Soddì

comune italiano
Soddì
comune
(IT) Soddì
(SC) Soddìe
Soddì – Stemma
Soddì – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
SindacoGreta Pes (lista civica Innovazione per Soddí) dal 10-6-2018
Territorio
Coordinate40°07′47″N 8°52′41″E / 40.129722°N 8.878056°E40.129722; 8.878056 (Soddì)Coordinate: 40°07′47″N 8°52′41″E / 40.129722°N 8.878056°E40.129722; 8.878056 (Soddì)
Altitudine250 m s.l.m.
Superficie5,24 km²
Abitanti121[1] (30-6-2019)
Densità23,09 ab./km²
Comuni confinantiAidomaggiore, Boroneddu, Ghilarza
Altre informazioni
Cod. postale09080
Prefisso0785
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT095078
Cod. catastaleI778
TargaOR
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) soddiesi
(SC) soddiesos
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Soddì
Soddì
Soddì – Mappa
Posizione del comune di Soddì all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Soddì (Soddie in sardo) è un comune italiano di 121 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna. Il comune sorge a 250 metri sul livello del mare nella regione storica del Barigadu.

Dal suo centro abitato si può osservare il vicino lago Omodeo.

StoriaModifica

L'area fu abitata già dall'epoca nuragica, per la presenza sul territorio di numerosi nuraghi,

Nel Medioevo appartenne al Giudicato di Arborea e fece parte della curatoria di Guilcier, o Gilciber, detta più tardi Ozier Real. Alla caduta del giudicato (1410) passò sotto il dominio aragonese. Nel 1416 tutto il Gilciber e i territori della curatoria di Parte Barigadu vennero concessi in feudo a Valore di Ligia, un arborense che aveva tradito il giudice di Arborea Ugone III nel corso delle guerre tra Aragona e Arborea; quando però Valore e suo figlio Bernardo si recarono a prendere possesso del feudo, vennero uccisi insieme alla loro scorta a Zuri. Più tardi entrò a far parte del marchesato di Sedilo, di cui seguì le sorti fino al 1839, quando il sistema feudale venne abolito e il paese fu riscattato agli ultimi feudatari e divenne un comune amministrato da un sindaco e da un consiglio comunale.

Sino al 1979 il paese è stato una frazione del comune di Ghilarza.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[2]

 

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo i dati ISTAT[3] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 15 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Lingue e dialettiModifica

La variante del sardo parlata a Soddì è riconducibile alla Limba de mesania.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2019.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Statistiche demografiche ISTAT, su demo.istat.it. URL consultato l'11 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2012).

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna