Apri il menu principale

Tobi (in copto: Ⲧⲱⲃⲓ, Tōbi), conosciuto anche come Tybi (in greco: Τυβί, Tybí) e Tubah[1] (in arabo: طوبه), è il quinto mese dei calendari egizio e copto. Nel calendario Gregoriano, Tobi corrisponde al periodo che va dal 9 gennaio al 7 febbraio.

Nell'antico Egitto, il mese di Tobi era anche il primo mese della stagione del Peret ("primavera", "emersione" o "comparsa delle terre"), il periodo in cui le acque del Nilo retrocedevano e i campi cominciavano a dare frutti nelle terre egiziane.

Indice

NomeModifica

Il nome del mese di Tobi deriva da Amso Khem, una delle forme dell'antico dio egizio Amon-Ra.

Il nome in lingua egizia era:

 
 
  
 

(Tȝ-ˁbt).

DescrizioneModifica

Quella che segue è la descrizione del mese di Tobi fatta dallo storico egiziano medievale Al-Maqrizi nella sua opera al-Mawāʿiẓ wa al-iʿtibār fī dhikr al-khiṭaṭ wa al-athār, tradotto in francese da Urbain Bouriant come Description topographique et historique de l'Égypte.[2][3]

"Toubeh, (l'antico nome di Tobi): il quinto mese copto. Il mais e il lino devono essere ripuliti dalle erbacce e la terra, che dev'essere dedicata al cotone, al sesamo e alla cucurbita estiva, viene preparata fino al primo giorno di Meshir. Le terre destinate alla crescita di colocasia, e dello zucchero, dovrebbero essere inondate. Le terre riconosciute incoltivabili dovrebbero essere contrassegnate e dichiarate improduttive, in modo che possano essere esenti da tassazione. Avviene il primo taglio della canna da zucchero (hasab er-rcis) - lasciandone abbastanza per la semina, un qīrāṭ per ogni feddan. Alla fine del mese si dovrebbero cominciare i lavori in canali e dighe: e molta cura dovrebbe essere riservata alla riparazione di sakhieh (ruote idrauliche), pozzi, ecc. In Toubeh, l'acqua del Nilo è nel suo stato migliore e più limpido e le cisterne al Cairo e in tutte le grandi città dovrebbero essere riempite in questo mese. La carne di pecora è migliore in Toubeh che in qualsiasi altra stagione. Le verdure, in particolare le carote, sono al meglio. Cavalli e muli dovrebbero essere nutriti con bersim, ed è giunto il momento per la vendita del bestiame. I venti dal sud (Siba) sono più prevalenti che da nord (Dabour). In questo mese si riscuotono le tasse. Ci sono vari detti popolari che riguardano Toubeh, ad esempio che se la pioggia cade su uno qualsiasi dei primi undici giorni, ma specialmente sulla festa dell'Epifania, ciò è un segno sicuro di buon raccolto. Il fallah dice: "Yfra en Nusrani" ("Il cristiano è felice") e afferma che Dio è contento del suo popolo e che lo ricompenserà con un raccolto abbondante."

Sinassario copto del mese di TobiModifica

Di seguito il sinassario del mese:[4]

Copto Giuliano Gregoriano Commemorazioni
Tobi

1

Dicembre

27

Gennaio

9

2 28 10
  • Morte di San Teona, sedicesimo Papa di Alessandria.
  • Martirio di San Gallinico, vescovo di Pelusio.
3 29 11
4 30 12
5 31 13
6 Gennaio

1

14
7 2 15
8 3 16
  • Consacrazione della Chiesa di San Macario.
  • Morte di Sant'Andronico, trentasettesimo Papa di Alessandria.
  • Morte di San Beniamino, trentottesimo Papa di Alessandria.
9 4 17
  • Morte di Sant'Abramo, amico di San Giorgio di Scete.
  • Morte di Sorial Ayad Sorial, conosciuto come Vescovo Karas, il primo vescovo copto degli Stati Uniti d'America.
10 5 18
  • Commemorazione della Santa Teofania.
  • Morte di San Demetrio II, centoundicesimo Papa di Alessandria.
  • Commemorazione di San Giusto, discepolo di San Samuele.
11 6 19
12 7 20
  • Commemorazione del'Arcangelo Michele.
  • Martirio di San Teodoro El-Mishreke (l'Orientale).
  • Martirio di Sant'Anatolio.
13 8 21
14 9 22
  • Morte di Sant'Arselide.
  • Morte di San Massimo, fratello di San Domazio, figli dell'imperatore romano Valentiniano I.
15 10 23
16 11 24
  • Martirio di San Filoteo.
  • Morte di San Giovanni IV, quarantottesimo Papa di Alessandria.
17 12 25
18 13 26
  • Morte di San Giacomo, vescovo di Nisibis.
19 14 27
  • Scoperta delle reliquie di Sant'Abahor (Pihour), San Bisoura (Pisoura) e della loro madre Santa Ampira (Asra).
20 15 28
  • Morte di San Procoro, uno dei settanta discepoli.
  • Commemorazione della consacrazione della chiesa di San Giovanni evangelista e trasferimeno in essa delle reliquie del santo.
  • Commemorazione del martirio di San Behna (Bahnou) e San Kloag (Bagoug), prete.
21 16 29
22 17 30
23 18 31
24 19 Febbraio

1

  • Morte di Santa Maria l'asceta.
  • Martirio di San Bisada (Psati), prete.
25 20 2
  • Morte di San Pietro, l'Adoratore.
  • Martirio di Sant'Askala (Asela), asceta.
26 21 3
  • Martirio dei quarantove santi, i Padri di Scetis.
  • Morte di Sant'Anastasia.
27 22 4
  • Martirio di San Sarapione.
  • Commemorazione dell'Arcangelo Sariel.
  • Trasferimento delle reliquie di San Timoteo, discepolo di San Paolo.
  • Martirio di San Febammone (Abu-Fam), soldato.
28 23 5
29 24 6
  • Morte di Sant'Eksani (St. Xene).
  • Commemorazione di San Siriaco, lottatore.
30 25 7
  • Martirio dei Santi Pistis, Helpis, Agape e della loro madre Sofia.
  • Morte di Sant'Andrea il Samuelita.

NoteModifica

  1. ^ Gawdat Gabra, Coptic Calendar, in The A to Z of the Coptic Church, A to Z Guide Series, The Scarecrow Press, 2008, pp. 70-1. URL consultato il 12 aprile 2018..
  2. ^ Aḥmad ibn ʻAlī Maqrīzī, Description topographique et historique de l'Égypte, E. Leroux, 1895. URL consultato il 12 aprile 2018.
  3. ^ Urbain Bouriant, Description topographique et historique de l'Égypte, BnF, 1895. URL consultato il 12 aprile 2018.
  4. ^ Synaxarium of the month of Touba, Saint Takla Haymanout. URL consultato il 12 aprile 2018.