Apri il menu principale

Sir Henry Merrivale

Sir Henry Merrivale
Lingua orig.Inglese
AutoreJohn Dickson Carr
1ª app.1934
1ª app. inThe Plague Court Murders
Ultima app. inThe Cavalier's Cup
app. it. inLa casa stregata
SessoMaschio
Luogo di nascitaSussex
Data di nascita1871

Sir Henry Merrivale è un personaggio immaginario creato da Carter Dickson, uno degli pseudonimi utilizzati dallo scrittore statunitense John Dickson Carr (1906-1977). Sir Henry Merrivale, alias H.M., detto anche il Vecchio, è il protagonista di ventidue romanzi gialli, pubblicati fra il 1934 e il 1953, tutti incentrati sul tema del delitto impossibile. Le prime storie con H.M. sono abbastanza serie, mentre col passare del tempo il personaggio diventa più comico ed alle volte anche grottesco. La principale fonte di ispirazione per il personaggio di Sir Henry Merrivale è stato il celeberrimo statista inglese Winston Churchill, al quale assomiglia sia fisicamente sia per temperamento.

Il personaggioModifica

Carter Dickson inserisce nei diversi romanzi della serie alcuni dettagli sulla biografia di H.M.:

«"Sono nato" - disse con la solennità tipica della circostanza - il sei febbraio 1871 a Cranleigh Court, vicino a Great Yewborough, nel Sussex. Mia madre, da signorina, era Agnes Honoria Gayle, figlia del reverendo William e della signora Gayle, di Great Yewborough. Mio padre, nonostante le voci calunniose circolate in quel tempo, era Henry St. John Merrivale, ottavo baronetto del nome".[2]»

  • H.M. è sposato, con due figlie[3].

«Sua moglie, per esempio, passava la maggior parte dell'anno sulla riviera francese e, quando veniva a Londra, apriva la casa a un mucchio di gente che lui non poteva soffrire. Le due figlie spesso si impadronivano della sua macchina e se ne andavano a fare gite in comitiva, per fermarsi poi alle cinque di mattina sotto le finestre della casa, suonando furiosamente il clacson per farsi aprire e costringendolo a venire alla finestra a insultarle.[4]»

«H.M., che oltre tutto era anche medico e avvocato, parlò con acida affabilità.[5]»

«La stanza dal soffitto basso, con le due ampie finestre che davano sui giardini e sull'Embankment, era più in disordine che mai, tutta straripante di carte, pipe, quadri e varia robaccia. [...] Sulle pareti c'era qualche quadro e qualche trofeo in più, ma il resto era rimasto come prima. Sul caminetto di marmo bianco, nel quale ardeva una spessa brace, c'era il solito ritratto di un Fouché dall'aria mefistofelica, fiancheggiato piuttosto incongruamente da altri due ritratti più piccoli dei due unici scrittori che secondo H.M. sapevano scrivere in modo appena decente: Charles Dickens e Mark Twain. L'intera parete era tappezzata di scaffali zeppi di libri disposti nel massimo disordine.[6]»

  • Politica: un tempo fanatico socialista, col tempo è divenuto un ugualmente fanatico tory.
  • Indirizzo: in Brook Street, a Londra.

«Su insistenza di H.M., Tairlaine passò quella notte nella grande casa di Brook Street [...] La casa era una di quelle dimore che sembrano fatte esclusivamente per darvi dei ricevimenti. Ma era per quasi tutto l'anno abitata solo da H.M. e dalla servitù.[4]»

«Il Diogene si trova a Pall Mall [...] Nelle sale del pianterreno (tranne che in quella riservata ai visitatori) vige l'inesorabile regola del Diogene: Qui i membri devono parlare in latino o tacere. Di conseguenza H.M. diceva che non esisteva luogo migliore per sedere e riflettere, o magari sedere e basta.[7]»

  • H.M. parla correntemente il francese e conosce il latino abbastanza bene da essere in grado di risolvere un cruciverba in quella lingua.[8]

«Si capisce subito perché il francese di H.M. non fa bella figura nei circoli diplomatici: benché straordinariamente fluente, per la maggior parte è composto di gergo da bassifondi.[9]»

BibliografiaModifica

Romanzi con Sir Henry MerrivaleModifica

I romanzi con Sir Henry Merrivale sono elencati secondo l'ordine cronologico riportato dalla John Dickson Carr Society[10].

  1. 1934 La casa stregata, (The Plague Court Murders)
  2. 1934 Assassinio nell'abbazia (titolo alternativo Sangue al priorato), (The White Priory Murders)
  3. 1935 I delitti della vedova rossa (titoli alternativi La camera misteriosa o La vedova rossa), (The Red Widow Murders)
  4. 1935 I delitti dell'unicorno, (The Unicorn Murders)
  5. 1936 Delitto da burattini, (The Magic Lantern Murders o The Punch and Judy Murders (edizione inglese))
  6. 1937 Il mistero delle penne di pavone, (The Peacock Feather Murders o The Ten Teacups (edizione inglese))
  7. 1938 L'occhio di Giuda, (The Judas Window)
  8. 1938 Il mistero delle cinque scatole (titoli alternativi: Le cinque scatole o Uno strano convegno), (Death in Five Boxes)
  9. 1939 Lettore, in guardia!, (The Reader is Warned)
  10. 1940 E così fino al delitto, (And So to Murder)
  11. 1940 Fantasma in mare, (Nine - and Death Makes Ten o Murder in the Atlantic o Murder in the Submarine Zone(edizione inglese))
  12. 1941 Colpite al cuore, (Seeing is Believing o Cross of Murder)
  13. 1942 Il lago d'oro, (The Gilded Man o Death and the Gilded Man)
  14. 1943 Saper morire, (She Died a Lady)
  15. 1944 Perché uccidere Patience?, (He Wouldn't Kill Patience)
  16. 1945 La lampada di bronzo, (Curse of the Bronze Lamp o Lord of the Sorcerers (edizione inglese))
  17. 1946 Le mie defunte mogli (titolo alternativo Giù la maschera), (My Late Wives)
  18. 1948 Il mistero dello scheletro, (The Skeleton in the Clock)
  19. 1949 Henry Merrivale e il fantasma di un amore, (A Graveyard to Let)
  20. 1950 La vedova beffarda, (Night at the Mocking Widow)
  21. 1952 Henry Merrivale e il ladro di Tangeri, (Behind the Crimson Blind)
  22. 1953 La coppa del cavaliere, (The Cavalier's Cup)

RaccontiModifica

  1. 1947 La casa a Goblin Wood, (The House in Goblin Wood)
  2. 1956 L'uomo che spiegava i miracoli, (The Man Who Explained Miracles, titoli alternativi All in a Maze e Ministry of Miracles)

FilmModifica

In Italia, nel 1982, la RAI ha mandato in onda uno sceneggiato diretto da Paolo Poeti, dal titolo L'occhio di Giuda, tratto dal romanzo omonimo. Il ruolo di Sir Henry Merrivale era interpretato da Adolfo Celi. Del cast facevano parte anche altri attori noti come Daniela Poggi e Gianni Garko.[11]

NoteModifica

  1. ^ Carter Dickson, Il mistero delle cinque scatole, Classici del Giallo n. 475, Mondadori, 1985, p. 152.
  2. ^ Carter Dickson, Colpite al cuore, Classici del Giallo n. 835, Mondadori, 1999, p. 220.
  3. ^ Carter Dickson, Il mistero delle cinque scatole, Classici del Giallo n. 475, Mondadori, 1985, p. 150.
  4. ^ a b Carter Dickson, La vedova rossa, in "I delitti della camera chiusa 2", Mondadori, 1977, p. 123.
  5. ^ Carter Dickson, I delitti della vedova rossa, Mondadori, 1989, p. 26.
  6. ^ Carter Dickson, La casa stregata, Mondadori, 2011, pp. 166–168.
  7. ^ Carter Dickson, I delitti della vedova rossa, Mondadori, 1989, p. 169.
  8. ^ Carter Dickson, I delitti della vedova rossa, Mondadori, 1989.
  9. ^ Carter Dickson, I delitti dell'unicorno, Mondadori, 2004, p. 63.
  10. ^ (EN) John Dickson Carr Data Base: Books, su mysterylist.com. URL consultato il 22/08/2012.
  11. ^ (EN) L'occhio di Giuda (TV Mini-Series 1982) IMDb, su imdb.com. URL consultato il 9 ottobre 2014.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh94004387