Stefano Crescentini

doppiatore e direttore del doppiaggio italiano

Stefano Crescentini (Roma, 10 luglio 1974) è un doppiatore e direttore del doppiaggio italiano.

BiografiaModifica

È figlio del doppiatore Domenico Crescentini.[1] La sua prima esperienza di doppiaggio avviene da bambino, grazie al padre.

Due anni dopo, non ancora decenne, viene invitato da Renato Izzo al provino per dare la voce a Gianni Darling,[2] nel ridoppiaggio del film d'animazione Le avventure di Peter Pan prodotto dalla Disney nel 1953 e lo vince.[1] Da quel momento comincia una lunga serie di doppiaggi nelle produzioni Disney, fino all'età di dodici anni quando vince il provino per doppiare un giovane Christian Bale ne L'Impero del Sole (1987).[1][2]

Il film segna l'inizio della carriera professionale come doppiatore, nonostante la giovane età, che prosegue fino ai vent'anni quando il cambio di voce dovuto alla crescita ne segna un rallentamento. Nello stesso periodo lascia l'università di Economia e commercio e, due anni più tardi, ricomincia a doppiare a tempo pieno, prestando la voce a numerosi attori famosi.[2]

CarrieraModifica

Ha legato la sua voce ad attori come, Jake Gyllenhaal, James McAvoy, Robert Pattinson, Chris Pine, Jensen Ackles, Jim Sturgess, Aidan Turner e molti altri.

È noto soprattutto per aver prestato voce a L in Death Note; Jensen Ackles come Dean Winchester in Supernatural, Artù Pendragon in Merlin, e Jason Teague nella serie Smallville; Ashton Kutcher nel ruolo di Walden Schmidt nella serie televisiva Due uomini e mezzo; Robert Pattinson nel ruolo di Edward Cullen nella saga di Twilight; Seann William Scott nella saga di American Pie nel ruolo di Steve Stifler; Christian Bale ne L'impero del sole di Steven Spielberg; Jesse Metcalfe nella serie televisiva Desperate Housewives e nel remake di Dallas; Jesse Spencer nel ruolo del dottor Robert Chase in Dr. House - Medical Division e del capitano vigile del fuoco Matthew Casey in Chicago Fire; Paul Wesley nel ruolo di Stefan Salvatore in The Vampire Diaries; Ian Somerhalder in Lost; Chad Michael Murray in One Tree Hill.

Nel luglio 2013 riceve il Leggio d'oro come voce maschile dell'anno.[3]

Il 13 gennaio 2018 riceve il premio "Voce maschile" al Festival Nazionale del Doppiaggio "Le Voci del Cinema".[4][5]

DoppiaggioModifica

FilmModifica

Film d'animazioneModifica

Serie televisiveModifica

Soap opera e telenovelasModifica

Serie d’animazioneModifica

VideogiochiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c IL MONDO DEI DOPPIATORI - La pagina di STEFANO CRESCENTINI, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 25 maggio 2019.
  2. ^ a b c Doppiatori Italiani, Intervista al doppiatore Stefano Crescentini (Stiffler di American Pie), 10 novembre 2013. URL consultato il 25 maggio 2019.
  3. ^ Il Palmarès 2013, su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.
  4. ^ Edizione 2018 – I Doppiatori Italiani, su doppiatoriitaliani.com. URL consultato il 25 maggio 2019.
  5. ^ Doppiatori Italiani, Stefano Crescentini - Festival Del Doppiaggio "Le Voci Del Cinema" 2018, 8 marzo 2018. URL consultato il 25 maggio 2019.
  6. ^ AntonioGenna.net presenta IL MONDO DEI DOPPIATORI - EXTRA: VIDEOGAMES "Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio", su antoniogenna.net. URL consultato il 19 agosto 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica