018)
Densità5,87 ab./km²
FrazioniCertosa/Karthaus (sede comunale), Madonna/Unser Frau, Maso Corto/Kurzras, Monte Santa Caterina/Katharinaberg, Vernago/Vernagt[1]
Comuni confinantiCastelbello-Ciardes, Laces, Malles Venosta, Moso in Passiria, Naturno, Parcines, Silandro, Sölden (AT-7)
Altre informazioni
Cod. postale39020
Prefisso0473
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT021091
Cod. catastaleI604
TargaBZ
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 4 390 GG[3]
Nome abitanti(IT) senalesini
(DE) Schnalser
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Senales
Senales
Senales – Mappa
Posizione del comune di Senales nella provincia autonoma di Bolzano
Sito istituzionale

Senales (Schnals in tedesco, Schnolz in dialetto sudtirolese, pronunciato [ʒnɔlts][4]) è un comune italiano di 1 231 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige. Ha una superficie territoriale con un'altimetria che varia dai 546 m s.l.m. ai 3.624 s.l.m.. È costituito da alcune frazioni distribuite nell'omonima valle formata dal rio Senales.

Indice

Geografia fisicaModifica

 
Interno della chiesa

Nel suo territorio comunale si trova la quarta montagna più alta della regione Trentino-Alto Adige, la Palla Bianca, con i suoi 3.738 metri di altezza.

Origini del nomeModifica

Il toponimo è attestato come Snales, Snals, Snalls, Snalse, Snalles nel 1273 e deriva dal latino cascina ("cascina") con un suffisso -ale.[5]

StoriaModifica

Sul territorio di Senales fu ritrovata, nel 1991, la mummia del Similaun.

StemmaModifica

Lo stemma è partito di azzurro e di argento; nella prima parte è raffigurato l'Arcangelo Gabriele d'oro, con la spada fiammeggiante nella mano destra, sopra il capo, ed una bilancia nella sinistra, in piedi sopra un drago nero con la lingua rossa. Nella seconda parte vi sono tre gheroni d'azzurro con la punta sulla partizione. La prima parte dello stemma raffigura il santo patrono dell'Abbazia Certosina di Allerengelberg, nella seconda le insegne dei Signori di Schlandersberg. Lo stemma è stato adottato nel 1967.[6]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Santuario della Madonna di Senales.

Degna di nota è la chiesa santuario dedicato alla Madonna, la quale custodisce una statua lignea del tardo XIII secolo in stile romanico-gotico, alta 13 cm.

SocietàModifica

Ripartizione linguisticaModifica

La sua popolazione è per la quasi sua totalità di madrelingua tedesca:

% Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Astat Censimento della popolazione 2011 - Determinazione della consistenza dei tre gruppi linguistici della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - giugno 2012
98,24% madrelingua tedesca
1,76% madrelingua italiana
0,00% madrelingua ladina

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[7]

 

CulturaModifica

MuseiModifica

  • museo "archeoParc"[8]

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Hubert Josef Variola SVP Sindaco
2010 in carica Karl Josef Rainer SVP Sindaco

SportModifica

Il 27 maggio 1995 la 14ª tappa del Giro d'Italia 1995 si è conclusa in Val Senales con la vittoria del colombiano Oliverio Rincón.

NoteModifica

  1. ^ Comune di Senales - Numeri e fatti.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2018.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Carlo Tagliavini, Teresa Capello, Dizionario degli Etnici e Toponimi italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  5. ^ AA.VV., Nomi d'Italia. Novara, Istituto Geografico De Agostini, 2004
  6. ^ (EN) Heraldry of the World: Schnals Archiviato il 1º agosto 2012 in Internet Archive.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ ARCHEOPARC Schnals | Val Senales | Südtirol | Alto Adige | South Tyrol | Tel: +39-0473-676263

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN123132263 · LCCN (ENn78006668 · GND (DE4118498-1 · BNF (FRcb12492211p (data) · WorldCat Identities (ENn78-006668
  Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige