Via Lattea (comprensorio sciistico)

comprensorio sciistico

Vialattea è un comprensorio sciistico italo-francese composto da sette località piemontesi, appartenenti all'Alta Val Susa (Oulx, Cesana Torinese, Claviere, San Sicario, Sauze d'Oulx e Sestriere) e alla val Chisone (Pragelato), e dalla località francese di Monginevro[1]

Vialattea
Vialattea / Your Mountain Experience
StatiBandiera dell'Italia Italia, Bandiera della Francia Francia
Regioni  Piemonte,   Provenza-Alpi-Costa Azzurra
Province  Torino, Stemma Alte Alpi
Località principaliSestriere, Pragelato, Sauze d'Oulx, Oulx, Sansicario, Cesana Torinese, Claviere, Monginevro (FR)
Sito web

Descrizione modifica

Il comprensorio, il primo interamente collegato più grande d'Italia, si sviluppa da un'altezza di 1.372 m s.l.m. degli impianti di Cesana ai 2.789 m s.l.m. del Monte Motta, per un dislivello massimo di 1417m.

Dispone di 69 impianti di risalita e 400 km di piste suddivise in:[2]

  • 96 km di piste facili Blu
  • 220 km di piste intermedie Rosse
  • 84 km di piste difficili nere.

Alcune di queste piste hanno ospitato le gare di sci dei XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006.[3]

La Stagione generale va da inizio Dicembre fino a metà aprile, ma come in tutti i comprensori sciistici il periodo può variare in funzione del meteo.

La certezza di copertura della neve del comprensorio è molto alta, complice sia l'elevata altitudine di partenza degli impianti (quindi la ridotta presenza di discese a valle a quote inferiori in particolare di Sestriere, Claviere e Monginevro) e sia per l'esposizione del comprensorio, che è in gran parte rivolto a nord (ad esclusione di alcune piste di Cesana e San Sicario) il che permette una tenuta ottimale della neve anche ai margini della stagione sciistica.

Le piste dispongono di una copertura dei cannoni da neve artificiali pari al 50% del totale dei km esistenti.[2]

Il comprensorio è accessibile via treno dalla stazione ferroviaria di Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere, situata sulla linea internazionale Torino - Modane e via auto tramite la Autostrada A32, uscita Circonvallazione di Oulx.

È la quarta stazione sciistica più grande al mondo, (Quinta se si considera il Dolomiti Superski come unico comprensorio sci ai piedi), dietro rispettivamente solo al comprensorio Les 3 Vallées, Les Portes du Soleil e il comprensorio 4 Vallèes.

Storia modifica

Sauze d’Oulx fu' la culla dello sci in Italia, sport introdotto dall’ingegnere svizzero Adolfo Kind dall’anno 1896.[4]

A Sestriere la prima funivia, Alpette Sises, viene inaugurata addirittura nell’inverno del 1931, l’anno seguente si costruisce la funivia Banchetta e, nel 1937, prende il via quella di Fraiteve.

Proseguendo agli anni ’50, Sestriere entra anche nel circuito delle gare internazionali Kandahar, ospitando la prima tappa della prestigiosa gara nel 1951. Mancano solo le gare di Coppa del Mondo, e quelle arrivano a partire dal 1967.

Nel 1984, anno fondamentale nel percorso intrapreso da Vialattea. Da una parte, la Sestrieres SpA inizia a radunare sotto lo stesso cappello le prime due società che gestiscono impianti di risalita nelle località limitrofe, dall’altra inaugura l’impianto di innevamento programmato. Si trattava, all’epoca, di una novità assoluta in Italia, un’avanguardia che consentì di realizzare la rete di innevamento più estesa d’Europa.[5]

Fino al 2013, anno della chiusura degli impianti di Pragelato si poteva usufruire sci ai piedi anche di questa zona[6](50 km).

Pragelato tuttavia è rimasta collegata nella zona di Pattemouche dalla funivia Pattemouche-Anfiteatro.

Note modifica

  1. ^ Vialattea, Sestriere, Sauze d'Oulx, Sansicario, Cesana, Claviere, Montgenèvre, su neveitalia.it, www.neveitalia.it. URL consultato il 28 novembre 2021.
  2. ^ a b Comprensorio sciistico Via Lattea - Sestriere/Sauze d'Oulx/San Sicario/Claviere/Monginevro - Sciare Via Lattea - Sestriere/Sauze d'Oulx/San Sicario/Claviere/Monginevro, su www.skiresort.it. URL consultato il 23 ottobre 2023.
  3. ^ (EN) AA.VV., Skying the Via Lattea, in The Rough Guide to Europe on a Budget, Rough Guides, 2014, ISBN 9781409371144. URL consultato il 29 novembre 2021.
  4. ^ Storia - Comune di Sauze d'Oulx, su www.comune.sauzedoulx.to.it. URL consultato il 23 ottobre 2023.
  5. ^ La Nostra Storia - Comprensorio Sciistico Vialattea, su vialattea.it. URL consultato il 23 ottobre 2023.
  6. ^ Pragelato, il sindacochiude gli impianti, su la Repubblica, 20 dicembre 2013. URL consultato il 23 ottobre 2023.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica