Apri il menu principale
Trezzo sull'Adda
comune
Trezzo sull'Adda – Stemma Trezzo sull'Adda – Bandiera
Trezzo sull'Adda – Veduta
Chiesa di San Gervaso di Trezzo sull'Adda
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitanaProvincia di Milano-Stemma.svg Milano
Amministrazione
SindacoDanilo Villa (PdL - LN) dal 09/06/2009
Territorio
Coordinate45°36′N 9°31′E / 45.6°N 9.516667°E45.6; 9.516667 (Trezzo sull'Adda)Coordinate: 45°36′N 9°31′E / 45.6°N 9.516667°E45.6; 9.516667 (Trezzo sull'Adda)
Altitudine187 m s.l.m.
Superficie13,05 km²
Abitanti12 157[1] (30-11-2018)
Densità931,57 ab./km²
FrazioniConcesa
Comuni confinantiBusnago, Roncello, Cornate d'Adda (MB), Capriate San Gervasio (BG), Grezzago, Pozzo d'Adda, Trezzano Rosa, Vaprio d'Adda
Altre informazioni
Cod. postale20056
Prefisso02
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT015221
Cod. catastaleL411
TargaMI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiTrezzesi
Patronosan Gaetano
Giorno festivo7 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Trezzo sull'Adda
Trezzo sull'Adda
Trezzo sull'Adda – Mappa
Posizione del comune di Trezzo sull'Adda nella città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

Trezzo sull'Adda (Trezz in dialetto locale, AFI: [ˈtrɛts] e semplicemente Trezzo fino al 1862) è un comune italiano di 12.157 abitanti[1] situato a est della città metropolitana di Milano. La denominazione Trezzo d'Adda, per quanto utilizzata, non è corretta.

L'origine del nome non è nota, anche se esistono diverse teorie al riguardo. La più diffusa vuole che Trezzo derivi da Trecc, termine germanico per promontorio. Il nome è probabilmente dovuto alla posizione strategica occupata dal nucleo antico del comune, su uno sperone roccioso che costringe il fiume Adda a formare un'ansa. Il ritrovamento di reperti di età longobarda, localizzati sull'altipiano ad ovest della città, ha consolidato quest'ipotesi.

Il Presidente della Repubblica con Decreto dell'8 luglio 2008, ha concesso al comune di Trezzo sull'Adda il titolo di città. Le motivazioni sono collegate alle emergenze storico-artistiche della località, oltre alla presenza di numerosi servizi sovra-comunali.[2] Per adeguarsi al nuovo titolo, con Delibera di Giunta n. 129 del 10 settembre 2008 lo stemma del Comune è stato rinnovato.

Pur appartenendo all'Arcidiocesi di Milano, Trezzo non ha conservato il rito ambrosiano, tranne che per una manifestazione peculiare del Carnevale, "Il povero Piero".

Presso Concesa, frazione di Trezzo, l'acqua dell'Adda da vita al Naviglio della Martesana.

Monumenti e luoghi di interesseModifica

Il castello VisconteoModifica

 
La Centrale Taccani sulla riva dell'Adda e il Castello Visconteo
 Lo stesso argomento in dettaglio: Castello di Trezzo sull'Adda.

Conteso fra Federico Barbarossa e la città di Milano e in seguito fra i Visconti e i Torriani. Fu più volte distrutto o incendiato ma sempre ricostruito.

I resti attuali sono quelli della costruzione del 1370 di Bernabò Visconti di cui fu residenza e prigione fino alla morte ad opera del nipote Gian Galeazzo Visconti. Il ponte del castello che attraversava l'Adda era a campata unica di 72 metri, alto 25 metri sul pelo dell'acqua, fortificato e costruito su tre livelli per consentire il passaggio separato di carri e pedoni, per i tempi era un'opera di ingegneria notevole rendendolo il ponte più lungo del mondo ad una singola arcata pre-rivoluzione industriale.

La pieve preposituraleModifica

A Trezzo sorge la chiesa dei Santi Gervasio e Protasio, risalente al XIV secolo. È la sede del decanato di Trezzo, facente parte dell'arcidiocesi di Milano.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio (Trezzo sull'Adda).

CulturaModifica

MuseiModifica

Trezzo e I Promessi SposiModifica

«[...] sentiva in quel vasto silenzio rimbombare i tocchi d'un orologio: m'immagino che dovesse essere quello di Trezzo [...]»

(Alessandro Manzoni, I Promessi Sposi, Cap. XVII)

Trezzo viene menzionato in diversi testi della letteratura italiana, primo tra tutti nel celeberrimo romanzo di Alessandro Manzoni, I Promessi Sposi; in una targa di marmo, affissa al campanile della chiesa parrocchiale (dedicata ai Santi Gervaso e Protaso), viene riportato l'estratto sopracitato. Trezzo ha guadagnato l'attenzione di diversi uomini di cultura grazie al suo contesto ambientale e storico.

Feste, festival e ricorrenzeModifica

  • La Sagra cittadina si svolge in ottobre ed ha il suo culmine la prima domenica del mese.
  • Nella frazione Concesa si svolge nella seconda domenica di settembre la festa Patronale denominata "FestAssunta".
  • Sempre nella frazione Concesa, presso il Santuario della Madonna di Concesa, il 15 ottobre si svolge la Festa di S.ta Teresa
  • Il Carnevale del povero Piero si svolge il sabato del Carnevale ambrosiano; un fantoccio di paglia, il Piero, viene bruciato al termine di una sfilata di carri per festeggiare la fine della stagione invernale; è una ricorrenza molto sentita con un programma che cambia di anno in anno.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

AmbienteModifica

A Trezzo sull'Adda è presente un termovalorizzatore, entrato in funzione nel 2003. Sulla sua possibile dismissione, prevista per il 2023, sono in corso valutazioni di ordine politico ed economico.[4]

Un'altra fonte di inquinamento della cittadina è costituito dal traffico veicolare. L'autostrada A4, con le sue quattro cosrsie per senso di marcia, da una parte; e dall'altra la confluenza delle strade provinciali 104 (Trucazzano-Trezzo) e 2 (Monza -Trezzo), che attraversano il centro abitato per convergere sul ponte che collega le sponde milanese e bergamasca dell'Adda, rappresentano un problema importante, per la cui mitigazione si attende l'avvio dei lavori del nuovo ponte della Pedemontana.

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1987 1990 Ferruccio Ratti Partito Socialista Italiano Sindaco
1990 1992 Gianfranco Pedrigi Partito Socialista Italiano Sindaco
1993 1995 Pasquale Villa Partito Democratico della Sinistra Sindaco
1995 1999 Pasquale Villa lista civica Sindaco
1999 2004 Roberto Milanesi lista civica Sindaco
2004 2009 Roberto Milanesi lista civica Sindaco
2009 2014 Danilo Villa PdL - Lega Nord Sindaco
2014 2019 Danilo Villa lista civica Per il Cambiamento Sindaco [5]
2019 in carica Silvana Carmen Centurelli lista civica Per il Cambiamento Sindaco [6]

GemellaggiModifica

  •   Cevo[senza fonte]

Infrastrutture e trasportiModifica

Trezzo è servita da alcune autolinee suburbane; fra il 1890 e il 1958 era inoltre presente una stazione della tranvia Monza-Trezzo-Bergamo dal 1953 limitata a tale località quale capolinea settentrionale[7].

SportModifica

  • La S.S. Tritium 1908, squadra di calcio cittadina che ha militato in Lega Pro Prima Divisione (ex Serie C1), ora in Serie D [8].
  • La Canottieri Tritium 1967, fondata da Padre Samuele Testa ha tuttora sede in via Alzaia e possiede atleti di alto calibro, come Giada Colombo.
  • La A.S.D.G. Tritium 1979, società di ginnastica senza scopo di Lucro, affiliata alla Federazione Ginnastica d'Italia.

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  2. ^ http://www.comune.trezzosulladda.mi.it/upload/zw4bey45m5qzpj55ngi111ze109200807171554nuovosito.pdf
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Termotrezzo.it, su www.termotrezzo.it. URL consultato il 6 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2015).
  5. ^ Comune di Trezzo sull'Adda: Sindaco e Amministrazione Comunale, su www.comuni-italiani.it. URL consultato il 19 giugno 2016.
  6. ^ Riepilogo Preferenze Votazione 2019 (PDF), su https://www.comune.trezzosulladda.mi.it. URL consultato il 3 giugno 2019.
  7. ^ Paolo Zanin, Monza e i suoi tram. Storia dei collegamenti tranviari da Monza a Milano e alla Brianza, 2ª ed., Firenze, Phasar, 2009. ISBN 978-88-6358-028-0.
  8. ^ ANDREA CANALI E. LORENZO PARDINI, Trezzo, Tritium promossa in serie D: è festa, su Il Giorno, 1560143396426. URL consultato il 13 giugno 2019.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305127050 · WorldCat Identities (EN305127050
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia