Villeneuve-d'Ascq

comune francese

Villeneuve-d'Ascq (in piccardo Neuvile-Ask) è un comune francese situato nel dipartimento del Nord. Sorta nel 1967 come città, è la più popolata del Mélantois.

Villeneuve-d'Ascq
comune
Villeneuve-d'Ascq – Stemma
Villeneuve-d'Ascq – Veduta
Villeneuve-d'Ascq – Veduta
Castello di Flers
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneAlta Francia
DipartimentoBlason Nord-Pas-De-Calais.svg Nord
ArrondissementLilla
CantoneVilleneuve-d'Ascq
Territorio
Coordinate50°41′N 3°09′E / 50.683333°N 3.15°E50.683333; 3.15 (Villeneuve-d'Ascq)
Altitudine29 m s.l.m.
Superficie27,46 km²
Abitanti61 957[1] (2019)
Densità2 256,26 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale59491, 59493, 59650
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE59009
Parte diMetropoli europea di Lilla
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Villeneuve-d'Ascq
Villeneuve-d'Ascq
Sito istituzionale

StoriaModifica

Nata nel 1967 dall'unione di tre antichi villaggi, Ascq, Annappes e Flers, la città è il luogo di nascita della prima metropolitana di tipo VAL.
Con più di 60.000 abitanti, la nuova città (Villeneuve d'Ascq significa infatti città nuova di Ascq) è uno dei centri principali della Metropoli europea di Lilla e il più grande (2746 ettari) dopo la stessa Lilla; è anche una delle città principali della regione Nord-Passo di Calais-Piccardia.

Nel 1944 è stato il teatro di un tragico evento storico, il massacro di Ascq, ad opera di truppe naziste.

Villeneuve d'Ascq è soprannominata "la tecnopoli verde" a causa della forte presenza di centri di ricerca - ci sono campus dell'Università di Lilla e scuole di istruzione superiore - e di imprese in uno spazio piuttosto arioso. Grazie alle sue zones d'activité, il parco della Haute Borne e due centri commerciali, Villeneuve d'Ascq è un importante centro economico nel Nord-Passo di Calais. Multinazionali come Bonduelle, Cofidis e Decathlon-Oxylane vi hanno posto il loro quartier generale.

SimboliModifica

 

«Interzato in fascia: il primo d'oro, alla fascia d'azzurro e al decusse di rosso, attraversante sul tutto (Ascq); il secondo di rosso, al capo scaccato d'argento e d'azzurro di tre tiri (Flers-lez-Lille); il terzo di verde, alla banda scaccata d'argento e di rosso di due tiri (Annappes). Motto: Tres in uno

Lo stemma di Villeneuve-d'Ascq è stato creato nel 1973 e riunisce, uno sull'altro, gli emblemi di Ascq, Flers-lez-Lille e Annappes.

   

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Vi si trovano importanti musei (il più famoso è quello dedicato all'arte moderna, arte contemporanea e art brut (LaM), spazi verdi e infrastrutture dedicate alla disabilità. Nel 1963 vi fu trasferita la casa-madre delle Suore del Salvatore e della Santa Vergine.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti

CulturaModifica

MuseiModifica

Campus Università di Lilla - Villeneuve d'AscqModifica

  • Université des Sciences et Technologies (USTL) ;
  • Université Charles de Gaulles de Lettres, Arts et Sciences humaines ;
  • École centrale de Lille è una rinomata scuola di Laurea in Ingegneria istituita all'interno del campus dell'Università di Lilla.

Geografia antropicaModifica

QuartieriModifica

Il primo quartiere costruito dopo la nascita di Villeneuve d'Ascq è Triolo.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

SportModifica

Oltre alle sue attività accademiche ed economiche, Villeneuve d'Ascq è principalmente conosciuta per i suoi eventi sportivi - vi hanno sede due stadi (fra cui il Pierre Mauroy che ha ospitato 6 gare del Campionato europeo di calcio 2016 e, opportunamente coperto, le finali delle edizioni 2014, 2017 e 2018 della Coppa Davis e la fase finale del Campionato europeo maschile di pallacanestro 2015) e alcune delle sue squadre giocano nello sport d'élite.

NoteModifica

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ Comune di Iași:città gemellate, su primaria-iasi.ro. URL consultato il 18 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2011).

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN146632006 · ISNI (EN0000 0001 2154 2747 · SBN TSAL000068 · LCCN (ENn84128423 · GND (DE4119440-8 · BNF (FRcb153473659 (data) · J9U (ENHE987007567020405171 · WorldCat Identities (ENlccn-n84128423
  Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia