Apri il menu principale
Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere
già Ulzio-Claviere-Sestriere
già Oulx-Clavières-Sestriere
già Oulx-Clavières-Sestrières

stazione ferroviaria
Stazione di Oulx.jpg
Fabbricato viaggiatori lato strada
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàOulx
Coordinate45°02′18.49″N 6°49′45.85″E / 45.038469°N 6.829403°E45.038469; 6.829403Coordinate: 45°02′18.49″N 6°49′45.85″E / 45.038469°N 6.829403°E45.038469; 6.829403
Lineeferrovia del Frejus
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante
Stato attualeIn uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1871
Binari3
InterscambiAutobus extra-urbani
DintorniImpianti sciistici

La stazione di Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere è una stazione ferroviaria posta sulla linea del Frejus. Sita nel centro abitato di Oulx, serve anche le località sciistiche di Cesana Torinese (10 km), Claviere (17 km) e Sestriere (22 km).

StoriaModifica

Il 10 luglio 1912 venne attivato l'esercizio a trazione elettrica a corrente alternata trifase[1].

Nel 1937 risultava denominata "Oulx-Clavières-Sestrières"; in tale data assunse la denominazione di "Oulx-Clavières-Sestriere"[2], mutata già l'anno successivo in "Ulzio-Claviere-Sestriere"[3].

Il 28 maggio 1961 la stazione venne convertita alla corrente continua[1].

Nel 1962 la stazione assunse la denominazione attuale[4], in conseguenza alla ridenominazione del comune di Ulzio in Oulx, avvenuta nel 1960[5].

Strutture ed impiantiModifica

La stazione è dotata di un amplio fabbricato viaggiatori sviluppato su due piani fuori terra. Parte del piano terreno è accessibile all’utenza e ospita una sala d’attesa, le biglietterie, sia a sportello che automatiche, e il bar-tabaccheria. Le altre parti della struttura non accessibili all’utenza sono adibite a dirigente movimento e ad uffici del personale RFI. Sulla facciata lato strada è presente, al centro del tetto, un orologio a muro. I servizi igienici sono collocati in un apposito stabile a sé stante, posto nelle immediate vicinanze, sulla banchina del primo binario.

Accanto al fabbricato viaggiatori sono presenti altri due edifici di dimensioni minori, sviluppati su un solo piano, che fungevano da deposito locomotive e magazzino merci. Nonostante la cessazione delle loro funzioni originarie, essi risultano in buono stato di conservazione, riutilizzati come ricovero mezzi e magazzini di servizio. Un apposito fascio binari è posto a loro servizio.

Il piazzale è formato da tre binari. Sono presenti due banchine, una a servizio del binario 1, l’altra per i binari 2 e 3, collegate da un sottopassaggio. Presso la banchina ad isola è presente un'ulteriore sala d'attesa munita di due panchine, un'obliteratrice e un monitor luminoso che segnala in tempo reale gli arrivi dei treni.

MovimentoModifica

Servizio ferroviario metropolitano di Torino
Linea SFM 3
SNCF Modane   
(solo festivi)
—— Francia  
Bardonecchia   
Beaulard   
Sestriere   
Salbertrand   
Chiomonte   
Meana       Susa
Bussoleno       Bussoleno
   Bruzolo
   Borgone
   Sant'Antonino-Vaie
   Condove
   Sant'Ambrogio
   Avigliana
   Rosta
   Alpignano
   Collegno
   Grugliasco
             Torino Porta Nuova

La stazione è servita da treni regionali in servizio sulla tratta linea 3 del Servizio ferroviario metropolitano di Torino, operati da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con Regione Piemonte, per Modane (solo festivi), Bardonecchia e Torino.

ServiziModifica

La stazione, RFI classifica nella categoria silver[6], dispone di:

  •   Bar
  •   Biglietteria a sportello
  •   Biglietteria automatica
  •   Sala d'attesa
  •   Servizi igienici

InterscambiModifica

  •   Fermata autobus

All'uscita del fabbricato viaggiatori, in parte nell’area dello scalo merci convertita a movicentro, si trovano svariate autolinee; alcune di esse collegano Oulx alla stazione di Briançon.

NoteModifica

  1. ^ a b Giovanni Cornolò, Claudio Pedrazzini, Locomotive elettriche FS, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1983, pp. 71-72.
  2. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 154, 1936
  3. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 80, 1937
  4. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 86, 1962
  5. ^ Decreto del presidente della Repubblica 25 settembre 1960, n. 1248, in materia di "Mutamento della denominazione del comune di Ulzio, in provincia di Torino, in quella di "Oulx"."
  6. ^ [1] Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica