Apri il menu principale

Sistema in usoModifica

 
Targa standard senza l'indicazione dell'anno d'immatricolazione

A partire dal 16 febbraio 2011 vengono utilizzati il formato europeo (vedi infra) ed un sistema di tipo alfanumerico con schema AA 000AA, del tutto simile a quello usato per le targhe italiane dal 28 febbraio 1994, per gli autoveicoli, e AA/000 per i motoveicoli.
Una banda blu a sinistra contiene un'aquila di colore bianco e la sigla automobilistica internazionale AL, anch'essa in caratteri bianchi. Al centro della targa due lettere che avanzano in ordine alfabetico a partire da "AA" precedono un ologramma di sicurezza, tre cifre progressive da 000 a 999 e due lettere. È previsto l'uso di tutte e 26 le lettere dell'alfabeto latino e, per distinguere la lettera "O" dalla cifra "0", quest'ultima viene rappresentata con una piccola interruzione diagonale sul lato superiore destro, analogamente a quanto in uso per le targhe d'immatricolazione tedesche. Nella parte destra è presente un'altra banda blu che riporta opzionalmente le ultime due cifre dell'anno di immatricolazione del veicolo all'interno di un piccolo cerchio sul lato inferiore della fascia[1].
Nelle targhe su due linee sono posizionate in alto la banda blu con la sigla internazionale AL e le prime due lettere, in basso le tre cifre e le altre due lettere.
La numerazione viene assegnata a livello centrale e in modo univoco sul territorio nazionale, non fornisce quindi alcuna indicazione sulla provenienza.

DimensioniModifica

  • Formato standard su una linea: 520 × 112 mm
  • Formato su doppia linea per autoveicoli (si può richiedere anche per le targhe anteriori): 264 × 205 mm
  • Formato su due righe per motoveicoli: 212 × 205 mm
  • Formato "quadrato" su doppia riga per ciclomotori: 130 × 115 mm

VariantiModifica

 
Formato in uso per taxi
 
Targa di un rimorchio

Le targhe dei taxi hanno bordi e caratteri rossi su fondo giallo, come nel sistema precedente, e la lettera T (Taksi) sulla destra.
La serie delle piastre provvisorie attuali consta di due lettere che iniziano da "AA", una cifra e la sigla PRK (che sta per Përkohshme, cioè "provvisorio" in albanese) o, se utilizzate da concessionari o proprietari di autofficine, PROV; i caratteri e i bordi sono rossi.
Le targhe delle macchine agricole, delle macchine tecnologiche e dei rimorchi si distinguono per i caratteri bianchi su fondo verde; dopo le due lettere seriali e prima delle tre cifre presentano rispettivamente i codici MB (Maqinë Bujqësore = "macchina agricola"), MT (Makinë Teknologjike) e R (Rimorkio). I rimorchi agricoli e quelli tecnologici si differenziano dai veicoli sopra citati solamente per le lettere fisse RB (i primi) e RT (i secondi).
I ciclomotori hanno placche con gli stessi colori di quelle ordinarie ma prive di bande blu laterali; sulla riga superiore il codice C è seguito da una spaziatura e due lettere sequenziali che cominciano da "AA", sulla linea inferiore si trovano tre cifre progressive a partire da "000".

Codici speciali in usoModifica

 
Targa di un veicolo della Polizia
 
Targa di un veicolo delle forze ACNUR operanti in Albania
  • CD (caratteri verdi o neri, le prime due cifre identificano il Paese della rappresentanza o l'organizzazione internazionale) - Corpo diplomatico
  • MB (caratteri blu) - Ministria e Brendshme (= Ministero dell'Interno, Polizia)
  • MM (caratteri verdi) - Ministria e Mbrojtjes (= Ministero della Difesa, Esercito)[2]
  • TR (caratteri verdi o neri, le prime due cifre identificano il Paese della rappresentanza o l'organizzazione internazionale) - Trup Diplomatik (= veicoli privati appartenenti a diplomatici)[3]
  • UNHCR (caratteri blu) - United Nations High Commission for Refugees (= Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati)

Sistema terminato nel 2011Modifica

 
Formato emesso dal 2002 al 15/02/2011)
 
Formato 2002–2011 per motocicli

Nel sistema precedente, cioè fino al 16 febbraio 2011, le targhe automobilistiche erano caratterizzate da uno schema di assegnazione dei numeri su base distrettuale. A partire dal 1995 ogni targa presentava una fascia rossa verticale a sinistra con all'interno un'aquila nera bicipite e, sotto di essa, la sigla internazionale AL di colore bianco. Seguivano due lettere, che indicavano il distretto (Rreth) o in soli tre casi il rispettivo comune capoluogo, quattro cifre e un'altra lettera (la "O" e la "Q", facilmente confondibili, non erano usate). Nelle targhe posteriori su doppia linea la serie numerica occupava la riga inferiore. Tra il 1995 e il 2002 i caratteri utilizzati erano quelli del font DIN.
Nelle piastre dei motocicli la sigla della zona di immatricolazione, la banda rossa ed una lettera progressiva che iniziava da "A" erano posizionate sulla riga superiore, mentre tre cifre occupavano quella inferiore. Nelle placche dei ciclomotori mancava la fascia rossa; tre cifre e una lettera, variamente disposte in basso, erano sormontate dalla sigla distrettuale.
Le macchine agricole, i veicoli commerciali e gli automezzi dei servizi pubblici (autobus) avevano cifre e lettere nere su fondo giallo come i veicoli governativi, i quali però si contraddistinguevano per la lettera Z dopo le cifre[4].
Le targhe dei taxi presentavano i caratteri rossi in campo giallo, tre cifre invece di quattro e la scritta a destra "TA/XI" su due righe allineate e di dimensioni ridotte; quelle dei camper erano invece rosse con lettere e numeri bianchi.
Fin dal 1993 alle targhe provvisorie erano assegnati due codici: A (con combinazione 01 A 0123) per periodi lunghi e P, seguito generalmente da un numero di tre cifre e dalla sigla distrettuale (per es.: P 012 TR), per periodi brevi.
A partire dal 2005 le piastre temporanee per lunghi periodi differivano da quelle normali solamente per il fondo celeste; erano composte dalle due lettere identificative del distretto, un numero di tre cifre e altre due lettere, l'ultima delle quali era una "P".
Per quanto riguarda invece le targhe provvisorie per periodi brevi, riservate a concessionari e proprietari di autofficine, dal 2007 avevano i caratteri neri su fondo rosso; la serie alfanumerica successiva alla sigla dell'area di immatricolazione consisteva in tre cifre seguite dalle lettere "PR" (che stavano per Provë).

Sigle automobilistiche emesse dal 2000 al 2011 e distretti corrispondentiModifica

 
Carta dei distretti albanesi con le relative sigle emesse dal 2000 al 15/02/2011
Sigla Distretto
BC Tropojë (capol.: Bajram Curri)
BR Berat
BZ Bulqizë
DI Dibër
DL Delvinë
DR Durrës
DV Devoll
EL Elbasan
ER Kolonjë (capol.: Ersekë)
FR Fier
GJ Gjirokastër
GR Gramsh
HS Has
KJ Kavajë
KO Korçë
KR Krujë
KU Kukës
KV Kuçovë
LA Kurbin (capol.: Laç)
LB Librazhd
LE Lezhë
LU Lushnjë
MA Malësi e Madhe
MK Mallakastër
MR Mirditë
MT Mat
PE Peqin
PG Pogradec
PR Përmet
PU Pukë
SH Shkodër
SK Skrapar
SR Sarandë
TP Tepelenë
TR Tiranë
TRO Tropojë[5]
VL Vlorë

Codici speciali terminatiModifica

 
Targa anteriore di una vettura della Polizia (sistema e formato terminati nel 2011)
 
Formato per automezzi militari utilizzato dal 1993 al 15/02/2011
  • A - Afatgjata (= targa provvisoria a lungo termine), fino al 2005
  • AFOR - Albanian Force (= Forze NATO per l'Albania), dal 14 aprile al 31 agosto 1999
  • P - Përkohshme (= targa provvisoria a breve termine), fino al 2007
  • POLICIA (caratteri blu, targhe posteriori sempre su doppia linea) - Policia (Polizia), fino al 15/02/2011
  • POLICIA (caratteri verdi e lettere FA dopo le cifre) - Policia Ushtarake e Forcave Ajrore (= Polizia militare della Forza Aerea), fino al 15/02/2011
  • POLICIA (bianco su celeste) - Policia Rrugore (= Polizia Stradale), fino al 2000
  • RSH (bianco su verde) - Republika e Shqipërisë (= veicoli degli organi supremi della Repubblica di Albania), fino al 15/02/2011
  • TD - Trup Diplomatik (= Corpo diplomatico), fino al 15/02/2011
  • U - Ushtria (= Esercito), dal 1993 al 15/02/2011
  • UP - Ushtria Popullore (= Esercito Popolare), fino al 1993
  • 00 - 00 (0 = cifra, verde scuro su bianco) - Veicoli della Croce Rossa Albanese o militari, fino al 15/02/2011

Formato 1993–1995Modifica

Il formato utilizzato dal 1993 alla fine del 1994 non si differenziava da quello in vigore dal 1995 al 16/02/2011, tranne che per la mancanza della fascia rossa verticale a sinistra della targa, con all'interno l'aquila nera e le lettere AL in caratteri bianchi. Era pertanto simile a quello delle targhe spagnole (che però si distinguevano per i punti separatori tra lettere e cifre) e bulgare degli stessi anni.

Sigle automobilistiche e relativi distretti o capoluoghi distrettuali dal 1993 al 2000Modifica

Lo schema di assegnazione del numero a quattro cifre e della lettera che lo seguiva avveniva su base distrettuale come negli anni precedenti e successivi; in tre casi, però, la medesima sigla (KR, MA, TP) identificava due distretti[6]; inoltre qualche circondario aveva due codici, come si nota nell'elenco sotto riportato.
Nel 2000 si decise di abolire la distinzione, presente nelle sigle automobilistiche di molti distretti, tra il capoluogo e le zone restanti; i pochissimi comuni autonomi non capoluoghi vennero incorporati in altri più grandi o nei circondari confinanti. I distretti di Mallakastër e Tropojë cambiarono i rispettivi codici.

Formati 1991–1993 e 1958–1991, sigle in uso e rispettivi distrettiModifica

  13 TR 562  

Dal 1991 al 1993 le targhe presentavano uno sfondo nero, mentre i caratteri erano bianchi. Negli autoveicoli la sigla del distretto era generalmente posizionata fra due blocchi di numeri: quello a sinistra di due e quello a destra di tre cifre. Due piccole stelle rosse erano visibili sui margini sinistro e destro della targa (a volte era impressa solo quella a sinistra).

Dal 1958 al 1991 le targhe albanesi potevano avere i caratteri distribuiti su una o due righe. Nel primo caso il codice distrettuale era preceduto da una stella rossa e seguito da due numeri separati fra loro da una spaziatura a partire dal 1984, da un unico numero generalmente di quattro cifre fino alla fine del 1983. Nel secondo caso la sigla della provincia era posizionata in alto fra due stelle rosse, mentre in basso si trovava il blocco numerico (di solito costituito da due gruppi di cifre separati da un trattino).
Nel seguente elenco sono riportate in ordine alfabetico le sigle automobilistiche utilizzate dal 1958 a tutto il 1992 e i relativi distretti:

Sigla Distretto
BR Berat
DI Dibër
DR Durazzo (Durrës)
EL Elbasan
FR Fier
GJ Argirocastro (Gjirokastër)
KO Coriza (Korçë)
KU Kukës
LB Librazhd
LE Alessio (Lezhë)
SH Scutari (Shkodër)
TR Tirana (Tiranë)
VL Valona (Vlorë)

NoteModifica

  1. ^ (SQ) VENDIMIKESHILLIT TE MINISTRAVE - Decreto di istituzione. URL consultato nel gennaio 2015.
  2. ^ Le lettere PU dopo le tre cifre sono assegnate agli automezzi della Polizia militare (Policia Ushtarake).
  3. ^ Lo stesso codice identificava il distretto di Tirana, ma in tale caso la coda era alfanumerica mentre nelle targhe diplomatiche era numerica del tipo 01-23 o 01-234.
  4. ^ http://www.matriculasdelmundo.com/albania.html
  5. ^ L'emissione, ammesso che ci sia stata, durò probabilmente per un periodo di tempo molto breve: venne riemessa quasi subito la sigla "BC". Questo codice compare solo in AA.VV., EUROCART - Grandi Carte Stradali 1:300.000 - Albania, Studio F.M.B. Bologna (pubblicazione semestrale di "Conosci il mondo" numero 403), Stuttgart, RV Reise-und Verkehrsverlag, Verlag GmbH, 2001, p. introduttiva all'elenco dei toponimi.
  6. ^ Si presume che le diverse code alfanumeriche assegnate identificassero l'area di immatricolazione.

BibliografiaModifica

  • AA.VV., EUROCART - Grandi Carte Stradali 1:300.000 - Albania, Studio F.M.B. Bologna (pubblicazione semestrale di "Conosci il mondo" numero 403), RV Reise-und Vehrkehrsverlag, Verlag Gmbh, Stuttgart 2001. ISBN 88-7775-324-2
  • Paccagnella S., Siglario Automobilistico Europeo, Caosfera Edizioni, Torri di Quartesolo (VI) 2012, pp. 9-11, ISBN 978-88-6628-057-6
  • Parker N. - Weeks J., Registration Plates of the World, Fourth Edition, L J Print Group, Yeovil, Somerset, United Kingdom 2004, pp. 20-22, ISBN 0-9502735-7-0

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica