Apri il menu principale

Serie A 1975-1976 (rugby a 15)

46º campionato italiano di rugby a 15 di prima divisione
Serie A 1975-1976
Competizione Serie A
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 46ª
Organizzatore Federazione Italiana Rugby
Date dal 28 settembre 1975
al 16 maggio 1976
Luogo Italia Italia
Partecipanti 12
Formula Girone unico
Risultati
Vincitore Rovigo
(8º titolo)
Retrocessioni Frascati
Statistiche
Miglior marcatore Galles Robin J. Williams (207)
Record mete Italia Elio De Anna (19)
Rugby Rovigo 1976.jpg
Una formazione del Rugby Rovigo campione d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1974-75 1976-77 Right arrow.svg

Il Campionato di serie A 1975-76 fu il 46º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Fu l'ultimo con tale formula a disputarsi a 12 squadre: dalla stagione successiva la massima divisione fu ampliata a 14 formazioni e, per tale ragione, la Federazione Italiana Rugby previde solo una retrocessione (a fronte di tre promozioni dalla serie B)[1], salvo poi tornare a 12 squadre dopo solo quattro stagioni.

Dopo le esperienze della Ginnastica Torino e del CUS Torino, un'altra formazione sabauda si affacciò alla massima serie, il Torino, formato da elementi fuoriusciti dal club universitario[2]. Esordì in serie A anche il Casale, formazione veneta di Casale sul Sile (TV).

A vincere il titolo nazionale fu, per l'ottava volta, il Rovigo, che si laureò campione d'Italia proprio all'ultima giornata, come il Brescia campione uscente aveva fatto l'anno precedente ai danni dell'Aquila: al 22º turno la squadra lombarda era appaiata in classifica al Rovigo a quota 34 e ospitava proprio i veneti, che si imposero per 12-6 e vinsero il campionato[1]. L'unica squadra a retrocedere fu il Frascati.

Il campionato si segnalò anche per un ulteriore passo in avanti sulla strada delle sponsorizzazioni: se fino alla stagione precedente esse rappresentavano un'eccezione, nell'edizione in oggetto per la prima volta il numero di squadre il cui nome fu accoppiato a un marchio commerciale fu uguale a quello di coloro prive di sponsor, esattamente 6 contro 6: già dal campionato seguente le squadre con uno sponsor furono la maggioranza e in seguito i partner commerciali entrarono di fatto in pianta stabile nel campionato, e furono le squadre prive di marchio a rappresentare quasi sempre un'eccezione[1].

Squadre partecipanti e sponsorModifica

RisultatiModifica

  1ª/12ª giornata  
12-22 Torino - Petrarca 12-65
30-4 L'Aquila - Amatori Catania 6-4
13-12 Treviso - Rugby Roma 13-9
19-12 Fiamme Oro - Frascati 26-18
26-21 Rovigo - Parma 13-13
48-6 Brescia - Casale 20-0
  4ª/15ª giornata  
25-17 Rugby Roma - Rovigo 7-34
13-18 Fiamme Oro - L'Aquila 9-31
10-10 Frascati - Casale 3-13
13-10 Treviso - Torino 24-15
20-9 Petrarca - Amatori Catania 12-6
19-3 Brescia - Parma 20-0
  7ª/18ª giornata  
18-3 Rugby Roma - Casale 3-12
8-15 Amatori Catania - Brescia 0-23
9-18 Fiamme Oro - Petrarca 20-25
12-7 L'Aquila - Rovigo 15-17
35-0 Treviso - Frascati 46-18
20-6 Parma - Torino 10-10
  10ª/21ª giornata  
10-21 Amatori Catania - Rugby Roma 12-22
14-0 Torino - Frascati 13-6
13-0 Treviso - Casale 10-4
20-0 L'Aquila - Parma 14-13
3-9 Petrarca - Rovigo 12-9
26-9 Brescia - Fiamme Oro 9-31
  2ª/13ª giornata  
60-21 Rugby Roma - Fiamme Oro 0-16
12-15 Frascati - Brescia 4-30
0-0 Casale - Amatori Catania 3-3
6-9 Parma - Treviso 3-22
13-9 Petrarca - L'Aquila 13-16
26-6 Rovigo - Torino 21-16
  5ª/16ª giornata  
10-0 Torino - Amatori Catania 0-14
9-3 Casale - Fiamme Oro 7-13
29-7 L'Aquila - Frascati 16-6
6-4 Parma - Rugby Roma 10-12
7-6 Petrarca - Brescia 7-12
20-6 Rovigo - Treviso 15-13
  8ª/19ª giornata  
10-3 Torino - Casale 25-13
12-12 Frascati - Rugby Roma 8-11
28-10 Treviso - Amatori Catania 3-4
20-6 Petrarca - Parma 12-0
17-6 Rovigo - Fiamme Oro 14-9
20-10 Brescia - L'Aquila 12-12
  11ª/22ª giornata  
6-6 Torino - Rugby Roma 18-26
12-11 Fiamme Oro - Amatori Catania 16-20
4-49 Frascati - Petrarca 19-35
33-15 Treviso - L'Aquila 6-40
12-0 Parma - Casale 9-14
3-3 Rovigo - Brescia 12-6
  3ª/14ª giornata  
10-6 Amatori Catania - Frascati 6-6
13-18 Torino - Brescia 6-14
10-10 Casale - Rovigo 6-24
13-10 L'Aquila - Rugby Roma 6-7
20-9 Treviso - Petrarca 8-13
19-3 Parma - Fiamme Oro 3-12
  6ª/17ª giornata  
10-9 Rugby Roma - Petrarca 10-9
15-3 Amatori Catania - Parma 0-17
21-6 Fiamme Oro - Torino 19-4
3-3 Frascati - Rovigo 9-38
3-3 Casale - L'Aquila 3-36
22-4 Brescia - Treviso 25-3
  9ª/20ª giornata  
16-9 Rugby Roma - Brescia 14-21
4-6 Fiamme Oro - Treviso 7-7
0-36 Casale - Petrarca 13-50
41-0 L'Aquila - Torino 13-13
4-9 Parma - Frascati 3-6
6-18 Amatori Catania - Rovigo 0-111

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS Pt
  1. Rovigo 22 16 4 2 470 203 36
2. Brescia 22 16 2 4 385 157 34
3. Petrarca 22 16 0 6 459 215 32
4. L’Aquila 22 14 3 5 398 218 31
5. Treviso 22 13 1 8 327 261 27
6. Rugby Roma 22 11 2 9 303 288 24
7. Fiamme Oro 22 9 2 11 299 325 20
8. Torino 22 6 3 12 220 379 15
9. Amatori Catania 22 5 3 14 152 382 13
10. Casale 22 4 5 12 128 355 13
11. Parma 22 4 3 15 166 267 11
  12. Frascati 22 2 4 16 169 399 8

VerdettiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Volpe, pag. 52.
  2. ^ Giorgio Barberis, Un rugby "nuovo" a Torino con Bill Bowring e Waskett, in La Stampa, 31 agosto 1975, p. 16. URL consultato il 1º dicembre 2013.

BibliografiaModifica

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby