Apri il menu principale

Thomas Pesquet

ingegnere e astronauta francese
Thomas Pesquet
Thomas Pesquet EMU training.jpg
Astronauta dell'ESA
NazionalitàFrancia Francia
StatusIn attività
Data di nascita27 febbraio 1978
Selezione2009 (gruppo ESA)
Primo lancio17 novembre 2016
Altre attivitàIngegnere
Tempo nello spazio196 giorni, 17 ore e 49 minuti
Missioni

Thomas Pesquet (Rouen, 27 febbraio 1978) è un ingegnere e astronauta francese dell'Agenzia Spaziale Europea. È stato selezionato dall'ESA come candidato nel maggio 2009[1] e ha completato con successo la sua formazione di base nel novembre 2010[2]. Il 17 novembre 2016 Pesquet viene inviato sulla Stazione Spaziale Internazionale come membro d'equipaggio[3]. Il 2 giugno 2017 Thomas è ritornato sulla Terra atterrando insieme al comandante russo Oleg Novitsky nelle steppe del Kazakistan alle 16.10 CEST.

BiografiaModifica

Nato a Rouen, in Francia, considera Parigi la sua città, pur essendo nato a Rouen ed essersi diplomato presso il Lycée Pierre Corneille di quella città nel 1998[4]. È il più giovane di due fratelli, cintura nera di judo e giocatore di basket, oltre che praticante di jogging, nuoto e squash. Appassionato di attività outdoor e avventura, pratica la mountain bike, il kite surf, la vela, lo sci e l'alpinismo. Ha anche una vasta esperienza, e detiene licenze avanzate sia in immersioni subacquee che in paracadutismo. Gli altri suoi interessi comprendono viaggiare, suonare il sassofono e la lettura.

Nel 2001, ha conseguito un master presso l'École nationale supérieure de l'aéronautique et de l'espace a Tolosa, specializzandosi in sistemi spaziali e di meccanica del veicolo spaziale. Ha trascorso l'ultimo anno prima della laurea presso l'Ecole Polytechnique de Montréal, in Canada, come studente di scambio sul Aeronautics and Space Maestro.

Diplomato alla scuola di volo Air France nel 2006 ottenendo una licenza di pilota di linea (ATPL-IR).

Parla francese, inglese, spagnolo, tedesco e russo, ed è membro dell'Association aéronautique et astronautique de France (3AF), e dell'American Institute of Aeronautics and Astronautics (AIAA).

Dall'ottobre 2001, ha lavorato come ingegnere di dinamiche spaziali in missione di telerilevamento per la GMV, SA di Madrid, in Spagna.

Tra il 2002 e il 2004, ha lavorato presso l'agenzia spaziale francese, CNES, come ingegnere di ricerca sull'autonomia nelle missioni spaziali. Ha inoltre svolto diversi studi sulla futura armonizzazione europea della tecnologia spaziale. Dalla fine del 2002, è un rappresentante del CNES presso il CCSDS, Comitato consultivo per lo spazio Data Systems, lavorando sul tema del supporto incrociato tra le agenzie spaziali internazionali.

Pilota di aereo privato, è stato selezionato nel 2004 per il programma di addestramento al volo della Air France. Divenuto pilota commerciale per la compagnia aerea francese, ha iniziato a volare sull'Airbus A320 nel 2006. Ha al suo attivo più di 2000 ore di volo su diversi aerei di linea commerciali, e la qualifica istruttore di volo su A320 e istruttore di gestione delle risorse dell'equipaggio.

Pesquet è stato selezionato come astronauta per l'ESA nel maggio 2009. Entrato nel settembre 2009, ha completato con successo la formazione di base nel novembre 2010. Tra le altre funzioni, sta attualmente lavorando presso l'Eurocom, come responsabile per la comunicazione tra gli astronauti in orbita e quelli al suolo durante i voli spaziali.

Nel novembre 2015, a un anno dal lancio, ha rivelato che il nome della sua missione è "Proxima". Il termine rimanda alla stella Proxima Centauri ed è stata scelta da Pesquet stesso tra una rosa di oltre 3000 proposte mandate tramite il sito dell'Agenzia Spaziale Europea.

Parte per la stazione spaziale internazionale il 17 novembre 2016 a bordo della Sojuz MS-03 dal cosmodromo di Bajkonur, insieme al comandante russo Oleg Novitskiy e all'astronauta americana Peggy Whitson. I tre sono arrivati sulla stazione 2 giorni dopo, il 19 novembre 2016.

Egli è il più giovane membro del Corpo Astronautico Europeo.

Il 2 giugno 2017 dopo 196 giorni e qualche ora sulla stazione spaziale internazionale è avvenuto il rientro sulla Terra, in Kazakistan.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304533892 · ISNI (EN0000 0004 4214 8898 · BNF (FRcb171124572 (data) · WorldCat Identities (EN304533892