Apri il menu principale

I pescatori di stelle

film del 1938 diretto da Graham Heid
(Reindirizzamento da Sognando fra le stelle)
I pescatori di stelle
I pescatori di stelle.png
Titolo originale
Titolo originaleWynken, Blynken & Nod
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1938
Durata8 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione, fantastico, musicale
RegiaGraham Heid
SoggettoEugene Field
SceneggiaturaBill Cottrell, Vernon Stallings, Joe Grant
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione in italianoRKO Radio Films
MusicheLeigh Harline
Character designCharlie Thorson
AnimatoriArt Palmer, Isadore Klein, George Rowley, Stan Quackenbush, Bob Wickersham, Dick Huemer, Ugo D'Orsi
SfondiMique Nelson

I pescatori di stelle (Wynken, Blynken & Nod) è un film del 1938 diretto da Graham Heid. È un cortometraggio d'animazione della serie Sinfonie allegre, distribuito negli Stati Uniti dalla RKO Radio Pictures il 27 maggio 1938.[1] Il film, considerato come un potenziale sequel di Ninna nanna (1933), è basato sulla poesia di Eugene Field Dutch Lullaby, pubblicata il 9 marzo 1889 sul Chicago Daily News.[2] L'inizio della produzione del corto era prevista per gennaio del 1934 ma la fase di scrittura iniziò solo un anno dopo; a seguito dei numerosi ritardi causati anche dalla produzione del film Biancaneve e i sette nani (1937), I pescatori di stelle è considerato una delle Sinfonie allegre dalla gestazione più lunga insieme a La falena e la fiamma, uscito il mese prima.[2] A partire dagli anni novanta è stato distribuito coi titoli Sognando tra le stelle e Sognando fra le stelle.

TramaModifica

Wynken, Blynken e Nod sono tre bambini che s'imbarcano su uno zoccolo e prendono il largo verso il cielo infinito. Si fermano a pescare tra le nuvole, ma i pesci, creature magnifiche luminose come le stelle, sono più furbi di loro e così i bambini si ritrovano a bocca asciutta. Mentre si stanno spostando scoppia una tempesta piena di nuvoloni che soffiano e sbuffano contro la piccola barchetta a cui, per la violenza degli urti, si spezza l'albero maestro. I pargoli precipitano dal cielo e si avvicinano pian piano ad un villaggio avvolto dalle tenebre della notte e si vanno a posare sopra la testa di un infante che dorme, scomparendo dentro di lui: in realtà i bambini erano le personificazioni dei suoi occhi e della sua testa, lo zoccolo era la sua culla e la loro avventura era tutta un suo sogno.

DistribuzioneModifica

Edizione italianaModifica

Il corto fu distribuito in Italia nel 1951, ma non è noto se fosse doppiato.[3] L'unico doppiaggio conosciuto fu realizzato dalla Royfilm per l'inserimento nella VHS Le fiabe volume 2: Il brutto anatroccolo e altre storie, uscita nel maggio 2002. Non essendo disponibile una colonna internazionale, per il doppiaggio della canzone la musica fu sostituita da una versione sintetizzata.

Edizioni home videoModifica

VHSModifica

America del Nord
  • The Disney Dream Factory: 1933-1938 (1985)
Italia
  • L'asinello (1982)
  • Silly Symphonies (1986)
  • Le fiabe volume 2: Il brutto anatroccolo e altre storie (maggio 2002)

DVDModifica

Una volta restaurato, il cortometraggio fu distribuito in DVD nel primo disco della raccolta Silly Symphonies, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[4] e in Italia il 21 aprile 2004. In Italia fu incluso anche nei DVD 3, 2, 1... è Natale! del 4 dicembre 2002 e Il brutto anatroccolo e altre storie, uscito il 3 settembre 2003 come secondo volume della collana Le fiabe.

Altri mediaModifica

I tre protagonisti appaiono nella storia a fumetti di Tony Strobl Dumbo nella Via Lattea, pubblicata nel luglio 1949. Nella traduzione italiana vengono chiamati Trottolo, Pispolo e Zuzzolo.[5]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, p. 623, ISBN 0-7868-6391-9.
  2. ^ a b (EN) Russell Merritt e J. B. Kaufman, Walt Disney's Silly Symphonies: A Companion to the Classic Cartoon Series, Gemona del Friuli, Cineteca del Friuli, 2006, pp. 193-195, ISBN 88-86155-27-1.
  3. ^ Giulio Andreotti, Nulla osta (PDF), su Italia Taglia, Presidenza del Consiglio dei ministri, 28 agosto 1951. URL consultato l'11 aprile 2017.
  4. ^ (EN) Lindsay Mayer, Silly Symphonies: The Historic Musical Animated Classics DVD Review, su dvdizzy.com, p. 1. URL consultato il 24 novembre 2016.
  5. ^ Dumbo nella Via Lattea, in INDUCKS.

Collegamenti esterniModifica