Apri il menu principale

AIDS (inserimento)

(Autosegnalazione). Voce parzialmente tradotta dalla en.wiki, ricca di immagini e con note puntuali. Eccede leggermente sul limite dei 125k ma, vista la portata dell'argomento, credo si possa accettare. Grazie a tutti coloro che la valuteranno --Adert (msg) 12:25, 22 dic 2012 (CET)

Questa voce è stata sottoposta a un vaglio

Pareri
  •   Commento alcune autorità religiose hanno pubblicamente dichiarato la loro opposizione all'uso del preservativo
    Il tema è delicato e giuro che non è una trollata notturna da IP :-) , credo però che se il Papa afferma[1] che il preservativo aumenta i problemi per quanto riguarda la prevenzione la cosa andrebbe citata un po' più dettagliatamente di "alcune autorità religiose", anche viste le reazioni a livello europeo[2]. Per il resto, pur trovando la voce completa e di facile lettura, non sono pratico e mi defilo subito :-) Buon lavoro --151.16.162.171 (msg) 01:35, 23 dic 2012 (CET)
    Perplesso. Se è vero che ci fu una buona polemica sulle parole del Papa, mi pare che comunque sia marginale nel complesso della voce, visto anche il detto e ribadito ruolo fondamentale del preservativo nella prevenzione che si evince dalla voce. Al limite una frase alla voce profilattico potrebbe starci, ma qui non mi convince, vista comunque la costante contrarietà della Chiesa Cattolica a tale strumento, che sussiste indipendentemente dall'AIDS e dal suo ruolo nella prevenzione. Poi, a dirla tutta, ciò che è espresso dal Papa ha sicuramente un valore etico e religioso, ma come fonte scientifica non ci sta proprio, pertanto il fatto che affermi che anzi aumentano i problemi (che di per sé significa tutto e niente) trova il tempo che trova. --Aplasia 13:36, 28 dic 2012 (CET)
    Naturalmente non avevo in mente un incipit tipo   IL PAPA È CONTRO IL PRESERVATIVO   , beninteso ;-) Daccordissimo sul non-valore scientifico di quanto dice il Papa sull'argomento (come di quanto dice chiunque non sia esperto in materia del resto) e daccordissimo sulla marginalità della cosa all'interno della voce. Esiste tuttavia un paragrafo "Religione e AIDS" nel quale per definizione la scienza c'entra poco, dove la faccenda è, imo giustamente, affrontata e dentro il quale continuo a trovare un po' "understatement" la frase "alcune autorità religiose"... Mi permetto di citarti: potrebbe andare bene direttamente parlare di "costante contrarietà della Chiesa Cattolica a tale strumento"? --151.16.167.34 (msg) 21:44, 28 dic 2012 (CET)
    Condivido entrambe le osservazioni che mi hanno preceduto. A mio modesto parere o la voce è squisitamente (e laicamente) scientifica e si ritiene che non sia necessario un paragrafo su Religione ed AIDS, perché ciò che dice il Papa scientificamente 'trova il tempo che trova', oppure, se un paragrafo sugli aspetti sociali ha una sua dignità enciclopedica, si può organizzare una frase che in modo asettico ma intellettualmente corretto sottolinei che, a titolo d'esempio, la nota e ribadita contrarietà della Chiesa Cattolica all'uso del preservativo, ritenuto intrinsecamente immorale, in quanto strumento di controllo delle nascite, ha portato all'opposizione al suo uso anche come strumento di controllo di diffusione del contagio. O così almeno a me pare ... --Frivadossi (msg) 13:33, 29 dic 2012 (CET)
    P.S. Sono andato a vedermi la voce inglese. Lì viene citato Mr. Matthew Hanley come esperto sanitario americano nonché autore del libro "The Catholic Church and the Global Aids Crisis" . La traduzione zoppica. È sparita la qualifica di Mr.Hanley ed il titolo del libro in cui afferma ciò che viene poi correttamente riportato nella voce. Errore? Dimenticanza? Autocensura? Non ho capito niente io? --Frivadossi (msg) 13:41, 29 dic 2012 (CET)
    Secondo me la dignità enciclopedica per il paragrafo ci sta tutta e la versione di Frivadossi non mi pare così male. La seconda frase che citi va a mio avviso riformulata in un italiano più scorrevole e la qualifica di Matthew Hanley va riportata, altrimenti si può far erroneamente pensare alla classica opinione del "signor nessuno". --Aplasia 16:36, 29 dic 2012 (CET)
    Così mi pare sinceramente eccessivo e in condizioni ingiusto rilievo. Ritengo che un paio di righe siano più che sufficienti. --Aplasia 19:06, 29 dic 2012 (CET)
    Ho tentato di: 1) chiarire chi è Mr. Hanley; 2) spiegare perché secondo lui (e chi ritiene che castità fedeltà ecc. siano la strada maestra per contenere il contagio) il condom è inefficace --> riferimento alla compensazione del rischio 3) segnalare che sul concetto di compensazione del rischio non sono tutti in accordo. (riferimento all'articolo di Pinkerton). Le notizie le ho prese da qui Poi effettivamente sono stato lungo ... certamente volevo solo essere obiettivo e non volontariamente sproporzionato nel rappresentare il punto di vista della Chiesa. In altre parole ho tentato di segnalare che la Chiesa non condivide il condom per motivi etici (e nessuno credo possa entrare in discussione: prendere o lasciare), ma anche che alcuni studiosi danno una giustificazione scientifico-comportamentale a questa posizione, in disaccordo con altri studiosi. Probabilmente non sono riuscito nell'intento.--Frivadossi (msg) 20:04, 29 dic 2012 (CET)
  • Io vedrei bene la prima versione di Frivadossi in Religione e AIDS, dove appunto ha senso parlare di religione. Forse un accenno in Rapporti penetrativi: Il preservativo, impedendo il contatto tra mucose genitali e secrezioni potenzialmente infette, è un presidio sanitario di provata efficacia: il suo uso corretto rende il sesso sicuro e impedisce il contagio da tutte le malattie sessualmente trasmissibili, benché alcuni scienziati/studi sostengano che nel caso dell'AIDS esso non etc etc con in ref Mr Hanley. Ma nel caso anche qui giusto 2 righe, altrimenti con l'ingiusto rilievo siamo punto e a capo, imho.--151.16.167.34 (msg) 23:00, 29 dic 2012 (CET)
  • Ho fatto quest'aggiunta di cui si parlava in fase di vaglio. Per il resto sono   Favorevole all'ingresso in vetrina: scritta bene, leggibile, corretta e ben referenziata. --Rupert Sciamenna qual è il problema? 17:40, 8 gen 2013 (CET)
  •   Favorevole anche per me, dopo ricontrolli di Adert --Sailko 21:17, 8 gen 2013 (CET)
  •   Favorevole Eccomi, e complimenti a chi si è dato da fare --Frivadossi (msg) 22:49, 8 gen 2013 (CET)
  •   Commento: la sezione "Religione e AIDS", per come la leggo ora, fa acqua da tutte le parti. Nel secondo paragrafo si cita una notizia della BBC, ma non è specificato quale "chiesa" prescrive la preghiera come mezzo di guarigione. Siccome poi si parla di pastore immagino si tratti di protestanti o anglicani, io dall'articolo BBC non sono riuscito a capirlo. In generale tutto riguarda più la supertizione che la religione. Il primo paragrafo non è per nulla chiaro. La Chiesa cattolica ha scritto documenti dottrinali precisi sull'argomento (qui non citati) e semmai la polemica riguarda il fatto che la Chiesa, contraria all'uso del preservativo per tutta una serie di motivi, ritiene, ad esempio, che non basti innondare l'Africa di condom per fermare il contagio, ma sia preferibile agire a monte, come limitare la promisquità sessuale (in Uganda ad esempio ha funzionato). Insomma un paragrafetto così banalizza tutto perché l'argomento è vasto, controverso e oltretutto abbiamo un mare di voci in cui se ne parla con maggior cognizione. La sezione "Prevenzione" inizia con una reclame per i preservativi. Se il preservativo riduce dell'80% il richio di contrarre il contagio (ma il 20% restante si becca l'AIDS perché usa preservativi bucati?) non serve nemmeno una fonte per dire che l'astinenza sessuale lo riduce del 100%. Poi però si dice «Programmi volti a promuovere l'astinenza sessuale non sembrano influenzare positivamente il rischio di contrarre HIV.» Frase opinabile visto che in molti casi è stato proprio così (anche qui il caso ugandese). La frase non è chiara: perché i programmi di promozione non sembrano diminuire il rischio? Perché non funziona la promozione o perché non funziona l'astinenza? Il tema è molto, ma molto più complesso e liquidarlo così denota una superficialità non adatta ad una voce da vetrina. IMHO qui è meglio parlare della malattia e lasciare i temi ideologici (anchese provenienti da illustri studi scientifici) in altre voci dove chi vorrà potrà sviscerare approfonditamente tutti gli aspetti. <POV> Preti che danno consigli sanitari o medici che danno consigli etico-religiosi sono allo stesso livello. </POV> --Amarvudol (msg) 18:47, 9 gen 2013 (CET)
  •   Commento: <modalità cacaspilli>Le note o si mettono tutte prima del punto o si mettono tutte dopo (meglio). Qui sono un po' così e un po' cosà.</modalità cacaspilli> --Amarvudol (msg) 18:54, 9 gen 2013 (CET)
      Fatto --Aplasia 10:50, 10 gen 2013 (CET) (ma prima o dopo è uguale, purché sia uniforme)
  •   Favorevole risolto ottimamente, imho, l'"understatement" che citavo sopra non vedo altro che impedisca la stella. Mi unisco ai complimenti a chi ha svolto il lavoro. --151.16.55.185 (msg) 20:59, 9 gen 2013 (CET)
(conflittato) Più sopra si è discusso se mantenere il paragrafo Religione e Aids. E' stato argomentato che avrebbe una sua dignità enciclopedica. E condivido la posizione. Poi l'ho ampliato. Ed è stato notato (ritengo anche giustamente) che si andava verso l'ingiusto rilievo. L'ho scarnito. Ora chi ha una visione diversa lo ritiene (lecitamente dal suo punto di vista) paragrafetto e banalizzante l'argomento. Ho il massimo rispetto dell'opinione di tutti (e lo dico davvero senza alcuna velleità polemica), però mi chiedo anche come diavolo avranno fatto su en.wiki a far passare il loro articolo del 2006 come un "Natural sciences good articles", dato che mi pare meno curato di questo (mio POV, ovvio). Non è che forse siamo così italianamente tendenti al perfezionismo che alla fine passiamo la gran parte del tempo a discutere dei "prolegomeni di una futura metafisica" mentre gli altri fanno, scrivono, ampliano (ed eventualmente, pragmaticamente, correggono e rivedono)? Comunque sono favorevole al fatto che chi conosce i documenti dottrinali precisi sulla posizione della Chiesa Cattolica e AIDS sinteticamente li citi migliorando così la voce. Non conosco (lo confesso) gli interventi sulla promiscuità sessuale attuati (da chi e in che modo?) in Uganda né i risultati cui hanno condotto. E neppure perché non si sia deciso di estenderli ad altri Stati se hanno davvero funzionato. Ma trovo l'argomento intrigante, e pure qui direi che si potrebbe sinteticamente approfondire. Quanto alle correzioni di stile trovo più che giusto il rilievo e non appena ho un attimo mi ci metto di buona lena. Buona serata a tutti.--Frivadossi (msg) 21:15, 9 gen 2013 (CET)
il link di AVIS (sezione controllo e donazione sangue) (url=http://www.avis.it/usr_view.php/ID=1460) manda genericamente alla pagina della Associazione. Non sono riuscito a trovare l'argomentio "Sicurezza e Test". Se qualcun altro può cortesemente controllare oppure va eliminato.--Frivadossi (msg) 09:18, 10 gen 2013 (CET)
Trovato e corretto. Scusate. --Frivadossi (msg) 09:39, 10 gen 2013 (CET)
@Frivadossi. Mi scuso se sono apparso un po' polemico e non volevo sminuire il lavoro fatto. Ho letto la voce ieri sera così com'era senza aver seguito vaglio e discussioni. D'altra parte la si sta proponendo per la vetrina qui su it.wiki e cosa abbiano scritto su en.wiki è tutto sommato un altro paio di maniche. Della parte tecnica e squisitamente scientifica ho capito poco e quindi mi sono inconsciamente concentrato sugli altri aspetti. Ribadisco che la voce com'è ora mi sembra deboluccia sulla questione preservativo, sia nella sezione dedicata alla prevenzione da contatto sessuale che nella parte che affronta le posizioni degli ambienti religiosi. Ora, per essere costruttivi, provo a buttare giù qualche sintetico punto di riflessione, ma, poiché siamo in fase di candidatura per la vetrina, non so se questo è il momento o il luogo giusto. Intanto le metto nella discussione della voce per non intasare questa pagina. Se ritenete ci sia motivo per approfondire/discutere/modificare/ecc. si può anche rimettere tutto qui. --Amarvudol (msg) 12:17, 10 gen 2013 (CET)
Visto che siamo in dirittura d'arrivo della segnalazione, sarebbe opportuno che si giungesse ad una posizione condivisa sulle osservazioni di Amarvudol. Ho dato una scorsa alla discussione riportata in talk: mi sembra che sia rimasto senza risposta (o da risolvere, se capisco bene) solo il punto "nella voce andrebbero almeno sommariamente citate le strategie di prevenzione anche "sociale" che sono state messe in pratica (sopratutto in Africa mi pare) e che qualche successo l'hanno avuto." L'ultimo intervento in proposito è di quasi due settimane fa: credo sia giunto il momento di rispondere, o intervenendo opportunamente nella voce o argomentando avverso le modifiche che chiede Amarvudol. --Er Cicero 20:33, 22 gen 2013 (CET)
  •   Favorevole all'inserimento in vetrina. La voce è equilibrata, esaustiva, ben scritta anche per quanto riguarda la terminologia medica, neutrale e bilanciata. I miei complimenti a chi ci ha lavorato su così duramente! --Aplasia 11:09, 10 gen 2013 (CET)
  •   Commento L'ho modificata secondo gli standard http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Medicina/Pagine_guida/Malattie, non ho tolto né aggiunto nulla per non interferire nella valutazione dei contenuti --Gambo7 (msg) 17:10, 14 gen 2013 (CET)
PS: segnalo queste due voci che possono contribuire e magari dirimere le questioni sollevate: Controversia sulle dichiarazioni di Benedetto XVI in materia di lotta all'AIDS, Programma delle Nazioni Unite per l'AIDS/HIV --Gambo7 (msg) 17:56, 14 gen 2013 (CET)
  •   Favorevole, la voce dopo un paio di letture ha IMHO i requisiti per entrare in vetrina, essendo ben equilibrata e approfondita sia da un punto di vista medico che storico-sociale (ottima idea quella di collegare il capitolo "Religione ed AIDS" a Controversia sulle dichiarazioni di Benedetto XVI in materia di lotta all'AIDS, soprattutto in quanto permette una maggiore esaustività dei contenuti senza appesantire troppo la voce). L'unica perplessità è l'immagine iniziale, io l'avrei messa ad Aspetti sociali mettendo magari come immagine iniziale qualcosa di più legato agli "aspetti medici e scientifici" e meno a quelli sociali (anche se controllando gli altri wiki ho visto che è l'immagine più usata). Io proporrei questa File:HIV-budding-Color.jpg. Comunque la mia rimane una semplice impressione per di più su un argomento che è "una quisquilia" del tutto secondaria e irrilevante per l'ingresso in ventrina.--Iruꝩa E. Tîron (vecormàntaye‘) 12:42, 20 gen 2013 (CET)
Non è che sia molto d'accordo... il nastro rosso era un simbolo molto più evidente e conosciuto di una veduta al microscopio di non facile intendimento... anche perché è l'img di aperture della voce HIV, se penso alla sindrome e alle sue conseguenze credo che il nastro rosso sia più evocativo... se non ci sono altri pareri preferirei ripristinare. --Sailko 07:51, 23 gen 2013 (CET)
Anch'io d'accordo con Sailko. Nella scelta fra le due immagini, vedo meglio il nastro quale apertura della voce relativa alla malattia, mentre l'immagine al microscopio è ottima per la voce sul virus (e per una sezione successiva). --Harlock81 (msg) 16:49, 23 gen 2013 (CET)
Per me non è un problema. Ho fatto la modifica per venire incontro alla richiesta di Errùwen. Purtroppo in questi giorni non riesco a partecipare come vorrei... --Adert (msg) 18:07, 23 gen 2013 (CET)
Fa nulla, era un semplice consiglio, ben'inteso. Di nuovo complimenti per il lavoro svolto! --Iruꝩa E. Tîron (vecormàntaye‘) 19:15, 23 gen 2013 (CET)

Ho postato un commento poco sopra, forse è sfuggito perché fuori crono. Qualcuno pensa di rispondere prima di provare a chiudere la segnalazione? --Er Cicero 22:23, 25 gen 2013 (CET)

Mi sa che Armavudol è l'unico che abbia fonti a portata di mouse per fare un inserimento del genere. --Sailko 09:47, 26 gen 2013 (CET)
Ho aggiunto una propostina qui. Io per prudenza e rispetto verso la procedura per la vetrina in cui sono intervenuto forse fuori tempo massimo, ho scelto di non modificare nulla e di proporre/disutere nella talk della voce. Invece vedo che è stata addirittura linkata come approfondimento la voce dedicata alla controversia sulla dichiarazione di BXVI, che beninteso, è solo una delle migliaia di prese di posizione sulla questione. Ribadisco inoltre che IMHO il secondo paragrafo della sezione "Religione e AIDS" contiene info gossippare di provenienza BBC che sviliscono un po' la voce. --Amarvudol (msg) 10:51, 28 gen 2013 (CET)
Non essere timido, WP:Be bold! --Sailko 11:38, 28 gen 2013 (CET)
Ok, sono stato "grassetto" e ho cambiato la sezione "Religione e AIDS". La voce sulla dichiarazione di Benedetto XVI è linkata nel corpo del testo e ho eliminato le news gossippare di fonte BBC. Rollbackate senza pietà se non va bene. Ho citato il catechismo, Schooyans che è un teologo, filosofo e non so cos'altro, molto attivo nella tematica "globalizzazione" con annessi e connessi, il teologo morale Livio Melina (esperto in studi sulla famiglia) e ho lasciato Hanley. Ho cambiato titolo alla sezione. Come dicevo in discussione della voce, mancherebbe qualche accenno alle posizioni islamiche, ebraiche e protestanti (quest'ultime però credo siano più sfumate). --Amarvudol (msg) 18:25, 29 gen 2013 (CET)
(conf. e fuori crono) Ho aggiunto anche qualcosa sull'ABC (come avevo proposto nella discussione della voce). Mi rimane un po' oscura la prima frase della sezione "Prevenzione primaria" dove si dice che il preservativo riduce dell'80% il rischio. Nell'articolo citato in nota si rimanda ad un altro articolo che parla solo di rapporti etero. A parte questo, l'articolo parla di protective value del condom, non tanto di riduzione del rischio. Cioè, non mi è chiaro dove finisce il restante 20% (uso sbagliato del preservativo, preservativi rotti, dico che lo uso, ma non è vero,...). In definitiva la frase non mi sembra rispecchi del tutto quello che dice l'articolo. Al limite sostituirei «L'uso costante del preservativo riduce il rischio di trasmissione dell'HIV di circa l'80%» con un «L'uso corretto del preservativo ridurrebbe il rischio di trasmissione dell'HIV, essendo il suo livello di protezione stimato in circa l'80%» o qualcosa del genere. --Amarvudol (msg) 19:05, 29 gen 2013 (CET)
Ho riportato la posizione delle chiese evangeliche in Italia perché credo che, avendo il Vaticano in casa, noi italiani tendiamo sempre a pensare (imho) che la lettrure delle sacre scritture debba essere orientata da una certa gerarchia, mentre esistono altri modi di leggere i sacri testi, altre visioni teologiche, diverse da quella cattolica ma pur sempre intelletualmente e culturalmente molto oneste. Rollbackare è un'attività che proprio non mi si addice. Preferisco far vedere che la prospettiva è più ampia ... poi dove stia la verità ... Sto diventando un cultore dell' ἐποχή. Di ebrei ed islamici non sono davvero in grado di scrivere, ma se qualcuno può ben venga. Con simpatia. --Frivadossi (msg) 18:54, 29 gen 2013 (CET)
Grazie per l'inserimento. Per quanto hai aggiunto sull'ABC dico solo che "aspre critiche" lo cambierei in "critiche" (perché se ci mettiamo a dire chi è più aspro nel dibattico sull'HIV non finiamo più, poiché di "aspre critiche" ne arrivano anche verso chi continua a innondare l'Africa di preservativi che poi la gente usa per gli addobbi poiché i palloncini costano troppo :-) ) e il "rammarico" lo metterei in un altra sezione (o addirittura in un'altra voce) perché così condensi un dibattito enorme in una riga. "Rollbackate pure", per come lo intendo io, equivale a dire "se ho scritto cazzate, discutiamone, che non mi offendo". --Amarvudol (msg) 19:24, 29 gen 2013 (CET)
Colgo al volo l'osservazione su aspre critiche, che considero fondata. Per quanto riguarda il rammarico debbo dissentire, in quanto, senza voler fare una guerra di religione o fazioni contrapposte, credo sia indubbio che il dibattito sull'argomento si presta a molte strumentalizzazioni (e probabilmente meriterebbe davvero una pagina a sè). Il termine "rammarico" mi pareva abbastanza neutrale e l'articolo che cito ha per titolo (tradotto): "È giunto il momento di un terreno comune sulla prevenzione della trasmissione sessuale dell'HIV" ... più ecumenico di così! Inoltre il concetto del rammarico per la contrapposizione lo trovi anche nell'articolo di Murphy: "The discussion has become polarized in part because for some, the ABCs are synonymous with the promotion of abstinence-only sex education programs for youth, an area of considerable controversy that seems to pit political and religious conservatives against their liberal counterparts". Ciao.--Frivadossi (msg) 19:50, 29 gen 2013 (CET)
@Amarvudol L'articolo originale afferma che l'uso che l'uso costante del profilattico, ovvero durante ogni rapporto sessuale vaginale, riduce dell'80% l'incidenza, ovvero il rischio di un individuo della popolazione generale di ammalarsi. L'articolo dice esplicitamente di non valutare la correttezza d'uso del preservativo. Non esiste un rimanente 20%, in pratica si afferma che con l'uso costante del preservativo ci si risparmia i 4/5 dei casi, o vice versa, che senza uso costante del preservativo i nuovi malati sarebbero cinque volte tanto; tale percentuale non è del 100% con ogni probabilità per la presenza di altre modalità di trasmissione, uso scorretto del preservativo e per altri fattori. --Aplasia 13:40, 30 gen 2013 (CET)
Grazie Aplasia! Capito (almeno credo). --Amarvudol (msg) 15:25, 30 gen 2013 (CET)
Risultato della discussione:
La procedura di inserimento della voce in Vetrina ha dato esito positivo.

In assenza di obiezioni valide, la decisione può essere ratificata e la segnalazione archiviata entro un paio di giorni dal termine della discussione.

Commenti: Mi pare che non sia rimasta alcuna obiezione significativa irrisolta (se sbaglio annullate pure) dunque la segnalazione si può chiudere positivamente
Archiviatore: --Er Cicero 17:48, 3 feb 2013 (CET)