Apri il menu principale
Star Rats - Episodio II
fumetto
Star Rats - Episodio II.jpg
Copertina della storia
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
AutoreLeo Ortolani
EditorePanini Comics
1ª edizionenovembre 2014
Albiunico
Collana 1ª ed. it.Special Events n. 87
Genereparodia
Preceduto daStar Rats - Episodio I
Seguito daStar Rats - Episodio III

Star Rats - Episodio II (sottotitolo Una rottura di cloni) è una storia a fumetti di Leo Ortolani, una parodia del film fantascientifico Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni, reinterpretata con riferimento alla serie di fumetti di Rat-Man di Ortolani.

Indice

TramaModifica

Il protagonista è sempre il giovane Pietreppaolo (personaggio "interpretato" da Rat-Man), che vuole diventare un Cavaliere dell'Oroscopo, con l'aiuto del maestro Aldo Uankebaldo (equivalente di Obi-Wan Kenobi). L'imperatore nero ed il malvagio Conte Draku (caricatura di Christopher Lee/Conte Dooku) complottano per far sì che il pianeta Insettus esca dalla federazione dei pianeti, portando il senato galattico sull'orlo di una guerra civile. Intanto l'incolumità della principessa Pupilù (caricatura della senatrice di Naboo Padmé Amidala) viene affidata a Pietreppaolo che si innamora di lei e viene temporaneamente sedotto dal lato oscuro dell'oroscopo diventando Dark Mouse.

Tornato di nuovo Pietreppaolo grazie all'amore ricambiato della principessa Pupilù, Rat-Man viene catturato ed incatenato sul pianeta Insettus insieme alla principessa e ad Aldo Uankebaldo. Soltanto l'arrivo del maestro Bellachioma e l'utilizzo di un esercito di cloni da lui ordinato (in luogo di donne nude prosperose) porterà di nuovo la pace nella galassia, con la sconfitta del conte Draku ed il matrimonio tra Pietreppaolo e la principessa Pupilù.

RealizzazioneModifica

Dopo aver creato il primo Star Rats, Ortolani decide di estendere l'universo e di realizzare anche gli episodi I, II e III.[1] Il primo annuncio per la creazione di Star Rats - Episodio II è stato nel 2004, nelle pagine della posta di Rat-Man Collection n. 45, dove ne annunciava l'uscita per l'anno successivo.[2] Inizialmente aveva pensato come titolo a un generico Star Rats II,[3] modificato poi in Star Rats: Episodio II - La guerra dei Quoti.[4] In realtà Ortolani reputava pessimo il film Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni, e nonostante ne avesse comprato per completezza il DVD, non riusciva a rivederlo per poterne realizzare la parodia.[1][5][6]

La produzione dell'albo ha continuato quindi a slittare di anno in anno, superato anche da Allen nel 2012,[7] finché Ortolani decise di realizzarlo in occasione dell'uscita della terza trilogia di Guerre stellari nel 2015, animato dalle aspettative di un'espansione della saga di Star Wars.[6][8] In particolare l'idea fu di farlo uscire nel 2014 (con il titolo definitivo Star Rats - Episodio II: Una rottura di cloni), per poi distribuire Star Rats - Episodio III l'anno successivo in concomitanza con il nuovo film Star Wars Episodio VII.[1][5]

«Così è successo di nuovo. Di nuovo, ho realizzato delle storie sulla scia di un'emozione, di una sensazione, di qualcosa di impalpabile come può essere solo la speranza. Una NUOVA speranza.»

(Leo Ortolani[6])

Rivide quindi il film e realizzò la storia,[1][5] facendola uscire in anteprima a Lucca Comics & Games 2014.[9] Oltre a Episodio III, Ortolani non ha comunque escluso la possibilità di continuare con gli episodi VII, VIII e IX in seguito all'uscita della terza trilogia di Guerre stellari.[1]

A dicembre 2015 è uscito anche un cofanetto per raccogliere i 3 albi della trilogia prequel di Star Rats (Episodio I, Episodio II ed Episodio III), che comprendeva anche un poster di Dark Mouse.[10]

AccoglienzaModifica

L'albo ha avuto recensioni positive. Secondo BadComics.it risulta molto divertente, oltre che superiore come qualità delle battute rispetto ai precedenti albi della saga di Star Rats.[11] Lo Spazio Bianco afferma che Ortolani con questa storia riesce a «far ridere con spensieratezza e in modo sempre originale».[12]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Leo Ortolani, Una nuova promessa, in Star Rats - Episodio II, Panini Comics, novembre 2014, pp. 60-63
  2. ^ Leo Ortolani, Uomini e topi, in Rat-Man Collection n. 45, ed. Panini Comics, novembre 2004, pp. 59-63
  3. ^ Leo Ortolani, Uomini e topi, in Rat-Man Collection n. 47, ed. Panini Comics, marzo 2005, pp. 59-63
  4. ^ Leo Ortolani, Uomini e topi, in Rat-Man Collection n. 64, ed. Panini Comics, gennaio 2008, pp. 60-63
  5. ^ a b c Leo Ortolani, Star Rats - L'episodio fantasma, in Rat-Man Collection n. 104, Panini Comics, settembre 2014, pp. 55-57
  6. ^ a b c Leo Ortolani, Chi vive sperando, da Star Rats - Episodio III, ed. Panini Comics, dicembre 2015, pp. 53-54
  7. ^ Leo Ortolani, Uomini e topi, in Rat-Man Collection n. 91, ed. Panini Comics, luglio 2012, pp. 62-63
  8. ^ Leo Ortolani, Uomini e topi, in Rat-Man Collection n. 94, ed. Panini Comics, gennaio 2013, pp. 61-63
  9. ^ Uscito Star Rats Episodio II, Official Rat-Man Home Page, 8 novembre 2014
  10. ^ Usciti i cofanetti di Star Rats in Official Rat-Man Home Page, 19 dicembre 2015
  11. ^ Carlo A. Montori, Star Rats Episodio II, la recensione, BadComics.it, 15 novembre 2014
  12. ^ Andrea Bramini, Star Rats Episodio II – Una rottura di cloni (Ortolani), in Lo Spazio Bianco, 1 dicembre 2014

Voci correlateModifica