Ugo Moretti

giornalista, scrittore e sceneggiatore italiano

Ugo Moretti (Orvieto, 1918Roma, 11 gennaio 1991) è stato un giornalista, scrittore e sceneggiatore italiano; fu uno dei protagonisti del neorealismo e della vita intellettuale romana del dopoguerra.

Cenni biograficiModifica

Ugo Moretti ebbe una carriera dispersiva e oscura, nonostante l'esordio promettente con Vento caldo, che ottenne il Premio Viareggio di Poesia ex aequo nel 1949[1] e che fu poi tradotto in otto Paesi. Accanto a quelli che sono considerati i suoi romanzi più significativi, va ricordata una nutrita produzione di gialli, sotto pseudonimo, di cui si è cominciato a parlare in seguito alla riproposta di uno di essi: "Doppia morte al Governo Vecchio" (1960 e 1990).

Moretti viene anche ricordato per le sue sceneggiature, tra le più famose: "Doppio delitto" (1977) e "La mano nera" (1973).

Nel 1965 ebbe anche un ruolo come attore nel film "Con rispetto parlando".

OpereModifica

  • Vento caldo (Trevi, Roma, 1949; Rfb, Ladispoli, 2021, con prefazione di Marco Lupo)
  • Gente al Babuino (Vallecchi, Firenze, 1955)
  • Doppia morte al Governo Vecchio (1960; Bariletti, Roma, 1990; con prefazione di M. Costanzo)
  • Nuda ogni giorno (Canesi, Roma, 1961)
  • Natale in casa d'appuntamento (1963)
  • Più che donna (1968)
  • Il gabbiano nero (Bariletti, Roma, 1991)

SceneggiatureModifica

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Premio letterario Viareggio-Rèpaci, su premioletterarioviareggiorepaci.it. URL consultato il 9 agosto 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN307210716 · ISNI (EN0000 0004 2851 306X · SBN IT\ICCU\CFIV\012175 · BNF (FRcb14122918b (data) · WorldCat Identities (ENviaf-307210716