Lina Marsico

calciatrice italiana
(Reindirizzamento da Teresina Marsico)
Teresina "Lina" Marsico
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Termine carriera 2013
Carriera
Squadre di club1
1994-1995Trappitello? (?)
1995-2001Gravina? (121)
2001-2002Foroni25 (19)
2002-2003Enterprise Lazio? (17)
2003-2004Atletico Oristano? (?)
2003-2004Bergamo R? (6)
2004-2005A.D. Decimum Lazio? (?)
2005-2006ACF Milan? (16)
2006-2007Reggiana21 (12)
2007-2008Upea Orlandia 97? (?)
2008-2010Trento? (12)
2010-2011Tradate Abbiate? (10)
2011-2013Caprera? (?)
Nazionale
2000-2001Italia Italia5 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Teresina "Lina" Marsico (San Mango d'Aquino, 7 febbraio 1976) è un'ex calciatrice italiana di ruolo centravanti.

CarrieraModifica

Ha esordito in Serie A con il Gravina e poi giocato con varie formazioni della massima serie[1]; ha vinto una Coppa Italia[2].

Con le siciliane, ha segnato in totale 121 reti in sei stagioni[3] e ha formato una coppia d'attacco molto prolifica insieme a Fabiana Colasuonno: 38 reti in due nel 1999-2000 e 52 nel 2000-2001[4].

Nel 2001-2002, segna 19 reti con il Foroni[5][6] e vince la sua prima Coppa Italia[7]. Sono poi 17 le reti segnate con la Lazio nella stagione seguente[8], in cui vince anche la Coppa Italia, segnando due reti in finale[9]. Nel 2003-2004, segna sei reti in una parentesi a Bergamo[10].

Nel 2005-2006, veste la maglia del Milan ed è la quarta miglior marcatrice del campionato[11]. Nel 2006-2007 si ferma a 12 reti con la Reggiana[12].

Nel 2009-2010 è autrice di 12 reti con la maglia di Trento[13]. Nel 2010-2011 segna 10 reti per Tradate[14].

Ha disputato cinque gare in Nazionale italiana[15].

PalmarèsModifica

Foroni: 2001-2002; Lazio: 2002-2003

NoteModifica

  1. ^ Quartarone, Capizzi, pag. 167.
  2. ^ Quartarone, Capizzi, pag. 168.
  3. ^ 85 reti segnate in Serie A, cfr. Quartarone, Capizzi, pag. 305, e 36 reti segnate in Serie B, cfr. Quartarone, Capizzi, pag. 191.
  4. ^ Capizzi, Quartarone, pag. 281-282.
  5. ^ Barboni, Cecchi.
  6. ^ (EN) Italy (Women) Serie A 2001/02, su rsssf.com.
  7. ^ FINALE DI COPPA ITALIA, su divisionecalciofemminile.it (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2002).
  8. ^ (EN) Italy (Women) Serie A 2002/03, su rsssf.com.
  9. ^ LA VALANGA LAZIO SI PRENDE LA COPPA, su calciodonna.it.
  10. ^ Lo Presti, p. 375.
  11. ^ I bomber: Merete Pedersen chiude al quarto posto, su ricerca.gelocal.it.
  12. ^ Campionato di Serie A femminile 2006-07: Classifica marcatori, su Football.it. URL consultato il 24 novembre 2014.
  13. ^ Girone A su femminile.football.it, su femminile.football.it.
  14. ^ Campionato di Serie A2/Gir. B 2010-11: Classifica marcatori, su Football.it. URL consultato il 24 novembre 2014.
  15. ^ Convocazioni e presenze in campo - Marsico *, su figc.it.

BibliografiaModifica

  • Luca Barboni e Gabriele Cecchi, Annuario del calcio femminile 2002/2003, Agnano Pisano (PI), Etruria Football Club - Stamperia Editoriale Pisana S.r.l., luglio 2003.
  • Salvatore Lo Presti, Almanacco del calcio mondiale 2004-05, Torino, S.E.T., 2004.
  • Sergio Nunzio Capizzi e Roberto Quartarone, Il cielo è rosa sopra il Cibali, Catania, Quelli del '46, 2020, ISBN 9798638618735.
  • Roberto Quartarone e Sergio Nunzio Capizzi, Calcio femminile Gravina, la Stella del Sud, Catania, Quelli del '46, 2021, ISBN 9798475012772.