Apri il menu principale

This Is Us (album)

album dei Backstreet Boys del 2009
This Is Us
ArtistaBackstreet Boys
Tipo albumStudio
Pubblicazione6 ottobre 2009
Durata40:20
Dischi1
Tracce12
GenerePop
Dance pop
Elettropop
EtichettaJive Records
Backstreet Boys - cronologia
Album precedente
(2007)
Singoli
  1. Straight Through My Heart
    Pubblicato: 27 agosto 2009
  2. Bigger
    Pubblicato: 14 dicembre 2009

This Is Us è il settimo album in studio del gruppo statunitense Backstreet Boys. Secondo ed ultimo album senza Kevin Richardson ed ultimo album sotto l'etichetta Jive Records, fu pubblicato il 30 settembre 2009 in Giappone da Sony Music Japan, il 5 ottobre 2009 nel Regno Unito da RCA e il 6 ottobre negli Stati Uniti e nel resto del mondo dalla Jive.

L'album, dalle sonorità tipiche dell'hip-hop e della dance, lontane dal classico stile dei Backstreet Boys, debuttò alla posizione numero 9 della classifica statunitense Billboard 200 con 42.000 copie vendute nella prima settimana di vendita, diventando il sesto album consecutivo dei BSB nella top 10 di questa classifica[1]. Il primo singolo Straight Through My Heart prodotto da RedOne e pubblicato il 27 agosto 2009 si aggiudicò la posizione n°1 in Taiwan, la n°3 in Giappone, la posizione n°19 in Canada e la n°21 in Italia. Il secondo singolo, Bigger, pubblicato il 14 dicembre 2009 conquistò la posizione n°1 in Taiwan.

Registrazione e promozioneModifica

Per This Is Us lavorarono molte personalità del mondo della musica tra cui Max Martin e Kristian Lundin, storici produttori dei maggiori successi del gruppo, Ryan Tedder degli One Republic, RedOne, Claude Kelly, Ne-Yo, Brian Kennedy, Alex James, Pitbull, Eddie Galan, Rayam Yacoub e T-Pain.

L'album, il cui titolo fu rivelato ufficialmente in un'intervista a Extra TV[2], venne presentato dalla Jive/RCA come "un album pop ed R&B di quattro cantanti di talento che amano ciò che fanno, e che mantengono la loro presenza in un'industria musicale incline al pop. Le 11 canzoni che compongono l'album sono le melodie di quattro cantanti che hanno avuto a che fare con difficoltà e situazioni avverse che li hanno accompagnati agli inizi, ma dalle quali ne sono usciti come uno dei gruppi più famosi di tutti i tempi. L'album mostra una notevole crescita come cantautori e continua a darci canzoni che hanno fatto sorridere milioni di persone[3]".

Il 1º maggio 2009, il management dei Backstreet Boys espresse il loro malcontento riguardo l'attacco dell'hacker tedesco, DJ Stolen, che rubò e pubblicò quattro canzoni dell'album prima dell'uscita ufficiale, nonostante la casa discografica avesse fatto il possibile, come dichiarò AJ McLean, a mantenerle segrete[4].

Tre tracce furono scritte da RedOne, la cui collaborazione, come rivelato da AJ, nacque all'ultimo con grande entusiasmo da parte del produttore discografico. Il brano Shadows, scritto da Tedder non fu effettivamente inciso dal gruppo e quindi venduto a Simon Cowell, che lo inserì nel secondo album della cantante britannica Leona Lewis, Echo, pur dimostrandosi più adatta per una boyband; fu di fatto reinterpretata dai Westlife nel loro album Where We Are.

Un'altra canzone non inserita nell'album fu All In My Head, che però venne incisa nuovamente dai Backstreet Boys insieme ai New Kids on the Block per essere inclusa nella raccolta in comune NKOTBSB del 2011.

Promozione e accoglienzaModifica

L'album fu pubblicato in due edizioni: l'edizione standard e l'edizione Deluxe, completa di DVD con 6 brani cantati dal vivo, registrati durante il concerto di Londra, nel 02 Arena. I singoli estratti dall'album sono Straight Through My Heart il 27 agosto 2009, certificato disco di Platino in Giappone e infine Bigger il 14 dicembre 2009. This Is Us ricevette buoni giudizi da parte della critica, in particolare ricevette 4 stelle da AllMusic[5] e giudizio positivo da Billboard.

Per la promozione dell'album i Backstreet Boys effettuarono il tour mondiale This Is Us Tour dal 2009 al 2010. A giugno 2011, le vendite furono stimate a 98.000 copie vendute negli Stati Uniti, secondo Nielsen SoundScan[6].

TracceModifica

  1. Straight Through My Heart – 3:27 (RedOne, Bilal Hajji, Novel Jannusi, AJ Jannusi, Kinnda Hamid)
  2. Bigger – 3:15 (Max Martin, Shellback, Tiffany Amber)
  3. Bye Bye Love – 4:20 (Kenneth Karlin, Carsten Schack, Claude Kelly)
  4. All of Your Life (You Need Love) – 3:55 (RedOne, Charles Hinshaw, Jr.)
  5. If I Knew Then – 3:16 (K. Karlin, C. Schack, C. Kelly)
  6. This Is Us – 3:03 (Jordan Omley, Michael Mani, James Scheffer, Frank Romano, Howie Dorough)
  7. PDA – 3:48 (Printz Board, Mario "Tex" James)
  8. Masquerade – 3:03 (Busbee, Brian Kennedy, Alexander James, Antwoine Collins)
  9. She's a Dream – 3:58 (Nick Carter, T-Pain, Howie Dorough, Brian Littrell, Alexander McLean, Daen Simmons)
  10. Shattered – 3:53 (Jordan Suecof, Tiron "TC" Mack, Chad "C-Note" Roper, Daryl Camper)
  11. Undone – 4:16 (RADIO, Ryan Tedder, Josh Hoge)
  • Bonus track europea / Australiana / Canadese / Brasiliana
  1. Helpless – 3:31 featuring Pitbull
  • Bonus track giapponese[7]
  1. International Luv – 3:17 (Nick Carter, T-Pain, Howie Dorough, Brian Littrell, A. J. McLean)
  2. Straight Through My Heart – 5:35 (Jason Nevins Mixshow Remix)

ClassificheModifica

Classifiche settimanaliModifica

Classifica Posizione raggiunta Vendite
Australia Australian Albums Chart[8] 35
Austria Ö3 Austria Top 40[9] 47
Belgio (Fiandre) Ultratop[10] 27
Belgio (Vallonia) Ultratop[11] 47
Brasile Top 20 CD ABPD[12] 9
Canada Canadian Albums Chart[13] 3
European Albums Chart[14] 11
Danimarca Hitlisten[15] 31
Finlandia Albums Chart[16] 24
Germania Media Control[17] 10
Giappone Oricon[18][19] 2 250.000[19][20] Platino
Irlanda IRMA[21] 24
Italia FIMI[22] 21
Messico AMPROFON[23] 12
Paesi Bassi Mega Album Chart[24] 5
Portogallo Albums Chart[25] 17
Regno Unito Official Albums Chart[26] 39
Scozia OCC[27] 48
Spagna PROMUSICAE[28] 5
Svezia Sverigetopplistan[29] 17
Svizzera Schweizer Hitparade[30] 9
Stati Uniti Billboard 200[31] 9
Taiwan International Albums Chart[32] 1

Date di pubblicazioneModifica

Paese Formato Data Etichetta Numero di catalogo
Giappone Standard edition[7] 30 settembre 2009 Sony Music Japan BVCP40100
Deluxe edition[33] BVCP40098
Regno Unito Standard edition,[34] 5 ottobre 2009 RCA Records[35] 88697596182
Deluxe edition[36] 88697580882
Stati Uniti Standard edition 6 ottobre 2009 Jive Records 886975650422
Deluxe edition
Canada Standard edition[37] Sony Music Entertainment 88697565042
Deluxe edition[38] 88697580882
Taiwan Deluxe edition 9 ottobre 2009 200909B
Brasile Standard edition[39] 15 ottobre 2009 886975961825

NoteModifica

  1. ^ billboard.com, https://www.billboard.com/articles/columns/chart-beat/267052/chart-beat-thursday-michael-buble-michael-jackson-kiss.
  2. ^ extratv.warnerbros.com, http://extratv.warnerbros.com/videos/channels/?channel=channels/79356/455938.
  3. ^ web.archive.org, https://web.archive.org/web/20091001154001/http://news.prnewswire.com/DisplayReleaseContent.aspx?ACCT=104.
  4. ^ digitalspy.co.uk, http://www.digitalspy.co.uk/music/a167082/backstreet-boys.html.
  5. ^ allmusic.com, https://www.allmusic.com/album/this-is-us-mw0000826617.
  6. ^ officialcharts.com, http://www.officialcharts.com/artist/348/backstreet-boys/.
  7. ^ a b This Is Us(Normal Edition)【CD】-Backstreet Boys|Dance|Dance & Soul|Music|HMV ONLINE Online Shopping & Information Site, Hmv.co.jp. URL consultato il 7 settembre 2009.
  8. ^ Australian Record Industry Association, Ariacharts.com.au. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  9. ^ Steffen Hung, Backstreet Boys - This Is Us, austriancharts.at. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  10. ^ Ultratop Belgian Charts, ultratop.be. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  11. ^ ultratop.be, https://www.ultratop.be/fr/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=This+Is+Us&cat=a.
  12. ^ ABPD | Associação Brasileira de Produtores de Disco Archiviato il 12 marzo 2013 in WebCite.
  13. ^ John Williams, CANOE - JAM! Music - Artists - Buble, Michael: Buble blasts to No. 1 on charts, Jam.canoe.ca. URL consultato il 16 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2012).
  14. ^ European Albums, Billboard.com. URL consultato il 19 ottobre 2009.
  15. ^ danishcharts.com, https://danishcharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=This+Is+Us&cat=a.
  16. ^ Suomen virallinen lista[collegamento interrotto], Yle.fi. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  17. ^ Suomen virallinen lista, Yle.fi. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  18. ^ Highest position and charting weeks of This is Us by Backstreet Boys, in oricon.co.jp, Oricon Style. URL consultato il 19 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2009).
  19. ^ a b (JA) Search results of the Japanese Oricon Weekly Albums Chart, second week of October 2009, in oricon.co.jp, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2009.
  20. ^ (JA) Search results of the Japanese Oricon Weekly Albums Chart, third week of October 2009 [collegamento interrotto], in oricon.co.jp, Oricon. URL consultato il 19 ottobre 2009.
  21. ^ >> IRMA << Irish Charts - Singles, Albums & Compilations >>, Irma.ie, 8 ottobre 2009. URL consultato il 16 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2009).
  22. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche, Fimi.it, 28 settembre 2009. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  23. ^ mexicancharts.com - Backstreet Boys - This Is Us Archiviato il 7 ottobre 2010 in Internet Archive.
  24. ^ Steffen Hung, Dutch charts portal, dutchcharts.nl, 6 marzo 2009. URL consultato il 16 ottobre 2009.
  25. ^ Top Oficial Afp, Artistas-espectaculos.com. URL consultato il 16 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2012).
  26. ^ The Official UK Charts Company : TOP 100 ALBUMS CHART, Theofficialcharts.com. URL consultato il 16 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2010).
  27. ^ http://www.officialcharts.com/charts/scottish-albums-chart/20091011/40/
  28. ^ http://promusicae.es/listassemanales/albumes/top%20100%20albumes%20w41.2009.pdf[collegamento interrotto]
  29. ^ https://swedishcharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=This+Is+Us&cat=a
  30. ^ http://swisscharts.com/showitem.asp?interpret=Backstreet+Boys&titel=This+Is+Us&cat=a
  31. ^ https://www.billboard.com/#/news/michael-buble-beats-kiss-on-billboard-200-1004021931.story
  32. ^ http://www.g-music.com.tw Archiviato il 22 dicembre 2012 in Internet Archive.
  33. ^ This Is Us(+DVD, Limited (First Edition))【CD】-Backstreet Boys|Dance|Dance & Soul|Music|HMV ONLINE Online Shopping & Information Site, Hmv.co.jp. URL consultato il 7 settembre 2009.
  34. ^ This Is Us: Backstreet Boys: Amazon.co.uk: Music, Amazon.co.uk. URL consultato il 7 settembre 2009.
  35. ^ Digispy: Interview with AJ McLean about new BSB, in digitalspy. URL consultato il 31 luglio 2009.
  36. ^ This Is Us: Deluxe Edition: Backstreet Boys: Amazon.co.uk: Music, Amazon.co.uk. URL consultato il 7 settembre 2009.
  37. ^ Music: This is Us by Backstreet Boys (2009)[collegamento interrotto], HMV.ca, 15 dicembre 2005. URL consultato il 30 settembre 2009.
  38. ^ Music: This is Us : 2SET by Backstreet Boys (2009)[collegamento interrotto], HMV.ca, 15 dicembre 2005. URL consultato il 30 settembre 2009.
  39. ^ Brazilian release date, saraiva.com.br, 6 ottobre 2009. URL consultato il 6 ottobre 2009.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica