Apri il menu principale
Sick Note
Titolo originaleSick Note
PaeseRegno Unito
Anno2017 – in produzione
Formatoserie TV
Generecommedia drammatica
Stagioni2
Episodi14
Durata22-24 min (episodio)
45 min (ep.1x01)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreEmmanuel Di Donna , James Serafinowicz
RegiaMatt Lipsey
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MusicheCarly Paradis
ScenografiaJulie Signy
TruccoNicola Coleman
ProduttoreSarah Fraser
Produttore esecutivoJo Sargent
Casa di produzioneKing Bert Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal7 novembre 2017
Alin corso
Rete televisivaSky One
Distribuzione in italiano
Dal23 novembre 2018
Alin corso
DistributoreNetflix

Sick Note è una serie televisiva britannica creata da Nat Saunders con James Serafinowicz e diretta da Matt Lipsey. Viene trasmessa dal 7 novembre 2017 su Sky One.[1]

In Italia, le prime due stagioni della serie sono state pubblicate interamente il 23 novembre 2018 su Netflix.[2]

TramaModifica

Daniel Glass è un giovane fannullone che vive a scrocco a casa della sua ragazza/ex e che preferisce giocare ai videogiochi invece di andare al lavoro, inventandosi scuse al limite della ragione. Quando al giovane viene riscontrato un carcinoma dell’esofago, tutte le persone, che prima d’ora lo evitavano, iniziano a trattarlo bene. Da questa vicenda ne scaturiscono altre, ai limiti del ridicolo e dell’inimmaginabile, grazie anche agli innumerevoli segreti e bugie che circolano tra i vari personaggi della serie.

Personaggi e interpretiModifica

EpisodiModifica

Stagione Episodi Prima TV UK Pubblicazione Italia
Prima stagione 6 2017 23 novembre 2018
Seconda stagione 8 2018

NoteModifica

  1. ^ (EN) Olivia Waring, When is Sick Note on Sky One? Comedy starring Rupert Grint, Nick Frost and Miami Vice's Don Johnson, su The Sun, 13 giugno 2017. URL consultato il 22 novembre 2018.
  2. ^ AntonioGenna.net TELEFILM NEWS: servizi streaming, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 22 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione