Theme Park

videogioco del 1994
Theme Park
videogioco
Themepark.jpg
Immagine del gioco
Piattaforma3DO, Amiga, Mega Drive, PlayStation, Sega Saturn, Super Nintendo, Atari Jaguar, Mac OS, Mega CD, MS-DOS, Nintendo DS
Data di pubblicazione1994
GenereGestionale
TemaMondo reale
OrigineRegno Unito
SviluppoBullfrog Productions
PubblicazioneElectronic Arts
Modalità di giocoSingolo giocatore
Periferiche di inputMouse, Joypad
SupportoFloppy disk, CD-Rom
Distribuzione digitalePlayStation Network, GOG.com
Seguito daTheme Park World

Theme Park è un videogioco gestionale prodotto dalla Bullfrog Productions e pubblicato dalla Electronic Arts nel 1994 per PC. Il gioco è una simulazione gestionale sull'amministrazione di un luna park

Ha avuto due sequel: Theme Park World nel 1999 e Theme Park Inc nel 2001. Dal 6 novembre 2008 è possibile scaricare Theme Park su PlayStation 3 e PlayStation Portable tramite PlayStation Network.[senza fonte]

TramaModifica

Il gioco si incentra intorno alle vicende di un aspirante magnate dell'industria dei luna park; affrontando diverse missioni, infine il giocatore dovrà acquisire il monopolio del settore.

Modalità di giocoModifica

Il gioco utilizza una visuale isometrica, e prevede diversi scenari, alcuni giocabili in modo alternativo ad altri, che il giocatore potrà decidere in che ordine affrontare in base alle proprie disponibilità economiche, e richiede la considerazione di molti aspetti, come la costruzione delle attrazioni, la gestione del personale, l'installazione di altre strutture funzionali, come gelaterie, paninerie, e anche di bagni.

Ci sono più di 30 attrazioni disponibili nel gioco, come il castello gonfiabile, la casa sull'albero, e giri più complessi e costosi come il montagne russe e la ruota panoramica, sbloccabili a seconda del piano di ricerca che il giocatore metterà in atto, infatti a seconda dei fondi destinati andrà più o meno spedita; con essa sarà possibile costruire nuove attrazioni per venire incontro ai gusti del pubblico, ad anche per offrire nuove ricette nei negozi, oggetti da vendere come souvenir e così via. Anche l'estetica del parco giocherà un ruolo di attrattiva e di soddisfazione per i clienti.

Inoltre, si potrà assumere del personale con diverse funzioni, si va dagli addetti alle pulizie, che dovranno mantenere pulito il parco, a tecnici, che saranno necessari per riparare le attrazioni che si guastano, semplici intrattenitori mascherati ed anche guardie private per evitare furti e borseggi. L'obiettivo è quello di aumentare il valore e la disponibilità di cassa del parco in modo che il parco può essere venduto e un nuovo lotto può essere acquistato da un'altra parte del mondo e iniziare a costruire un nuovo parco a tema. [1]

L'intelligenza artificiale è una delle principali componenti di gioco: i visitatori del parco reagiscono in base al comportamento del giocatore, decretandone o meno il successo.[2]

SviluppoModifica

Uno dei due creatori e project leader del gioco, assieme a Peter Molyneux, è Demis Hassabis, che poi diventerà co-fondatore e attuale CEO di DeepMind.[3][4]

Supporto di distribuzioneModifica

Venne distribuito sia in versione floppy disk che su CD-ROM; quest'ultima contiene dei filmati multimediali che illustrano un tour virtuale sulle singole attrazioni. È localizzato in diverse lingue, tra cui anche l'italiano.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Theme Park DS recensione, su gamespot.com, 4 aprile 2007. URL consultato il 7 luglio 2011.
  2. ^ Human AI is Decades Away, But We Need to Start the Debate Now | Demis Hassabis | Google Zeitgeist. URL consultato il 14 novembre 2019.
  3. ^ Demis Hassabis Video Game Credits and Biography, su MobyGames. URL consultato il 14 novembre 2019.
  4. ^ Sam Shead, The incredible life of DeepMind founder Demis Hassabis, the computer whiz who sold his AI lab to Google for £400 million, su Business Insider. URL consultato il 14 novembre 2019.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi