Apri il menu principale
Versa
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaProvincia di Gorizia-Stemma.png Gorizia
ComuneRomans d'Isonzo-Stemma.png Romans d'Isonzo
Territorio
Coordinate45°54′N 13°25′E / 45.9°N 13.416667°E45.9; 13.416667 (Versa)Coordinate: 45°54′N 13°25′E / 45.9°N 13.416667°E45.9; 13.416667 (Versa)
Altitudine25 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Prefisso0481
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT031015
Cod. catastaleH514
TargaGO
Nome abitantiversiani
PatronoSant'Andrea
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Versa
Versa

Versa (Viarse in friulano, Viarsa nella variante locale, Vrša in sloveno) è una frazione nordoccidentale del comune di Romans d'Isonzo in provincia di Gorizia, riconosciuta nello statuto comunale.[1]

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglia di Versa.

Versa fu un comune della contea di Gorizia nell'Impero austriaco.

Il 26 luglio 1866, durante la terza guerra di indipendenza, di svolse la battaglia di Versa che, a seguito di una "Tregua d'Armi" firmata due giorni prima, non ebbe alcuna conseguenza dal punto di vista del controllo politico del territorio, che, in seguito all'Armistizio di Cormons, restò asburgico sino al 1919[2].

Passato all'Italia dopo la prima guerra mondiale, fu incluso nella provincia di Gorizia, tranne nel quadriennio in cui il governo fascista sottopose tutto il goriziano ad Udine. Nel 1928 il governo Mussolini decise l'annessione del paese a Mariano.[3]

NoteModifica

  1. ^ Statuto
  2. ^ Edo Calligaris, Nel 1866 Versa ritornò italiana ma per soli 15 giorni, in Il Piccolo, 26 luglio 2012.
  3. ^ Anno 1928

Voci correlateModifica

  Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Friuli-Venezia Giulia