Apri il menu principale
Vado Ligure Zona Industriale
già Vado Ligure
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàVado Ligure centro
Coordinate44°16′28.8″N 8°26′19.32″E / 44.274668°N 8.438701°E44.274668; 8.438701Coordinate: 44°16′28.8″N 8°26′19.32″E / 44.274668°N 8.438701°E44.274668; 8.438701
Lineeferrovia Genova-Ventimiglia
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante
Stato attualeIn uso (solo traffico merci)
Attivazione1872
Binari2 passanti + 3 merci + 9 scalo
DintorniMarina di Vado Ligure
Industrie Bomberdier

La stazione di Vado Ligure Zona Industriale è una stazione ferroviaria posta sul ramo a binario unico ancora attivo della ferrovia Genova-Ventimiglia. Essa non opera più il servizio passeggeri ed è attiva in regime di raccordo per le industrie Bombardier, poste nelle vicinanze.

StoriaModifica

La stazione venne inaugurata nel 1872 con la denominazione iniziale di "Vado Ligure"[1] in concomitanza con l'attivazione del tronco Savona-Ventimiglia della ferrovia Genova-Ventimiglia[1][2]. Il 16 agosto 1915 venne inoltre inaugurato un raccordo di 1,948 km con lo scalo marittimo[1].

Tra gli anni venti e trenta la struttura, fino ad allora in legno come per altre stazioni sulla linea, venne rimodernata secondo lo stile fascista[2].

Il 12 maggio del 1977 venne aperta all'esercizio la variante a doppio binario da Savona Parco Doria a Finale Ligure Marina con la fermata di Quiliano-Vado. In seguito a quest'evento il ruolo dell'impianto fu notevolmente ridimensionato, infatti il traffico passeggeri venne spostato alla nuova fermata e presso la stazione rimase solo quello merci, che quindi divenne uno scalo merci al pari di Parco Doria e Savona Marittima[1]. In tale occasione la stazione cambiò nome in "Vado Ligure Zona Industriale".

Anni 2000Modifica

Al 2002 la stazione risultava presenziata, al contrario della fermata posta nelle sue vicinanze, Quiliano-Vado[3]. Nel 2013 lo scalo ospitò gli elettrotreni ETR.400.01 per effettuare de test[4] e 02 per una messa a punto.

Dal 13 dicembre 2015 la linea da Savona Parco Doria alla stazione è temporaneamente chiusa alla circolazione ferroviaria[5] , in quanto l'esercizio della linea è passato alla competente Autorità Portuale.[non chiaro]

Strutture e impiantiModifica

La stazione è composta da un fabbricato viaggiatori, che al 2014 ospita un teatro ed un ristorante, da due banchine per il movimento passeggeri e da 11 binari, due dei quali passanti della linea. Disponeva anche di uno scalo merci avente un magazzino, un piano caricatore e tre tronchini di cui uno direttamente al servizio della banchina alta.

Le due banchine, aventi anche delle pensiline e collegate tramite un sottopassaggio, non sono più utilizzate e vi comincia a crescere l'erba. In direzione Savona sono presenti, ai margini della seconda banchina, gli uffici ACEI della dirigenza del movimento.

MovimentoModifica

L'impianto è interessato solamente dal traffico merci, dato che quello passeggeri non è più presente in quanto spostato nel 1977 presso la fermata di Quiliano-Vado.

ServiziModifica

La stazione disponeva di:

  •   Biglietteria a sportello
  •   Biglietteria automatica
  •   Sala d'attesa
  •   Bar

NoteModifica

  1. ^ a b c d Adriano Betti Carboncini, Da Ventimiglia a Massa, La Ferrovia Ligure, op. cit.
  2. ^ a b Ilsegnonews - Storia
  3. ^ Fabrizio Torella, Teresa Coltellese, Le stazioni impresenziate sulla rete ferroviaria italiana, op. cit.
  4. ^ Frecciarossa 1000 a Vado Ligure
  5. ^ Rete Ferroviaria Italiana, Circolare Territoriale RFI 12/2015 (PDF), su https://donet.rfi.it, RFI, 13 dicembre 2015, 5-6. URL consultato il 1º gennaio 2015.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica