Apri il menu principale

Silicio nativo

minerale
Silicio nativo
Classificazione Strunz (ed. 10)1.CB.15
Formula chimicaSi
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinomonometrico
Sistema cristallinoisometrico (cubico)
Classe di simmetriaesottaedrica
Parametri di cellaa=5,431
Gruppo puntuale4/m 3 2/m
Gruppo spazialeF d3m
Proprietà fisiche
Densità2.33 g/cm³
Durezza (Mohs)7[1][2]
Sfaldaturaassente[1]
Fratturaconcoide[1]
Colorenero ferro o bruno rossastro[1], iridescente in films[2]
Lucentezzametallica[1]
Opacitàopaco[1][2]
Striscioneri[1]
Diffusionemolto raro[1][2]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

Il silicio nativo è un minerale composto da silicio approvato dall'IMA nel 1983. Il minerale è stato scoperto nel giacimento di Nuevo Potosi a Cuba.[3]

MorfologiaModifica

Il silicio nativo si presenta in grani informi e cristalli microscopici. I cristalli hanno forma cubica combinata con un ottaedro.[3]

Origine e giacituraModifica

Il silicio nativo è stato scoperto nel porfido dioritico alterato in rocce di sericite, quarzo e carbonati. È associato con oro nativo, arsenopirite, rame nativo, piombo nativo, ferro nativo, cohenite, grafite e moissanite.[3]

Il silicio nativo si forma dalle esalazioni vulcaniche, si rinviene anche come inclusione nell'oro nativo e nelle rocce originatesi nel mantello terrestre.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h Scheda tecnica del minerale su webmineral.com
  2. ^ a b c d Scheda tecnica del minerale su mindat.org
  3. ^ a b c (EN) John L. Jambor, Puziewicz Jacek, New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 76, 1991, pp. 665-671. URL consultato il 20 dicembre 2012.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia