Apri il menu principale

Willoughby Norrie, I barone Norrie

generale e politico britannico

BiografiaModifica

Era il figlio di George Edward Moke Norrie, e di sua moglie, Beatrice Stephen.

CarrieraModifica

Carriera militareModifica

Dopo aver studiato a Eton e al Royal Military Academy di Sandhurst, Norrie entrò a far parte dell'11° Ussari nel 1913[1]. Ha servito nella prima guerra mondiale. Divenne, successivamente, un capitano del 73ª brigata di fanteria, generale ufficiale, maggiore di brigata di fanteria. Nel gennaio 1919 ha cambiato il suo nome da Moke-Norrie a Norrie[2].

Nel 1931 fu promosso a tenente colonnello e prese il comando dell'11° Ussari[3] e, nel 1935[4], promosso a colonnello. Nel gennaio del 1936, Norrie ha partecipato alla processione funebre di Giorgio V[5]. Nell'aprile del 1936 è stato nominato al comando della 1ª brigata di cavalleria. La sua brigata è stata meccanizzata nel 1938, diventando la 1ª brigata corazzata nel 1940.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale Norrie continuò a servire come comandante della 1ª Brigata corazzata. Nel mese di aprile 1940 gli venne affidato il comando temporaneo della 2ª brigata. In seguito è stato nominato maggior generale[6] e ispettore del Royal Armoured Corps. È stato promosso al grado permanente di maggior generale nel giugno 1941[7]. Nel novembre 1941 alla divisione venne ordinato di trasferirsi in Egitto, dove Norrie fu luogotenente generale[8] al comando del XXX Corps al posto di Vyvyan Pope[9]. Egli comandò il XXX Corps durante l'Operazione Crusader con un certo successo, ma i suoi carri armati subirono una pesante sconfitta nella battaglia di Gazala nel giugno 1942. Tornò in Gran Bretagna per essere nominato comandante della Royal Armoured Corps.

Norrie si ritirò dall'esercito nel settembre 1944. Anche se il suo grado di merito in questo momento era ancora maggior generale, è stato dato il grado onorario di tenente generale in pensione[10].

 
Incontro tra Sir Willoughby Norrie (destra), il Primo ministro dell'Australia Ben Chifley (sinistra) e il Primo ministro del South Australia, Tom Playford (in mezzo).

Governatore del South AustraliaModifica

Norrie è stato nominato governatore del South Australia nel settembre 1944. Egli, insieme alla famiglia, arrivò ad Adelaide nel mese di dicembre. Entro due anni, Norrie ha viaggiato in ogni zona di ente locale all'interno dello Stato, ed era sicuro di dare il benvenuto militari di ritorno dalla guerra.

Anche se rimase neutrale per quanto riguarda la politica locale, è stato 'scosso' al rifiuto di Thomas Playford di nazionalizzare l'Adelaide Electric Company.

Nel 1946 nacque l'Electricity Trust of South Australia[11].

Governatore Generale della Nuova ZelandaModifica

Nel 1952[12] venne nominato Governatore Generale della Nuova Zelanda, carica che mantenne fino al 1957. In quello stesso anno fu creato Barone Norrie, di Wellington e di Upton nella Contea di Gloucester[13].

 
Sir Willoughby Norrie e la sua famiglia a Henley Beach, 28 dicembre 1946.

MatrimoniModifica

Primo matrimonioModifica

Sposò, il 9 giugno 1922, Jocelyn Helen Gosling (?-7 marzo 1938), figlia di Richard Gosling. Ebbero tre figli:

Secondo matrimonioModifica

Sposò, il 28 novembre 1938, Patricia Merryweather Bainbridge (1907-20 gennaio 2001), figlia di Emerson Muschamp Bainbridge. Ebbero tre figli:

  • Guy Bainbridge Norrie (3 maggio 1940), sposò Sarah Georgina Fielding, ebbero due figli;
  • Sarah Norrie (27 giugno 1943), sposò Charles Stephenson, non ebbero figli;
  • Annabel Mary Adelaide Norrie (23 dicembre 1943), sposò Ian Ronald Malcolm, non ebbero figli.

OnorificenzeModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 28687, 4 February 1913, p. 845. URL consultato il 23 giugno 2009.
  2. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 31143, 24 January 1919, p. 1302. URL consultato il 23 giugno 2009.
  3. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 33733, 7 July 1931, p. 4439. URL consultato il 23 giugno 2009.
  4. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 34177, 5 July 1935, p. 4343. URL consultato il 23 giugno 2009.
  5. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 34279, 29 April 1936, p. 2768. URL consultato il 23 giugno 2009.
  6. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 34944, 10 September 1940, p. 5471. URL consultato il 23 giugno 2009.
  7. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 35192, 13 June 1941, p. 3440. URL consultato il 23 giugno 2009.
  8. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 35377, 9 December 1941, p. 7043. URL consultato il 23 giugno 2009.
  9. ^ Mead, p. 323
  10. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 36704, 15 September 1944, p. 4307. URL consultato il 23 giugno 2009.
  11. ^ a b Australian Dictionary of Biography
  12. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 39610, 29 July 1952, p. 4075. URL consultato il 23 giugno 2009.
  13. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 41089, 4 June 1957, p. 3367. URL consultato il 23 giugno 2009.
  14. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 29202, 22 June 1915, p. 6119. URL consultato il 23 giugno 2009.
  15. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 30308, 25 September 1917, p. 9971. URL consultato il 23 giugno 2009.
  16. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 31092, 31 December 1918, p. 19. URL consultato il 23 giugno 2009.
  17. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 35697, 8 September 1942, p. 3945. URL consultato il 23 giugno 2009.
  18. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 36651, 11 August 1944, p. 3724. URL consultato il 23 giugno 2009.
  19. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 40103, 16 February 1954, p. 1007. URL consultato il 23 giugno 2009.
  20. ^ (EN) The London Gazette (PDF), nº 36875, 2 January 1945, p. 183. URL consultato il 23 giugno 2009.

BibliografiaModifica

  • Nick Smart, The Biographical Dictionary of British Generals of the Second World War, Pen & Sword Military, 2005, ISBN 1-84415-049-6.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN92072042 · ISNI (EN0000 0000 6536 8018 · WorldCat Identities (EN92072042